News e Comunicazioni

Questa settimana, in Kenya, sarebbe dovuta coincidere con l’inizio del nuovo anno scolastico, ma a causa degli esiti negativi dei negoziati tra il governo e i sindacati degli insegnati, dal primo di gennaio gli insegnati hanno deciso di incrociare le braccia. Questa mossa è stata il risultato di incontri che vanno avanti dal settembre scorso con lo scopo di raggiungere un accordo sostenibile sui salari degli insegnanti pubblici, senza però alcun successo.

Il Segretario Generale del Kenya Union of Post-Primary Education Teachers (KUPPET), Akelo Misori, ha affermato “ci aspettavamo un’offerta considerevole da parte del Governo, ma non abbiamo ottenuto niente di serio”. La richiesta del sindacato degli insegnanti include tra le altre cose, il nodo centrale del confronto, ovvero un aumento del salario di base pari al 200%.

In questo clima teso, il portavoce del Governo invita comunque i genitori degli studenti a continuare a portare i propri figli a scuola, e gli insegnanti ad interrompere lo sciopero perché contrario alla legge nazionale.

Daily Nation 

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

Questa settimana, in Kenya<\/b>, sarebbe dovuta coincidere con l’inizio del nuovo anno scolastico, ma a causa degli esiti negativi dei negoziati tra il governo e i sindacati degli insegnati<\/b>, dal primo di gennaio gli insegnati hanno deciso di incrociare le braccia. <\/span>Questa mossa \u00e8 stata il risultato di incontri che vanno avanti dal settembre scorso con lo scopo di raggiungere un accordo sostenibile sui salari degli insegnanti pubblici, senza per\u00f2 alcun successo.<\/span><\/p>

Il Segretario Generale del Kenya Union of Post-Primary Education Teachers<\/b> (KUPPET), Akelo Misori<\/b>, ha affermato \u201cci aspettavamo un’offerta considerevole da parte del Governo, ma non abbiamo ottenuto niente di serio<\/i>\u201d. La richiesta del sindacato degli insegnanti include tra le altre cose, il nodo centrale del confronto, ovvero un aumento del salario di base pari al 200%.<\/p>

In questo clima teso, il portavoce del Governo<\/b> invita comunque i genitori degli studenti a continuare a portare i propri figli a scuola, e gli insegnanti ad interrompere lo sciopero perch\u00e9 contrario alla legge nazionale.<\/p>

Daily Nation<\/a> 
<\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

9 settembre 2019

AIFA

Lo Staff 2019: Leah Lekanayia

Dopo avervi parlato della Responsabile Didattica del nostro corso, la chef Nadia Gherardi, vi presentiamo la Direttrice del corso AIFA di quest’anno: Leah Lekanayia. Leah è nata in Kenya e … Continua

27 agosto 2019

AIFA

Lo Staff 2019: Nadia Gherardi

Un paio di settimane fa vi abbiamo presentato la nuova classe di Alice Italian Food Academy, che seguirà le lezioni di cucina italiana fino al prossimo novembre. In quell’occasione, vi … Continua

19 agosto 2019

News dal Kenya

Giornata Mondiale dell'Aiuto Umanitario

Dopo avervi raccontato della Giornata Mondiale dei Popoli Indigeni, oggi vi parliamo di un’altra Giornata importante e che sentiamo molto vicina al nostro lavoro: la Giornata Mondiale dell’Aiuto Umanitario (World … Continua