News e Comunicazioni

Vi siete mai chiesti cosa si può fare con un paio di infradito vecchie? Julie Church, una biologa kenyota, ha trovato almeno una soluzione parziale al quesito e l’ha trasformata in un business. La sua impresa Ocean Sole ha trasformato, solo nel 2013, in decorazioni ‘animalesche’ e gioielli circa 50 tonnellate di infradito sporche, danneggiate e scartate. Dato che le coste del Kenya sono disseminate di ciabatte di plastica abbandonate, quindi la materia prima è abbondante, l’obiettivo per il 2014 è raddoppiare le quantità.

‘Ocean Sole’ è il tentativo di educare sia i produttori che i consumatori del settore privato. Le vendite dei loro prodotti nell’arco dell’anno passato sono triplicate e stanno raggiungendo il mercato globale rifornendo i negozi di souvenir degli zoo e aquari più famosi del mondo. “I loro negozi sono solitamente pieni di oggi dannosi per il nostro ambiente”, dice la Church. Le UN hanno stimato che circa ogni kilometro quadrato di oceano ‘ospita’ circa 50,000 pezzi di plastica.

Jonathan Lenato, uno degli intagliatori specializzati, rivela che anche per lui ogni tanto è difficile riuscire a spiegare ai suoi amici in cosa consiste il suo lavoro “è strano, unico e tutti vogliono vederlo con i loro occhi”. Le conversazioni arrivano puntualmente al dover spiegare perché la materia prima usata sono le infradito vecchie. “dico loro come queste danneggino la vita marina e i miei amici alla fine l’hanno imparato.”

La prossima sfida di ‘Ocean Sole’ è produrre scarpe nuove usando le vecchie infradito abbandonate sulle spiagge.

Fonte: The Guardian

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

Vi siete mai chiesti cosa si pu\u00f2 fare con un paio di infradito vecchie<\/b>? Julie Church<\/b>, una biologa kenyota, ha trovato almeno una soluzione parziale al quesito e l\u2019ha trasformata in un business. La sua impresa Ocean Sole<\/i><\/b> ha trasformato, solo nel 2013, in decorazioni \u2018animalesche\u2019 e gioielli circa 50 tonnellate di infradito sporche, danneggiate e scartate. Dato che le coste del Kenya<\/b> sono disseminate di ciabatte di plastica abbandonate, quindi la materia prima \u00e8 abbondante, l\u2019obiettivo per il 2014 \u00e8 raddoppiare le quantit\u00e0.<\/p>

‘Ocean Sole’ \u00e8 il tentativo di educare sia i produttori che i consumatori del settore privato. Le vendite dei loro prodotti nell\u2019arco dell\u2019anno passato sono triplicate e stanno raggiungendo il mercato globale rifornendo i negozi di souvenir degli zoo e aquari pi\u00f9 famosi del mondo. \u201cI loro negozi sono solitamente pieni di oggi dannosi per il nostro ambiente<\/i>\u201d, dice la Church. Le UN hanno stimato che circa ogni kilometro quadrato di oceano \u2018ospita\u2019 circa 50,000 pezzi di plastica.<\/p>

Jonathan Lenato<\/b>, uno degli intagliatori specializzati, rivela che anche per lui ogni tanto \u00e8 difficile riuscire a spiegare ai suoi amici in cosa consiste il suo lavoro \u201c\u00e8 strano, unico e tutti vogliono vederlo con i loro occhi<\/i>\u201d. Le conversazioni arrivano puntualmente al dover spiegare perch\u00e9 la materia prima usata sono le infradito vecchie. \u201cdico loro come queste danneggino la vita marina e i miei amici alla fine l\u2019hanno imparato<\/i>.\u201d<\/p>

La prossima sfida<\/b> di ‘Ocean Sole’ \u00e8 produrre scarpe nuove usando le vecchie infradito abbandonate sulle spiagge.<\/p>

Fonte: The Guardian<\/a><\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

27 novembre 2019

AIFA

22 Novembre 2019: una Giornata Davvero Speciale!

Nella giornata di venerdì 22 novembre, gli studenti della nostra Alice Italian Food Academy hanno gareggiato per aggiudicarsi il Premio Ricette di Bontà 2019 del Cucchiaio d’Argento e hanno ricevuto … Continua

4 novembre 2019

AIFA

#StorieVere da AIFA: Irene

Le scorse settimane vi abbiamo parlato di due nostri studenti di Alice Italian Food Academy, Brian e Rodgers. Oggi vi presentiamo una ragazza davvero in gamba, che sta stupendo tutti … Continua

28 ottobre 2019

AIFA

#StorieVere da AIFA: Rodgers

Continuiamo a raccontarvi le storie di alcuni dei nostri studenti di Alice Italian Food Academy. Dopo avervi parlato di Brian, cresciuto nel nostro orfanotrofio, oggi vi presentiamo un altro brillante … Continua