News e Comunicazioni

Di seguito vi proponiamo l’ultima pagina di Diario di Mattia, un nostro carissimo volontario tornato a fine maggio di quest’anno da un mese di esperienza in Kenya ai progetti di Alice for Children.

Eccomi all’ultimo giorno in questo magico e fantastico Paese.

Il mese che è passato è stato bellissimo, mi ha arricchito tantissimo in un sacco di aspetti e mi ha fatto crescere molto.

Sono molto contento dell’esperienza che ho vissuto e allo stesso tempo triste perché ormai sento che è il Kenya la mia casa più di quanto possa esserla  qualsiasi altra parte del mondo. 

Lasciare i bimbi è la cosa più dura e difficile. Vedere i loro visi tristi e sconsolati mi strugge il cuore  e sento già il mal d’Africa ancor prima di essere partito.

Una cosa è certa: tornerò e questo non sarà un addio!!

Voglio ringraziare tantissimo tutte le magnifiche persone che mi hanno permesso e aiutato a portare a termine tutti i progetti che ho intrapreso; Erika, gli insegnanti di Korogocho, Kariobanghi e Rombo, tutte le mami, George il giardiniere, i mitici driver e ovviamente tutte le volontarie con le quali ho condiviso questa stupenda esperienza.

Mi mancherete tutti da morire, non vedo l’ora di vedervi di nuovo e di tornare qui a trovarvi!!

Grazie per tutto quello che fate ogni giorno.

Siete fantastici e non potete capire quanto vi voglio bene!

A presto,

Mattia

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

Di seguito vi proponiamo l’ultima pagina di Diario di Mattia, un nostro carissimo volontario<\/b> tornato a fine maggio di quest’anno da un mese di esperienza<\/b> in Kenya ai progetti di Alice for Children.<\/p>

<\/p>

Eccomi all’ultimo giorno in questo magico e fantastico<\/b> Paese.<\/p>

Il mese che \u00e8 passato \u00e8 stato bellissimo, mi ha arricchito tantissimo in un sacco di aspetti e mi ha fatto crescere molto.<\/p>

Sono molto contento dell\u2019esperienza che ho vissuto e allo stesso tempo triste perch\u00e9 ormai sento che \u00e8 il Kenya la mia casa pi\u00f9 di quanto possa esserla  qualsiasi altra parte del mondo. <\/p>

Lasciare i bimbi \u00e8 la cosa pi\u00f9 dura e difficile. Vedere i loro visi tristi e sconsolati mi strugge il cuore  e sento gi\u00e0 il mal d\u2019Africa<\/i><\/b> ancor prima di essere partito.<\/p>

Una cosa \u00e8 certa: torner\u00f2<\/b> e questo non sar\u00e0 un addio!!<\/p>

Voglio ringraziare tantissimo tutte le magnifiche persone che mi hanno permesso e aiutato a portare a termine tutti i progetti che ho intrapreso; Erika, gli insegnanti di Korogocho, Kariobanghi e Rombo, tutte le mami, George il giardiniere, i mitici driver e ovviamente tutte le volontarie con le quali ho condiviso questa stupenda esperienza.<\/p>

Mi mancherete tutti da morire, non vedo l\u2019ora di vedervi di nuovo e di tornare qui a trovarvi!!<\/p>

Grazie<\/b> per tutto quello che fate ogni giorno.<\/p>

Siete fantastici e non potete capire quanto vi voglio bene!<\/b><\/p>

A presto,<\/p>

Mattia<\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Condividi su

Potrebbe anche interessarti

22 maggio 2020

Coronavirus

In Kenya la Crisi Economica diventa Crisi Alimentare

“La pandemia minaccia il progresso africano. Aggraverà le disuguaglianze di antica data e aumenterà la fame, la malnutrizione e la vulnerabilità alle malattie”. Così qualche giorno fa il segretario generale … Continua

18 maggio 2020

Coronavirus

A Nairobi è "Emergenza Acqua Pulita"

Non bastava il lockdown a rendere la vita negli slum ancora più infernale: le piogge torrenziali che hanno colpito il Kenya la scorsa settimana hanno distrutto una parte dell’acquedotto. Adesso … Continua

15 maggio 2020

Coronavirus

Le demolizioni nelle baraccopoli durante il lockdown

“C’erano una volta in quel luogo delle persone che non erano umane”. Inizia così un articolo di un quotidiano keniota online che parla di ciò che è successo nella baraccopoli … Continua

× Come possiamo aiutarti?