News e Comunicazioni

A circa quaranta chilometri da Mombasa sulla costa orientale sorge il Golf & Country Club di Diani Beach a cui si associa un Master in ascesa per il golf kenyota. È notizia recente che un nuovo sponsor è disposto a sostenere il Diani Beach Master (DBM), cioè la società elettrica Kenya Power, capace di garantire un montepremi di 3 milioni di scellini, pari a  circa 27 mila euro e mezzo. Di là dal montepremi, sicuramente magro se consideriamo il circuito europeo o il PGA, l’iniziativa dimostra un interesse per questo sport che vuole unire cultori dall’est Africa ed in particolare da Uganda, Tanzania, Rwanda e Burundi, oltre che, ovviamente, dal Kenya. La scelta dei kenyoti può sembrare piuttosto provocatoria, il golf è tradizionalmente identificato da contesti che male si associano all’Africa ed ai suoi ormai atavici problemi che, forse, una disordinata ed affrettata decolonizzazione ha contribuito ad acuire. Ma se andiamo più in profondità non possiamo non appoggiare un’impostazione di questo tipo per due ragioni: economica e culturale. Il golf è un volano economico e culturale per le regioni che lo ospitano e le ragioni sono da ricercare nella forte carica promozionale che si porta dietro. Nel caso del Kenya, il golf attirerà golfisti europei ed americani alla ricerca di nuovi luoghi dove esercitare il loro gioco, e questo significa divenire meta di quei flussi di moneta pregiata che spesso i “normali investimenti” negano. Altro problema rappresentano le reali ricadute sulla popolazione. Ecco quindi che arriviamo sul secondo punto, la promozione culturale e, lasciatemi passare il termine, umana. Il golf, con le sue regole ed il suo stile, concorre a formare persone migliori più rispettose dei propri limiti e di quelli degli altri. Far crescere golfisti professionisti significa anche permettere a persone giovani di concorrere su circuiti che possono rappresentare un’autentica opportunità di riscatto economico.

Sosteniamo questa scelta del Kenya.

Themis

Fonti:

Daily Nation:

http://www.nation.co.ke/sports/golf/Diani+Masters+now+has+power/-/1104/1523520/-/j01441/-/index.html

Condividi su

Potrebbe anche interessarti

2 luglio 2020

Volontariato a Distanza

Fin dall’inizio della nostra esperienza di cooperazione e sviluppo in Kenya, abbiamo promosso un programma di volontariato internazionale per tutti coloro che vogliono dare una mano e fare un’esperienza davvero … Continua

25 giugno 2020

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Gianluca e la sua esperienza come volontario

Ci sarebbe piaciuto rivederlo di persona, ma è stato comunque piacevole parlare via Skype con Gianluca, un ragazzo toscano di 40 anni partito con noi la scorsa estate per Nairobi. … Continua

16 giugno 2020

16 giugno 1976: gli Scontri di Soweto

Nel 1975, il Sud Africa stava vivendo gli anni della segregazione razziale, meglio nota come Apartheid. Nelson Mandela era in carcere da quasi dieci anni e da tempo ogni tentativo … Continua

× Come possiamo aiutarti?