News e Comunicazioni

Oggi si festeggia il 23° anniversario dall’approvazione, da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, della Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia, e da tutti ribattezzata “Giornata Mondiale dell’Infanzia”. La Convenzione cita all’articolo 6 : ” gli Stati parti riconoscono che ogni fanciullo ha diritto innato alla vita […] e sii impegnano a garantire nella più ampia misura possibile la sopravvivenza e lo sviluppo del fanciullo”, ma quanto è stato effettivamente fatto e quanto ancora è da fare perché ogni bambino che viene al mondo veda tutelati i propri diritti e possa vivere appieno la propria infanzia e prepararsi per un futuro migliore? Purtroppo di strada ce n’è molta.

Stando ai dati del report di Save the children, “Nati uguali”, da vent’anni a questa parte la distanza tra bambini ricchi e poveri è aumentata del 35%, segnando negativamente le vite di questi ultimi, le cui condizioni di salute e le possibilità di raggiungere l’età adulta si riducono sempre di più.

Nella giornata Mondiale dell’Infanzia viene dunque naturale, alla luce delle terribili notizie che ci giungono dalle zone di guerra colpite dalla povertà, dalle calamità e dalle guerre, rivolgere più che un fugace pensiero alle piccole vittime e fare non solo un appello affinché tutto questo cambi, ma agire per garantire il primo diritto inalienabile di ciascun essere umano, il diritto alla vita.

 

Giulia Buffa

Fonti:

http://www.savethechildren.it/IT/Tool/Press/Single?id_press=531&year=2012

http://www.lavoro.gov.it/NR/rdonlyres/C099045A-DC1E-45BA-916A-50AEC19F6A03/0/Convenzione_ottantanove.pdf

Condividi su

Potrebbe anche interessarti

2 luglio 2020

Volontariato a Distanza

Fin dall’inizio della nostra esperienza di cooperazione e sviluppo in Kenya, abbiamo promosso un programma di volontariato internazionale per tutti coloro che vogliono dare una mano e fare un’esperienza davvero … Continua

25 giugno 2020

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Gianluca e la sua esperienza come volontario

Ci sarebbe piaciuto rivederlo di persona, ma è stato comunque piacevole parlare via Skype con Gianluca, un ragazzo toscano di 40 anni partito con noi la scorsa estate per Nairobi. … Continua

16 giugno 2020

16 giugno 1976: gli Scontri di Soweto

Nel 1975, il Sud Africa stava vivendo gli anni della segregazione razziale, meglio nota come Apartheid. Nelson Mandela era in carcere da quasi dieci anni e da tempo ogni tentativo … Continua

× Come possiamo aiutarti?