News e Comunicazioni

Al-Bashir non verrà arrestato. Questa è una notizia che per alcuni potrà suonare scontata. Nonostante la sentenza della ICC che condanna il presidente del Sudan per crimini di guerra in Darfur, al-Bashir sarà libero di volare in Kenya per l’investitura presidenziale di Kenyatta, il neoeletto presidente, in profumo di sanzione dalla stessa corte per crimini nel periodo post-elettorale del 2007.

Ma si sa, al-Bashir ormai ci ha abituato a viaggi “sicuri” tra Europa e Africa nonostante la Corte di Giustizia Internazionale.

A complicare il quadro c’è una decisione dei Tribunali kenioti che impongono l’arresto del dittatore sudanese una volta toccato il suolo patrio. Ma anche questa decisione è stata sospesa, il Kenya è in festa, con buona pace dei tribunali e del diritto. Al-Bashir è libero di volare nel Paese, forse facendo un viaggio un po’ più lungo per evitare di toccare Paesi un po’ più zelanti, e, così come dichiarato da Kenyatta, sarà oggi e domani il benvenuto in Kenya.

Themis

Fonti:

Daily Nation

http://www.nation.co.ke/News/politics/-/1064/1741810/-/b196u6/-/index.html

Condividi su

Potrebbe anche interessarti

2 luglio 2020

Volontariato a Distanza

Fin dall’inizio della nostra esperienza di cooperazione e sviluppo in Kenya, abbiamo promosso un programma di volontariato internazionale per tutti coloro che vogliono dare una mano e fare un’esperienza davvero … Continua

25 giugno 2020

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Gianluca e la sua esperienza come volontario

Ci sarebbe piaciuto rivederlo di persona, ma è stato comunque piacevole parlare via Skype con Gianluca, un ragazzo toscano di 40 anni partito con noi la scorsa estate per Nairobi. … Continua

16 giugno 2020

16 giugno 1976: gli Scontri di Soweto

Nel 1975, il Sud Africa stava vivendo gli anni della segregazione razziale, meglio nota come Apartheid. Nelson Mandela era in carcere da quasi dieci anni e da tempo ogni tentativo … Continua

× Come possiamo aiutarti?