News e Comunicazioni

il governo del Sud Sudan ha emanato un ordine destinato alle NGO, alle società private di licenziare i lavoratori stranieri entro metà ottobre. L’intento del Ministro del Lavoro è quello di far rimpiazzare gli stranieri con lavoratori nazionali ad ogni livello. Ovviamente quest’ordine avrà un effetto particolare in particolare sui programmi di aiuto internazionale.

Secondo Denis Okari inviato BBC in Kenya, questa mossa arriva ad un momento molto critico per il paese più giovane al mondo. Il Paese si trova sul filo del rasoio e nel 2015 potrebbe trovarsi in uno stato di carestia estrema, per questo motivo anche il direttore di Oxfam nel paese sostiene che bisognerebbe espandere i programmi e non restringerli.

Il governo del Sud Sudan e la comunità internazionale dovrebbero lavorare insieme per assicurate alla popolazione bisognosa aiuti essenziali per sopravvivere. La circolare ministeriale elenca nove ruoli – direttori esecutivi, manager del personale, segretari, addetti alle relazioni umane, addetti alle relazioni pubbliche, addetti agli approvvigionamenti, addetti al protocollo, addetti del front-desk, receptionist – devono essere ricoperti almeno all’80% da personale competente sud sudanese. Il problema è che spesso le organizzazioni internazionali in particolari hanno cittadini stranieri nelle posizioni chiave.

BBC 

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

il governo del Sud Sudan<\/b> ha emanato un ordine destinato alle NGO<\/b>, alle societ\u00e0 private di licenziare i lavoratori stranieri entro met\u00e0 ottobre. L\u2019intento del Ministro del Lavoro<\/b> \u00e8 quello di far rimpiazzare gli stranieri con lavoratori nazionali ad ogni livello. Ovviamente quest\u2019ordine avr\u00e0 un effetto particolare in particolare sui programmi di aiuto internazionale.<\/span>
<\/p>

Secondo Denis Okari<\/b> inviato BBC in Kenya, questa mossa arriva ad un momento molto critico per il paese pi\u00f9 giovane al mondo. Il Paese si trova sul filo del rasoio e nel 2015 potrebbe trovarsi in uno stato di carestia estrema, per questo motivo anche il direttore di Oxfam<\/b> nel paese sostiene che bisognerebbe espandere i programmi e non restringerli.<\/p>

Il governo del Sud Sudan e la comunit\u00e0 internazionale dovrebbero lavorare insieme per assicurate alla popolazione bisognosa aiuti essenziali per sopravvivere. La circolare ministeriale elenca nove ruoli \u2013 direttori esecutivi, manager del personale, segretari, addetti alle relazioni umane, addetti alle relazioni pubbliche, addetti agli approvvigionamenti, addetti al protocollo, addetti del front-desk, receptionist \u2013 devono essere ricoperti almeno all\u201980% da personale competente sud sudanese<\/b>. Il problema \u00e8 che spesso le organizzazioni internazionali in particolari hanno cittadini stranieri nelle posizioni chiave.<\/p>

BBC<\/a> 
<\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

2 luglio 2020

Volontariato a Distanza

Fin dall’inizio della nostra esperienza di cooperazione e sviluppo in Kenya, abbiamo promosso un programma di volontariato internazionale per tutti coloro che vogliono dare una mano e fare un’esperienza davvero … Continua

25 giugno 2020

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Gianluca e la sua esperienza come volontario

Ci sarebbe piaciuto rivederlo di persona, ma è stato comunque piacevole parlare via Skype con Gianluca, un ragazzo toscano di 40 anni partito con noi la scorsa estate per Nairobi. … Continua

16 giugno 2020

16 giugno 1976: gli Scontri di Soweto

Nel 1975, il Sud Africa stava vivendo gli anni della segregazione razziale, meglio nota come Apartheid. Nelson Mandela era in carcere da quasi dieci anni e da tempo ogni tentativo … Continua

× Come possiamo aiutarti?