News e Comunicazioni

La denutrizione è un’emergenza mondiale che ogni anno incide per oltre un terzo sulla mortalità infantile globale: investire in questo settore non è solo un dovere morale ma ha a dei risvolti economici positivi per l’intero sistema. Per capirlo è semplice, basta misurare i costi rispetto ai benefici.
Recenti ricerche hanno stabilito un pacchetto di interventi, di circa $ 100 a pacchetto, che una volta attuati ridurrebbero la denutrizione del 20 % su scala mondiale. Gli interventi sono volti a:
1 . Migliorare la salute e la nutrizione delle madri: investire nella iodizzazione del sale, micronutriente fondamentale per la salute delle donne in gravidanza che fa aumentare il peso dei bambini alla nascita.
2 . Migliorare la quantità e la qualità della dieta di un bambino: gli interventi sociali nei casi di malnutrizione dovrebbero fornire dei cibi supplementari per garantire ai bambini diete nutrienti sia in termini di energia che di micronutrienti fondamentali.
3 . Ridurre l’impatto delle infezioni: fornire supplementi di zinco terapeutico può contribuire a mitigare gli effetti delle infezioni, comprese le malattie diarroiche.
4. Creare programmi che forniscano informazioni sulla nutrizione, l’allattamento al seno e alimentazione complementare: un aiuto per le madri a capire quali sono gli alimenti giusti e i loro benefici nel consumo per i figli.
I benefici economici dell’utilizzo di tali metodi superano di gran lunga i costi per l’investimento nella riduzione della denutrizione e la speranza è che il mondo politico internazionale provveda all’implementazione di tali strategie su larga scala.
Fonte THE GUARDIAN

Condividi su

Potrebbe anche interessarti

4 agosto 2020

News dal Kenya

Le Conseguenze del Lockdown per le Donne

La pandemia e il lockdown stanno colpendo duramente tutta la popolazione mondiale in termini economici, sanitari e sociali. In tutto il mondo ma soprattutto nei paesi più vulnerabili, donne e … Continua

29 luglio 2020

Coronavirus, News dal Kenya

Lettera dagli Slum: l'Appello di Davide

Condividiamo con voi l’appello del nostro coordinatore delle attività a Nairobi, Davide, che sta lavorando sul campo per contrastare l’emergenza alimentare e sociale che affligge la popolazione degli slum di … Continua

22 luglio 2020

News dal Kenya

Scuole chiuse fino a gennaio: il Kenya dimentica i bambini degli slum

“Tenere le scuole chiuse comporta molti più rischi che benefici”. The Economist (dal titolo di un articolo di qualche giorno fa)   Due settimane fa il ministero dell’istruzione keniano ha … Continua

× Come possiamo aiutarti?