News e Comunicazioni

Poichè l’elettricità è un lusso per pochi, al calare della notte, le zone più popolose e povere della capitale del Kenya, piombano nell’oscurità più completa. Il buio però, offre l’opportunità perfetta ai criminali di svolgere le loro attività e assalire i residenti delle baraccopoli. “Con la luce, le persone si sentono al sicuro anche per strada, al buio è impossibile”, sottolinea l’architetto Charles Newman.

Dei semplici cambiamenti come l’installazione di lampioni lungo le vie delle baraccopoli potrebbe cambiare in meglio la vita di numerose person. Purtroppo però questo genere di lavori urbani rappresenta una notevole sfida economica per la maggior parte degli abitanti. Per questo motivo, un’attivista locale, Esther Passaris, ha lanciato la campagna ‘adottami’ al fine di convincere i commercianti ad investire nell’illuminazione e migliorare la sicurezza nelle strade della capitale.

Al momento, Passaris supervisiona l’installazione di 7 nuovi lampioni alti 30 metri che illumineranno una zona pari a 90,000 metri quadrati portando la luce in più di 7,500 case. Secondo Passaris, la spesa – $40,000 a lampione – vale il risultato, perché “ora anche di notte, a Kibera la vita continua. I bambini possono stare fuori casa e fare i compiti. È meraviglioso.

Global Post

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

Poich\u00e8 l\u2019elettricit\u00e0<\/b> \u00e8 un lusso per pochi, al calare della notte, le zone pi\u00f9 popolose e povere della capitale del Kenya, piombano nell’oscurit\u00e0 pi\u00f9 completa. Il buio per\u00f2, offre l\u2019opportunit\u00e0 perfetta ai criminali di svolgere le loro attivit\u00e0 e assalire i residenti delle baraccopoli. \”Con la luce, le persone si sentono al sicuro anche per strada, al buio \u00e8 impossibile<\/i>\u201d, sottolinea l\u2019architetto Charles Newman.<\/span>
<\/p>

Dei semplici cambiamenti come l\u2019installazione di lampioni<\/b> lungo le vie delle baraccopoli potrebbe cambiare in meglio la vita di numerose person. Purtroppo per\u00f2 questo genere di lavori urbani rappresenta una notevole sfida economica per la maggior parte degli abitanti. Per questo motivo, un\u2019attivista locale, Esther Passaris<\/b>, ha lanciato la campagna \u2018adottami<\/i>\u2019 al fine di convincere i commercianti ad investire nell’illuminazione<\/b> e migliorare la sicurezza nelle strade della capitale.<\/p>

Al momento, Passaris supervisiona l\u2019installazione di 7 nuovi lampioni alti 30 metri che illumineranno una zona pari a 90,000 metri quadrati portando la luce in pi\u00f9 di 7,500 case. Secondo Passaris, la spesa – $40,000 a lampione \u2013 vale il risultato, perch\u00e9 \u201cora anche di notte, a Kibera la vita continua. I bambini possono stare fuori casa e fare i compiti. \u00c8 meraviglioso.<\/i>\u201d<\/p>

Global Post<\/a>
<\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

2 luglio 2020

Volontariato a Distanza

Fin dall’inizio della nostra esperienza di cooperazione e sviluppo in Kenya, abbiamo promosso un programma di volontariato internazionale per tutti coloro che vogliono dare una mano e fare un’esperienza davvero … Continua

25 giugno 2020

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Gianluca e la sua esperienza come volontario

Ci sarebbe piaciuto rivederlo di persona, ma è stato comunque piacevole parlare via Skype con Gianluca, un ragazzo toscano di 40 anni partito con noi la scorsa estate per Nairobi. … Continua

16 giugno 2020

16 giugno 1976: gli Scontri di Soweto

Nel 1975, il Sud Africa stava vivendo gli anni della segregazione razziale, meglio nota come Apartheid. Nelson Mandela era in carcere da quasi dieci anni e da tempo ogni tentativo … Continua

× Come possiamo aiutarti?