News e Comunicazioni

Il Kenya cerca di approvare in tempi da record una nuova legge elettorale.

In Kenya è tutto pronto per le elezioni: ci sono i candidati, i programmi politici, gli spot, gli incidenti, la legge elettorale. Anzi, no. Manca la legge elettorale. O meglio, la legge elettorale ci sarebbe ma sono in corso modifiche.

Da fonti parlamentari si apprende che i principali interventi riguarderebbero  le regole del voto all’estero, il tempo concesso allo scrutinio e alla proclamazione, l’iscrizione nei registri elettorali dei votanti e la chiusura degli stessi registri.

Vista la delicatezza del provvedimento, la Costituzione sancisce che ogni modifica alla legge elettorale deve essere effettuata entro sei mesi dalle elezioni e, ovviamente, ci deve essere tutto il tempo necessario per un dibattito appropriato. Condizioni che, al momento, sono difficili da soddisfare. Infatti il Parlamento avrebbe bisogno di almeno due mesi per discutere tutti i possibili emendamenti e le elezioni sono a Marzo.

Mr Wamalwa , capo del Constitutional Implementation Oversight Committee (CIOC), ritiene che sia necessario anche un dibattito pubblico appropriato.  Inoltre i kenyoti all’estero hanno bisogno del tempo necessario per essere adeguatamente informati dei cambiamenti sulle loro modalità di voto.

La quota per iscrivere la propria candidatura ed il periodo di chiusura dei registri elettorali stanno suscitando alcuni malumori. In particolare la Electoral and Boundaries Commission (IEBC) ha individuato in 45 giorni il periodo dalle elezioni entro cui chiudere i registri ma Abdikadir del CIOC ritiene che il periodo sia troppo stretto e quindi propone di allungarlo a 60 giorni. La legge in discussione ne ipotizza 90.

Sono in discussione anche l’adozione di metodi di identificazione biometrici dei votanti, una razionalizzazione delle “quote rosa”, provvedimenti per rendere più efficiente la raccolta fondi attraverso un provvedimento dedicato, il Campaign Financing Bill.

Le elezioni si avvicinano e vista la delicatezza dell’evento il Kenya non può arrivarvi senza regole chiare.

Fonti:

Standard Digital http://www.standardmedia.co.ke/?articleID=2000065438&story_title=Parliament-to-change-elections-law

Condividi su

Potrebbe anche interessarti

29 gennaio 2020

Vittorio racconta - seconda parte

Continuiamo a raccontarvi quello che ci ha detto Vittorio. In questa ultima parte, ci ha raccontato in modo più approfondito la sua esperienza come nostro sostenitore e cuore pulsante della … Continua

24 gennaio 2020

Interviste: Vittorio De Caprio (sostenitore e genitore a distanza)

Abbiamo fatto una chiacchierata con il nostro sostenitore e genitore a distanza Vittorio De Caprio per saperne di più sul progetto di raccolta fondi che ha portato avanti insieme alla … Continua

20 gennaio 2020

Sostegno a Distanza: la storia di Bashir

Quest’anno abbiamo raggiunto un obiettivo importante per la nostra associazione. 156 nuovi bambini sono entrati nel programma di sostegno a distanza!   Questo significa che: potranno allontanarsi dal lavoro in … Continua