News e Comunicazioni

Lo scorso anno, in occasione del decimo anniversario della nostra associazione, abbiamo deciso di premiare i nostri volontari (colonna portante dei nostri progetti) attraverso il contest fotografico “Back to Kenya”: chi avesse voluto, avrebbe potuto mandarci 3 foto scattate personalmente durante l’esperienza di volontariato internazionale e avere la possibilità di vincere una settimana da trascorrere presso i progetti di Nairobi.

Durante l’estate e l’autunno abbiamo raccolto tutte le adesioni (tantissime!) e una nostra giuria di esperti (selezionata tra il nostro staff e il nostro consiglio direttivo) ha avuto l’arduo compito di scegliere il vincitore, proclamato durante la nostra festa di Natale dello scorso dicembre: Laura Martorelli, volontaria a Nairobi nel 2017, è stata premiata per una bellissima foto che ritrae un tenero abbraccio tra il nostro volontario e suo compagno di avventura Pietro e uno dei bambini di Alice Village.

IMG_2993
La foto di Laura, vincitrice del contest.

Laura è partita per fare volontariato con la nostra associazione nell’aprile del 2017 e ha poi deciso di partecipare al contest fotografico un po’ per gioco, un po’ per passione: «Ho deciso di partecipare al contest perché oltre ad essere stata una volontaria sono una fotografa» racconta Laura. «La fotografia è sempre stato il mezzo con cui mi sento più a mio agio a raccontare i miei viaggi e le mie esperienze. Non potevo tirarmi indietro!».

IMG_2784
Un’altra foto scattata da Laura, a Korogocho.

Nonostante l’entusiasmo e la passione, ricevere il premio è stata una vera sorpresa, emozionante e inaspettata: i partecipanti erano davvero tanti, le foto presentate ancora di più e tutte, come ci aspettavamo, bellissime, intense ed estremamente rappresentative, ognuna a suo modo, dell’esperienza di volontariato. Ogni anno i nostri volontari ci mostrano o, addirittura, ci donano le immagini che hanno immortalato durante la loro permanenza in Kenya; alcuni di loro scattano pochissime foto o, addirittura, nessuna, ma quelli che ci inviano decine di megabyte di jpeg o che ci passano chiavette USB piene zeppe di immagini sono sempre la maggioranza.

Come diceva Isabel Allende: «Una bella fotografia racconta una storia, rivela un luogo, un evento, uno stato d’animo, è più potente di pagine e pagine scritte»; e questo è particolarmente vero quando, da volontari, ci ritroviamo a dover raccontare un’esperienza come quella avuta nelle baraccopoli di Nairobi, nelle scuole vicino alla discarica, nel distretto rurale di Rombo: per quanto possiamo essere bravi con le parole, per quanto possiamo essere precisi nelle nostre descrizioni ed emozionati e coinvolgenti nei nostri racconti, il modo più diretto ed esaustivo per catturare l’attenzione del nostro interlocutore e mostrargli letteralmente quello di cui stiamo parlando, è fargli vedere una fotografia.

Tra tutte le foto in gara, quella di Laura ha colpito particolarmente la nostra giuria, nonostante lei stessa ammetta che non avrebbe mai pensato di vincere proprio con quello scatto. Laura ci ha raccontato: «Ho scelto quella foto perché era tra le mie più intense di quel viaggio. Pietro e Michael (N.d.A: nome fittizio) non erano in posa e non si erano accorti che li stessi fotografando; e le fotografie spontanee e rubate sono le mie preferite».

Proprio oggi, Laura “ritirerà” il premio del contest, salendo di nuovo su un aereo che la porterà a Nairobi, dove trascorrerà sette indimenticabili giorni: «Mai avrei pensato di tornare in Kenya così presto. Mi sembra che quest’anno sia volato e di avere disfatto le valigie ieri […] Sono grata e felice, e non vedo l’ora di riabbracciare i ragazzi e scoprire le novità dei progetti. Il viaggio dello scorso anno mi aveva insegnato tanto e regalato bellissimi legami (sia con i bambini che con i miei compagni volontari), e sono sicura che quello di quest’anno lo farà altrettanto».

IMG_2936
Laura con alcuni dei suoi compagni di viaggio e alcuni bambini di Alice Village.

Buona avventura Laura! Ti aspettiamo al tuo ritorno perché tu possa raccontarci se le tue aspettative sono state soddisfatte. E perché tu possa mostrarci, naturalmente, le tue fotografie.

Potrebbe anche interessarti

20 luglio 2018

Inseguire i sogni ad ogni costo

Sharon, Hamisi, Everline, Mercelyne: sono soltanto alcuni dei quindici ragazzi che prenderanno posto tra i banchi della Italian Food Academy a partire dal prossimo 30 luglio. Quindici ragazzi che per … Continua

19 luglio 2018

Diari dei volontari

La prima volta del Taekwondo ad Alice Village

“Lo sport ha il potere di cambiare il mondo. Ha il potere di ispirare. Esso ha il potere di unire le persone in un modo che poche altre cose fanno. … Continua

13 luglio 2018

Una ragazza dal passato difficile

Il 30 luglio è il giorno in cui apriremo ufficialmente la nostra Alice Italian Food. Nei prossimi giorni lo staff italiano partirà per Nairobi, dove ad attenderli troveranno quindici ragazzi … Continua