Nelle baraccopoli di Nairobi quasi 3 milioni di persone vivono senza accesso ad acqua potabile ed elettricità, senza condizioni igieniche, senza cure mediche, in case di lamiera. Una vita senza futuro né speranza.
Alice for Children opera negli slum di Korogocho e Dandora con scuole, microcredito e progetti culturali.

Ecco il nostro terzo manifesto: Baraccopoli senza futuro Nel mondo 1 persona su 8 vive in una baraccopoli, per un totale di circa 1 miliardo di persone. .

In Africa Sub Sahariana il 59% della popolazione urbane vive negli slum e dal 2050 aumenteranno a 1,2 miliardi di persone. Mancanza di servizi igienici, mancanza di acqua potabile ed elettricità, mancanza dello spazio minimo vitale, mancanza di abitazioni durevoli (lamiere e fango) e mancanza di sicurezza: queste le 5 caratteristiche che identificano chi vive negli slum.  In Kenya il 25, 2% della popolazione vive nelle aree urbane, il 56% vive negli slums, per un totale di circa 6.5 milioni di persone. Solo il 43% delle persone che vivono nelle aree urbane ha accesso ad acqua pulita e potabile. Nello slum di Kibera, il più grande, è presente un bagno pubblico ogni mille persone.

Leggi tutti gli articoli

12 settembre 2017

#storiedanairobi: Mama Moses Groceries shop

Agneta Anindo ha 54 anni e ha 9 figli. Uno di loro frequenta la nostra scuola sita a Dandora. Agneta è una business woman, ha ...Continua

5 ottobre 2017

Dandora’s Got Talent!

Kenya: grazie al supporto di Radio Italia e Fondazione Cariplo nasce un progetto dedicato ai giovani talenti che vivono nelle baraccopoli di Nairobi. A Dandora ...Continua

17 marzo 2017

#storiedanairobi - Tracy

Oggi vogliamo raccontarvi la storia di Tracy (nome inventato), la nostra bimba 'testimonial' dello spot della campagna sms appena conclusa. Tracy ha 6 anni, e ...Continua

26 ottobre 2016

90daysinAfrica_Semi di Speranza

#day85 Nome: Thomas Amunga Professione: seminatore (figura lavorativa quanto mai rara ai giorni nostri.)(Ufficialmente preside di una scuola di 400 bambini) Location: Dandora Dumpsite. La ...Continua

23 ottobre 2014

"Vita nello Slum": una Poesia di Faith e Christine

Vi proponiamo una componimento molto critico e senza troppi peli sulla lingua, che Faith e Christine, due alunne di Classe 8 ad Alice for School, hanno ...Continua

In Africa la corruzione è uno dei mali peggiori. Ruba il futuro alla popolazione locale e allo sviluppo. Gli aiuti sono spesso deviati verso profitti personali. La disuguaglianza aumenta. Ogni anno si stima 'spariscano' miliardi di dollari.
Alice for Children insegna il buon governo nelle sue scuole.

Ecco il nostro secondo manifesto di denuncia: la Corruzione. Il primo settembre la corte suprema del Kenya ha annullato le elezioni presidenziali tenutesi l'8 agosto, ci auguriamo che questo sia un primo passo contro una corruzione che vale 3 miliardi di dollari l'anno..

La corruzione aggrava l’emergenza quotidiana in cui le onlus, come Alice for children, operano. Queste realtà spesso si trovano a dover intervenire in un contesto in cui la governance è piuttosto debole e le risorse a disposizione sembrano non bastare mai.
Ogni anno nei paesi di via sviluppo sparisce una somma pari ad 1 bilione di dollari, al tempo stesso si registra il più alto tasso di «working poverty»: persone che lavorano, ma guadagnano meno di 2 dollari al giorno

La corruzione ruba il futuro alle persone! E’ ora di denunciarlo!

Leggi tutti gli articoli

30 agosto 2017

Cronistoria delle Elezioni in Kenya

L'8 agosto è stato il giorno delle elezioni in Kenya, sono stati eletti il presidente e il suo vice, i membri dell’Assemblea Nazionale, i governatori, i rappresentanti ...Continua

30 agosto 2017

Italiano si candida al parlamento in Kenya

Franco Esposito, ex militare dell'aeronautica Italiana, risiede in Kenya dal 1964, da più di 50 anni. Si è dedicato una vita a ai progetti sociali di ...Continua

30 agosto 2017

Kenya, la corruzione vale 3 miliardi di dollari l'anno

3 miliardi di dollari l'anno è il valore della corruzione in Kenya ai tempi di Kenyatta, qui trovate un'analisi precisa fatta da Fulvio Beltrami del ...Continua

26 ottobre 2017

Il Kenya oggi di nuovo al voto

Il 1° settembre la Corte suprema del Kenya ha annullato le elezioni presidenziali dell'8 agosto, dopo le denunce fatte da Raila Odinga, candidato del NASA, ...Continua

I bambini sono la parte più debole e più vulnerabile dell’Africa Subsahariana. Fame, scarsa educazione, malattie, abusi, orfani, abbandoni sono la fotografia di un’infanzia tradita.
Alice for Children è nata per dare un po’ di sollievo a questi bambini maltrattati dal loro destino.

In occasione del nostro 10° anniversario, ogni mese parleremo di una delle 10 piaghe che affliggono l’Africa: informazioni, approfondimenti, testimonianze e cosa noi nel nostro piccolo facciamo, abbiamo fatto e faremo..

Seguiteci sui social #10anniinsieme #10yeartogether #10anniversary #10anniversario #perdareunapiccolamano #infanziaabbandonata #10manifesti

Infanzia abbandonata è il nostro primo manifesto.

Si stima che 8.6 milioni di bambini vivano in condizioni di assoluta povertà; 2.4 milioni sono orfani e di questi il 47% lo è a causa della morte dei genitori per AIDS. In Kenya gli orfani perdono il diritto di andare a scuola, sono soggetti a discriminazione e sfruttamento per il lavoro minorile, sono esposti al rischio di traffico dei minori e turismo sessuale. In Kenya il lavoro minorile incide ancora per il 26% sul totale di bimbi tra i 5 ed i 14 anni, nella discarica di Dandora su 10.000 lavoratori che scavano a mani nude nei rifiuti per meno di 2 dollari al giorno: 6.000 sono bambini.

Alice for Children opera a Nairobi, nelle sue baraccopoli e alle Falde del Kilimanjaro con due orfanotrofi e tre scuole primarie. Da 10 anni aiuta circa 2.500 bambini ogni anno per dar loro la speranza di un futuro migliore.

Leggi tutti gli articoli

1 giugno 2017

Un asilo nido ai piedi della discarica di Dandora

In Kenya vi sono 15 milioni di bambini, più del 10% di essi sono orfani e la principale causa di morte dei genitori è l'AIDS. ...Continua

27 aprile 2017

10 anni insieme per i bambini delle baraccopoli di Nairobi

  Domenica 23 aprile abbiamo festeggiato i nostri primi 10 anni, a Nairobi, ad Alice Village, con tutti i nostri bambini, staff, partners, volontari, genitori ...Continua

12 luglio 2017

"Chokora - Il barattolo che voleva suonare"

“Chokora” (si pronuncia “ciokorà”) in lingua swahili vuol dire “spazzatura”. Ma non solo. Trasfigurandone il significato, la parola è finita per indicare anche quei bambini ...Continua

17 luglio 2017

Una scuola tra le piantagioni di té in Kenya

Limuru, città a circa due ore da Nairobi, nel cuore delle piantagioni di té e caffé, qui sorge la scuola primaria Allamano Children's Hope all'interno ...Continua

UN Women ha stabilito che il 35% delle donne nel mondo ha avuto esperienza di abusi psicologici, fisici o sessuali almeno una volta nella vita, molto spesso per mano del partner o dell’ex-partner.

La violenza fisica contro le donne si manifesta anche in fenomeni più legati alla cultura delle comunità a cui appartengono: in primis le mutilazioni genitali femminili che si stima siano state inflitte a circa 200 milioni di donne nel mondo. In secondo luogo i matrimoni precoci che, secondo i dati forniti dall’ONU, vedono coinvolte ogni giorno nel mondo circa 37.000 ragazze sotto i 18 anni.

La violenza sulle donne è un fenomeno globale: nel mondo, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, 1 donna su 3 è stata picchiata, violentata sessualmente o abusata almeno una volta nel corso della sua vita; 1 donna su 5 ha subito violenza sessuale da bambina..

Questo tipo di violenze vengono perpetrate soprattutto nelle zone urbane ad alta densità di popolazione: questo è dimostrato dal fatto che nelle grandi metropoli keniote e soprattutto negli slum i dati riguardanti la violenza di genere siano particolarmente allarmanti. Secondo un sondaggio del 2014, il 45% delle donne ha subito violenza almeno una volta a partire dai 15 anni. In circa 6 casi su 10 casi l’abuso è perpetrato dal partner della donna.

Leggi tutti gli articoli

25 novembre 2017

25 novembre: Giornata internazionale contro la violenza sulle Donne

La parità di genere è uno dei nuclei fondamentali dei diritti umani: dovrebbe essere compito di ciascuno stato proteggere e promuovere i diritti delle donne. ...Continua

25 novembre 2017

Nairobi, Kenya: 1 donna su 2 ha subito violenze

La violenza sulle donne è un fenomeno globale: nel mondo, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, 1 donna su 3 è stata picchiata, violentata sessualmente o ...Continua

25 novembre 2017

Spose bambine - Kenya: il 23% delle donne si sposa prima dei 18 anni

Oltre alla violenza fisica o sessuale vi sono altri fenomeni che ledono profondamente i diritti delle donne e che scaturiscono da credenze culturali o religiose: ...Continua

L'HIV rappresenta ancora un problema mondiale con 37 milioni di persone affette dal virus di cui 2 milioni sono bambini. Solo in Africa Subsahariana i malati sono 25 milioni. Negli slums la percentuale dei malati sale al 60% degli abitanti e non tende a diminuire.
Alice for Children offre assistenza medica a tutti i bambini che studiano nelle nostre scuole negli slums.

L’impatto socio-economico dell’AIDS è altissimo: si stima che in questi 30 anni circa 17 milioni di bambini siano rimasti orfani di uno o entrambi i genitori per malattie legate all'AIDS. L’HIV, inoltre, erode fortemente i redditi familiari perché, se non trattato, rende impossibile a chi è malato di lavorare e percepire uno stipendio; questo, molto spesso, si riversa sui più piccoli della famiglia che si vedono privati dei loro bisogni essenziali, in primis l’istruzione..

In Kenya, invece, la percentuale di persone sieropositive si posiziona intorno al 6%; questo dato cresce notevolmente nelle zone a rischio come le baraccopoli dove lavora Alice for Children, raggiungendo circa il 60%. Inoltre molti dei bambini di cui si occupa la nostra onlus sono orfani a causa dell’AIDS: si trovano in questa situazione circa 840 000 bambini in tutto il Kenya.

Leggi tutti gli articoli

1 dicembre 2017

Giornata mondiale contro l'AIDS: in 30 anni ha causato 17 milioni di orfani

1I primi casi riconosciuti di HIV si sono verificati nel 1981: da quel momento, nel mondo, sono morte circa 35 milioni di persone per malattie ...Continua

1 dicembre 2017

Kenya: l'AIDS ha reso orfani 840.000 bambini solo nel 2016

Nel 2016 le persone affette da HIV nel mondo erano circa 36,7 milioni di cui poco meno del 6% bambini. Il numero dei decessi dovuto ...Continua

1 dicembre 2017

HIV: Conoscerlo per combatterlo

L’HIV (Human Immunodeficiency Virus) è un virus che attacca il sistema immunitario, danneggiando la resistenza dell’organismo alle infezioni e, nel lungo periodo, lo rende soggetto ...Continua

1 dicembre 2017

Il Kenya in prima linea contro l'HIV

Il Kenya è il primo paese africano ad immettere sul mercato un farmaco generico per il trattamento dell’HIV: questo aumenta esponenzialmente l’accessibilità delle terapie contro ...Continua