News e Comunicazioni

La scorsa settima sul quotidiano Repubblica, abbiamo letto questo importantissimo articolo:”Hanno fra i quattro e gli undici anni e non avevano mai visto prima una parola scritta, ma una volta ricevuta una scatola con dentro un computer, hanno impiegato quattro minuti per spacchettarlo e accenderlo, cinque giorni per usare 47 diverse applicazioni, due settimane per cantare l’alfabeto, in un inglese fino a quel momento sconosciuto.
L’ultimo esperimento sul rapporto fra bambini e computer è firmato dal guru di Internet Nicholas Negroponte, professore del Massachusetts Institute of Technology (Mit), e ambientato in due villaggi isolati dell’Etiopia, Wonchi e Wolonchete, dove 40 bambini sono stati lasciati liberi di usare dei laptop da soli, senza adulti che li guidassero. L’ong One Laptop per Child, fondata da Negroponte nel 2005, affianca al resoconto dell’esperimento una cifra: 100 milioni di bambini del mondo che hanno l’età giusta per il primo anno d’istruzione, però non hanno né scuola né maestri.

Dieci settimane con il laptop in mano, e Kelbessa sapeva scrivere “lion”, leone, tracciando le lettere sulla terra battuta vicino a una delle otto capanne di fango e paglia che compongono il suo villaggio, Wonchi. A un’ottantina di chilometri da Addis Ababa, Wonchi è lontano da tutto, persino dal pozzo: per prendere l’acqua ci vuole un’ora di cammino. Non c’è elettricità, né una scuola vicina. Non ci sono cartelli né scatole, etichette o altro materiale con su scritte delle parole. A Wonchi nessuno, finora, leggeva o scriveva. I computer a energia solare portati nei due villaggi per l’esperimento hanno cambiato tutto. In ottobre, Negroponte poteva riferire al Mit che l’esperimento, partito in febbraio, sta dando risultati impensabili.”

Per maggiori informazioni e fonte: http://www.repubblica.it/speciali/repubblica-delle-idee/edizione2012/2013/01/08/news/etiopia_i_bambini_analfabeti_si_trasformano_in_hacker-50117589/?ref=search

Condividi su

Potrebbe anche interessarti

2 luglio 2020

Volontariato a Distanza

Fin dall’inizio della nostra esperienza di cooperazione e sviluppo in Kenya, abbiamo promosso un programma di volontariato internazionale per tutti coloro che vogliono dare una mano e fare un’esperienza davvero … Continua

25 giugno 2020

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Gianluca e la sua esperienza come volontario

Ci sarebbe piaciuto rivederlo di persona, ma è stato comunque piacevole parlare via Skype con Gianluca, un ragazzo toscano di 40 anni partito con noi la scorsa estate per Nairobi. … Continua

16 giugno 2020

16 giugno 1976: gli Scontri di Soweto

Nel 1975, il Sud Africa stava vivendo gli anni della segregazione razziale, meglio nota come Apartheid. Nelson Mandela era in carcere da quasi dieci anni e da tempo ogni tentativo … Continua

× Come possiamo aiutarti?