News e Comunicazioni

Al via il progetto per migliorare le rese delle piantagioni di cacao in quattro regioni del Ghana. Il Cocoa Rehabilitation and Intensification Programme (CORIP), che mira a dare supporto a 40mila agricoltori nelle località di Ashanti e Brong Ahafo e nelle regioni centrali e occidentali del Ghana. Durante i prossimi quattro anni, qui nasceranno 20 centri dedicati ai servizi rurali, ciascuno dei quali sarà rivolto a 2000 agricoltori e ne faciliterà l’accesso alle migliori pratiche agronomiche, alla tecnologia, all’impiego di fertilizzanti, alla formazione e al microcredito.

L’iniziativa, finanziata per 7 milioni di euro dall’Ambasciata d’Olanda, è nata a ottobre 2013 e verrà potenziata fino a dicembre 2016. Il progetto è inoltre supportato da 6 aziende che acquistano cacao a livello internazionale mettendo a disposizione propria volta 7 milioni di euro per il proseguimento del programma. “Attraverso il programma, l’Olanda mira a riunire i principali attori nel settore del cacao per trovare soluzioni innovative. Il progetto richiama i produttori di cioccolato, commercianti, organizzazioni non governative, il governo, i ricercatori e gli agricoltori per lavorare insieme al fine di trovare soluzioni per creare un settore del cacao più sostenibile“, ha dichiarato Lilianne Ploumen, ministro olandese del Commercio Estero e della Cooperazione.

Secondo l’amministratore delegato di Solidaridad Ghana, Isaac Gyamfi, il progetto è volto a sviluppare le capacità imprenditoriali degli agricoltori di cacao – il fondamento dell’economia, eppure fino a questo momento sono apparsi come l’anello più vulnerabile della catena del valore del cacao – per permettere la crescita economica del settore. Il nuovo progetto contribuirebbe dunque a migliorare la produzione di cacao e le condizioni di vita degli agricoltori. Un’ulteriore passo verso una produzione di cacao più sostenibile, che si unisce alla nascita di CocoaAction, un’alleanza di grandi marchi per migliorare la filiera del cacao, con un’azione pronta a concentrarsi proprio sul Ghana, oltre che sulla Costa d’Avorio, i due Paesi dell’Africa che insieme forniscono il 55% del cacao immesso sul mercato mondiale.

Greenbiz

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

Al via il progetto per migliorare le rese delle piantagioni di cacao in quattro regioni del Ghana<\/b>. Il Cocoa Rehabilitation and Intensification Programme (CORIP)<\/b>, che mira a dare supporto a 40mila agricoltori nelle localit\u00e0 di Ashanti e Brong Ahafo e nelle regioni centrali e occidentali del Ghana. Durante i prossimi quattro anni, qui nasceranno 20 centri dedicati ai servizi rurali, ciascuno dei quali sar\u00e0 rivolto a 2000 agricoltori e ne faciliter\u00e0 l\u2019accesso alle migliori pratiche agronomiche, alla tecnologia, all\u2019impiego di fertilizzanti, alla formazione e al microcredito.<\/span>
<\/p>

L\u2019iniziativa, finanziata per 7 milioni di euro dall\u2019Ambasciata d\u2019Olanda<\/b>, \u00e8 nata a ottobre 2013 e verr\u00e0 potenziata fino a dicembre 2016. Il progetto \u00e8 inoltre supportato da 6 aziende che acquistano cacao a livello internazionale mettendo a disposizione propria volta 7 milioni di euro per il proseguimento del programma. \”Attraverso il programma, l\u2019Olanda mira a riunire i principali attori nel settore del cacao per trovare soluzioni innovative. Il progetto richiama i produttori di cioccolato, commercianti, organizzazioni non governative, il governo, i ricercatori e gli agricoltori per lavorare insieme al fine di trovare soluzioni per creare un settore del cacao pi\u00f9 sostenibile<\/i>\”, ha dichiarato Lilianne Ploumen<\/b>, ministro olandese del Commercio Estero e della Cooperazione.<\/p>

Secondo l’amministratore delegato di Solidaridad Ghana<\/b>, Isaac Gyamfi, il progetto \u00e8 volto a sviluppare le capacit\u00e0 imprenditoriali degli agricoltori di cacao<\/b> – il fondamento dell’economia, eppure fino a questo momento sono apparsi come l’anello pi\u00f9 vulnerabile della catena del valore del cacao – per permettere la crescita economica del settore. Il nuovo progetto contribuirebbe dunque a migliorare la produzione di cacao e le condizioni di vita degli agricoltori. Un\u2019ulteriore passo verso una produzione di cacao pi\u00f9 sostenibile, che si unisce alla nascita di CocoaAction<\/b>, un\u2019alleanza di grandi marchi per migliorare la filiera del cacao, con un\u2019azione pronta a concentrarsi proprio sul Ghana, oltre che sulla Costa d\u2019Avorio, i due Paesi dell\u2019Africa che insieme forniscono il 55% del cacao immesso sul mercato mondiale.<\/p>

Greenbiz<\/a>
<\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

2 luglio 2020

Volontariato a Distanza

Fin dall’inizio della nostra esperienza di cooperazione e sviluppo in Kenya, abbiamo promosso un programma di volontariato internazionale per tutti coloro che vogliono dare una mano e fare un’esperienza davvero … Continua

25 giugno 2020

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Gianluca e la sua esperienza come volontario

Ci sarebbe piaciuto rivederlo di persona, ma è stato comunque piacevole parlare via Skype con Gianluca, un ragazzo toscano di 40 anni partito con noi la scorsa estate per Nairobi. … Continua

16 giugno 2020

16 giugno 1976: gli Scontri di Soweto

Nel 1975, il Sud Africa stava vivendo gli anni della segregazione razziale, meglio nota come Apartheid. Nelson Mandela era in carcere da quasi dieci anni e da tempo ogni tentativo … Continua

× Come possiamo aiutarti?