News e Comunicazioni

Credits: Jan Grarup, NOOR, National Geographic

C’è chi sostiene che il cambiamento climatico non sia reale e chi ancora crede che non abbia effetti concreti sul Pianeta.

I numeri, però, parlano di una situazione decisamente diversa: sono più di 32 milioni, infatti, le persone che lo scorso anno sono state costrette ad abbandonare le loro case a causa di calamità naturali.

Sono quelli che vengono definiti “rifugiati climatici”. E l’Africa ha i dati peggiori: nel 2012 gli sfollati sono stati 8,2 milioni, quattro volte di più rispetto al 2011.

Sono questi i risultati che emergono da un rapporto pubblicato lo scorso 13 maggio dall’Internal Displacement Monitoring Centre (Idmc), dal quale emerge che gli spostamenti degli individui legati alle condizioni climatiche rappresentano il 98% del movimento globale delle persone. India e Nigeria contano, da sole, il 41% del totale degli spostamenti.«Attualmente le informazioni disponibili sono parziali e riguardano le persone ‘più in vista’, che si rifugiano nei campi – ha spiegato al Corriere della Sera Chiara Spurrell, portavoce di Idmc – Abbiamo invece bisogno di sapere di più su chi cerca rifugio con le proprie famiglie e gli amici a seguito di calamità più piccole, che non fanno notizia, anche perché si prevede che il cambiamento climatico avrà un impatto sempre più forte a livello globale».

Fonte: Corriere della Sera

Condividi su

Potrebbe anche interessarti

29 gennaio 2020

Vittorio racconta - seconda parte

Continuiamo a raccontarvi quello che ci ha detto Vittorio. In questa ultima parte, ci ha raccontato in modo più approfondito la sua esperienza come nostro sostenitore e cuore pulsante della … Continua

24 gennaio 2020

Interviste: Vittorio De Caprio (sostenitore e genitore a distanza)

Abbiamo fatto una chiacchierata con il nostro sostenitore e genitore a distanza Vittorio De Caprio per saperne di più sul progetto di raccolta fondi che ha portato avanti insieme alla … Continua

20 gennaio 2020

Sostegno a Distanza: la storia di Bashir

Quest’anno abbiamo raggiunto un obiettivo importante per la nostra associazione. 156 nuovi bambini sono entrati nel programma di sostegno a distanza!   Questo significa che: potranno allontanarsi dal lavoro in … Continua