News e Comunicazioni

Il pane kenyota per fare la scarpetta.

Morbido e gustoso, il chapati (o chapatti) è il tipico pane diffuso in diversi paesi dell’Africa orientale tra cui il Kenya e la Tanzania. Le origini sono indiane, ma l’uso è lo stesso in tutti i paesi in cui si è diffuso: fare la scarpetta per pulire bene il piatto.

Il chapati, che in genere si accompagna alle salse o ai piatti locali, è un alimento molto semplice da preparare ed economico. Gli ingredienti sono tre: farina integrale, acqua e sale. La forma è rotonda, simile a quella della pizza, e le dimensioni sono ridotte: il diametro è di circa 12 centimetri. La cottura avviene su una piastra asciutta e molto calda.

Talvolta, l’impasto già cotto viene poi esposto per qualche istante sulla fiamma viva facendolo così gonfiare di vapore. In questo modo assume una forma particolare che si definisce “Gujrathi phulka”.

Tante sono le varianti che si possono realizzare usando ingredienti diversi come la farina di miglio, quella di mais o quella di lenticchie.

 

Ecco la ricetta del chapati:

Ingredienti

  • 260 g di farina
  • 180 ml di acqua
  • 1/2 cucchiaino di sale

Preparazione
Fate sciogliere il sale nell’acqua e versate il liquido, a poco a poco, nella ciotola dove avrete precedentemente messo la farina.
Con un cucchiaio, o usando le dita, impastate la farina con l’acqua fino a ottenere un composto morbido, ma compatto.

A quel punto mettete l’impasto su un’asse di legno e lavoratelo per almeno una decina di minuti. Quando avrete ottenuto una pasta soda e liscia formate una palla, mettetela in una ciotola, copritela con un panno umido e lasciatela riposare per 20 minuti.

Successivamente riprendete la pasta e dividetela in diverse palline. Con il matterello stendetele in dischi sottili di circa 10-15 centimetri di diametro.
Scaldate poi la padella per le crepe o, nel caso non l’aveste, una padella antiaderente. Quando sarà ben calda fate cuocere, uno alla volta i vostri dischi di pasta.

Nel momento in cui vedrete che cominciano a formarsi delle bolle, girate il disco dall’altro lato.

Curiosità
Se volete ottenere la consistenza del “Gujrathi phulka” potete scaldare il chapati in un forno a microonde per 5-10 secondi dopo averlo cotto. 

Condividi su

Potrebbe anche interessarti

4 novembre 2019

AIFA

#StorieVere da AIFA: Irene

Le scorse settimane vi abbiamo parlato di due nostri studenti di Alice Italian Food Academy, Brian e Rodgers. Oggi vi presentiamo una ragazza davvero in gamba, che sta stupendo tutti … Continua

28 ottobre 2019

AIFA

#StorieVere da AIFA: Rodgers

Continuiamo a raccontarvi le storie di alcuni dei nostri studenti di Alice Italian Food Academy. Dopo avervi parlato di Brian, cresciuto nel nostro orfanotrofio, oggi vi presentiamo un altro brillante … Continua

14 ottobre 2019

AIFA, Dicono di noi

La storia di Sharon per la Giornata delle bambine

In occasione della Giornata Internazionale delle Bambine, celebrata lo scorso 11 ottobre, la nostra sostenitrice e giornalista Chiara Cortese ha scritto un bellissimo articolo sul magazine Ohga  in cui parla … Continua