News e Comunicazioni

L’obesità infantile è una delle sfide più grandi che la sanità pubblica si troverà ad affrontare nel XXI secolo, secondo l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) nel mondo ci sono più di 42milioni di bambini sotto i 5 anni in sovrappeso, di questi 35milioni vivono in paesi in via di sviluppo. A causa delle malattie legate all’obesità ogni anno muoiono 2,8milioni di adulti. Parlare di cibo in eccesso o errata alimentazione riferendosi all’Africa sembra quasi una contraddizione, ancora oggi il continente vive i problemi legati a fame e malnutrizione, nonostante questo, il nuovo allarme sanitario africano si chiama obesità.

Negli ultimi dieci anni in Africa il numero delle persone sovrappeso appartenenti all’emergente classe media è diventato dieci volte maggiore. Il Centre for International Programmes Collaboration della Kenyatta University, nelle zone urbane del Kenya conferma tale tendenza, sostenendo che il 17% delle studentesse e il 7% degli studenti fra i 9 e gli 11 anni appartenenti alla classe media mostrano segni di obesità. Nel 2008 è stata pubblicata una ricerca sull’obesità in Kenya che dimostrava come i Maasai, i Lou, i Kamba, membri delle tribù tradizionali quando si spostano a vivere in zone urbane aumentano di tre volte la possibilità di ingrassare.

Con l’aumento di auto, videogiochi, cibi grassi e bibite gassate – tipici dello stile di vita occidentale – nella vita quotidiana della classe media africana, l’ONU non prevede rosei futuri. Con la crescente sedentarietà, aumenteranno ‘nuovi mali‘ diabete e disturbi cardiovascolari che le strutture sanitarie africane non sono attrezzate ad affrontare.

Fonte: Redattore Sociale, Change Makers 

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

L\u2019obesit\u00e0 infantile \u00e8 una delle sfide pi\u00f9 grandi che la sanit\u00e0 pubblica si trover\u00e0 ad affrontare nel XXI secolo, secondo l\u2019Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM)<\/b> nel mondo ci sono pi\u00f9 di 42milioni di bambini sotto i 5 anni in sovrappeso, di questi 35milioni vivono in paesi in via di sviluppo. A causa delle malattie legate all\u2019obesit\u00e0 ogni anno muoiono 2,8milioni di adulti. Parlare di cibo in eccesso o errata alimentazione riferendosi all’Africa<\/b> sembra quasi una contraddizione, ancora oggi il continente vive i problemi legati a fame e malnutrizione, nonostante questo, il nuovo allarme sanitario africano si chiama obesit\u00e0<\/b>.<\/p>

Negli ultimi dieci anni in Africa il numero delle persone sovrappeso appartenenti all’emergente classe media<\/b> \u00e8 diventato dieci volte maggiore. Il Centre for International Programmes Collaboration<\/b> della Kenyatta University, nelle zone urbane del Kenya <\/b>conferma tale tendenza, sostenendo che il 17% delle studentesse e il 7% degli studenti fra i 9 e gli 11 anni appartenenti alla classe media mostrano segni di obesit\u00e0. Nel 2008 \u00e8 stata pubblicata una ricerca sull’obesit\u00e0 in Kenya che dimostrava come i Maasai, i Lou, i Kamba, membri delle trib\u00f9 tradizionali quando si spostano a vivere in zone urbane aumentano di tre volte la possibilit\u00e0 di ingrassare.<\/p>

Con l\u2019aumento di auto, videogiochi, cibi grassi e bibite gassate – tipici dello stile di vita occidentale – nella vita quotidiana della classe media africana, l\u2019ONU<\/b> non prevede rosei futuri. Con la crescente sedentariet\u00e0<\/b>, aumenteranno ‘nuovi mali<\/i>‘ diabete e disturbi cardiovascolari che le strutture sanitarie africane non sono attrezzate ad affrontare.<\/p>

Fonte: Redattore Sociale<\/a>, Change Makers<\/a> <\/span><\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

29 luglio 2020

Coronavirus, News dal Kenya

Lettera dagli Slum: l'Appello di Davide

Condividiamo con voi l’appello del nostro coordinatore delle attività a Nairobi, Davide, che sta lavorando sul campo per contrastare l’emergenza alimentare e sociale che affligge la popolazione degli slum di … Continua

22 luglio 2020

News dal Kenya

Scuole chiuse fino a gennaio: il Kenya dimentica i bambini degli slum

“Tenere le scuole chiuse comporta molti più rischi che benefici”. The Economist (dal titolo di un articolo di qualche giorno fa)   Due settimane fa il ministero dell’istruzione keniano ha … Continua

14 luglio 2020

Sostegno alla Comunità: #FAMIGLIA

Ognuno di noi ha la sua idea di cosa la parola “famiglia” voglia dire e nessuna di queste idee può essere considerata sbagliata o inesatta. Sappiamo che di paese in … Continua

× Come possiamo aiutarti?