News e Comunicazioni

Dal 1985, ogni primo lunedì dl mese di ottobre, si celebra la Giornata Internazionale dell’Habitat, che mira a sensibilizzare la cittadinanza sulle questioni legate alla sostenibilità ambientale, ma anche alla responsabilità di creare il futuro dei nostri ambienti urbani. “Voices from Slums” è il tema promosso quest’anno dalle UN per puntare l’attenzione sui residenti degli insediamenti informali – gli slums – e sensibilizzare sulle condizioni di vita delle aree più popolate del pianeta caratterizzate da alloggi inadeguati, nessuna rete fognaria, acqua potabile, criminalità diffusa, disoccupazione e l’assenza dei servizi di base. Spesso i residenti di queste aree sono perfetti sconosciuti e non vengono censiti, ma venendo a conoscenza delle loro storie, chi si occupa di pianificazione urbana può migliorare il benessere di una fetta significante della popolazione.

Anche Ban Ki-moon, Segretario Generale delle UN, ha sottolineato ulteriormente il problema della rapida urbanizzazione nei paesi in via di sviluppo che di conseguenza ha visto aumentare la popolazione delle baraccopoli, in particolare in Africa Sub-sahariana. Per raggiungere uno sviluppo sostenibile e una vita dignitosa per tutti, bisogna affrontare le problematiche legate alla vita nelle baraccopoli.

UN-Habitat ha attivato un programma, Participatory Slum Upgrading Programme (PSUP) il cui scopo è quello di migliorare le condizioni di vita dei residenti dello slum di Mtwapa, baraccopoli nella contea di Kilifi a circa 500Km da Nairobi, attraverso il rafforzamento del processo partecipativo delle partnership con le autorità.

UN Habitat.1UN Habitat.2

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

Dal 1985, ogni primo luned\u00ec dl mese di ottobre, si celebra la Giornata Internazionale dell\u2019Habitat<\/b>, che mira a sensibilizzare la cittadinanza sulle questioni legate alla sostenibilit\u00e0 ambientale, ma anche alla responsabilit\u00e0 di creare il futuro dei nostri ambienti urbani. \u201cVoices from Slums<\/i>\u201d \u00e8 il tema promosso quest\u2019anno dalle UN<\/b> per puntare l\u2019attenzione sui residenti degli insediamenti informali \u2013 gli slums<\/b> \u2013 e sensibilizzare sulle condizioni di vita delle aree pi\u00f9 popolate del pianeta caratterizzate da alloggi inadeguati, nessuna rete fognaria, acqua potabile, criminalit\u00e0 diffusa, disoccupazione e l\u2019assenza dei servizi di base. Spesso i residenti di queste aree sono perfetti sconosciuti e non vengono censiti, ma venendo a conoscenza delle loro storie, chi si occupa di pianificazione urbana pu\u00f2 migliorare il benessere di una fetta significante della popolazione.<\/span>
<\/p>

Anche Ban Ki-moon<\/b>, Segretario Generale delle UN, ha sottolineato ulteriormente il problema della rapida urbanizzazione<\/b> nei paesi in via di sviluppo che di conseguenza ha visto aumentare la popolazione delle baraccopoli, in particolare in Africa Sub-sahariana<\/b>. Per raggiungere uno sviluppo sostenibile e una vita dignitosa per tutti, bisogna affrontare le problematiche legate alla vita nelle baraccopoli.<\/p>

UN-Habitat ha attivato un programma, Participatory Slum Upgrading Programme (PSUP)<\/a> il cui scopo \u00e8 quello di migliorare le condizioni di vita dei residenti dello slum di Mtwapa, baraccopoli nella contea di Kilifi a circa 500Km da Nairobi, attraverso il rafforzamento del processo partecipativo delle partnership con le autorit\u00e0.<\/p>

UN Habitat.1<\/a>, UN Habitat.2<\/a><\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

14 ottobre 2019

AIFA, Dicono di noi

La storia di Sharon per la Giornata delle bambine

In occasione della Giornata Internazionale delle Bambine, celebrata lo scorso 11 ottobre, la nostra sostenitrice e giornalista Chiara Cortese ha scritto un bellissimo articolo sul magazine Ohga  in cui parla … Continua

30 settembre 2019

AIFA

#StorieVere da AIFA: Brian

Vi abbiamo già presentato la classe di quest’anno di Alice Italian Food Academy: sono 13 i ragazzi che hanno scelto di mettersi in gioco e apprendere di più sulla nostra … Continua

18 settembre 2019

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Nel 2019 il Volontariato è Social

“Negli occhi di questi bimbi, mentre gli corri dietro, o provi a farli ridere, all’improvviso, rischi di trovarci un pezzo di te che ti era sfuggito, forse uno dei pezzi … Continua