FAQ



Domande frequenti

 

Ovvero, tutto quello che avresti sempre voluto sapere sul sostengo a distanza!

 

Abbiamo raccolto qui tutte le risposte alle domande frequenti che riceviamo da chi vuole saperne di più sul sostegno a distanza con la nostra associazione per fare una scelta informata e consapevole.

Per qualsiasi altro dubbio non esitare a contattarci!

 

1. A quanto ammonta la donazione per sostenere un bambino a distanza?

Con la nostra associazione, la donazione per sostenere un bambino e la sua comunità ammonta a 1 euro al giorno (30 euro al mese). Puoi scegliere se fare la tua donazione annualmente, ogni tre mesi, ogni sei mesi oppure ogni mese.

 

2. Come sarà utilizzata la mia donazione?

La tua donazione viene utilizzata:

  • per sostenere le spese scolastiche del bambino
  • per la sua assistenza sanitaria
  • per l’uniforme scolastica
  • per la colazione e il pranzo

Per i bambini e ragazzi del nostro orfanotrofio, del Baby Care e delle scuole secondarie, la donazione dei sostenitori copre solo in parte le spese di ogni singolo beneficiario. La quota mancante viene coperta dalla nostra associazione, grazie alle donazioni libere, una tantum oppure regolari, alle raccolte fondi, agli eventi di fund-raising, alle iniziative speciali che portiamo avanti durante l’anno, al contributo degli sponsor che ci sostengono.

 

3. Perché non posso vedere la foto del bambino prima di adottarlo, nel momento, ad esempio, in cui vi chiedo informazioni?

Al di là di casi particolari, di norma preferiamo inviare la foto e la storia del bambino SOLO DOPO la conferma della volontà di adottare a distanza perché

  • i bambini vengono affidati con un ordine di priorità rispetto alle loro emergenze e necessità
  • soprattutto, indipendentemente dalla loro età, dal sesso e dal loro aspetto fisico

 

4. Potrò comunicare con il bambino?

La risposta è sì!
Alice Family Book è un’AREA PERSONALE sul nostro sito a disposizione di ogni Genitore a Distanza, per creare un filo diretto con il proprio bambino, con cui

  • scambiare messaggi, disegni e fotografie
  • seguire i progressi a scuola
  • parlare con lui/lei via Skype

Grazie alla piattaforma e al nostro supporto, potrai instaurare un rapporto costante e duraturo con il bambino che sostieni.

 

5. Il mio sostegno a distanza è detraibile fiscalmente?

Sì!

Come tutte le donazioni solidali, il Sostegno a Distanza è deducibile o detraibile nella dichiarazione dei redditi. Ti invieremo il riepilogo delle tue donazioni da presentare al tuo commercialista o CAF di fiducia.

 

6. Quanto tempo dura un’ adozione a distanza?

Il tuo sostegno a distanza segue il bambino per tutta la durata delle scuole primarie (quindi, fino ai 13 anni circa) e, nei casi più meritevoli, anche per la durata delle scuole professionali.

Il bambino non necessita più del sostegno quando:

  • finisce il percorso scolastico primario
  • dopo aver ottenuto una borsa di studio per le professionali, termina il percorso delle secondarie
  • per problemi familiari o trasferimenti improvvisi, è costretto a uscire dal nostro programma prima della fine delle primarie.

Ti verrà sempre chiesto, al termine del percorso del bambino, se vuoi continuare a essere genitore a distanza. In questo caso, inizierai a sostenere un altro bambino.

 

7. Tutti i bambini sostenuti sono orfani?

Moltissimi bambini da noi sostenuti sono orfani, o di entrambi o di un solo genitore. Tuttavia:

• molti bambini delle baraccopoli vivono in una cosiddetta “famiglia allargata”, composta da parenti più o meno stretti
• i bambini che vivono nel nostro orfanotrofio spesso non sono orfani, ma sono stati allontanati dalla loro famiglia per problemi di maltrattamenti, abusi o incapacità genitoriale.

 

8. Dove vive il bambino che sosterrò?

I bambini sostenuti a distanza e beneficiari dei nostri progetti provengono tutti dalle baraccopoli di Nairobi. Se hanno una famiglia o dei parenti, vivono nelle baraccopoli e frequentano le nostre scuole a Dandora o Korogocho, se, invece, sono orfani o sono stati allontanati dalla famiglia, vivono all’interno del nostro orfanotrofio, alla periferia di Nairobi.

 

9. Posso inviare dei regali al bambino?

Sappiamo che, nel momento in cui si instaura un rapporto diretto e personale con il bambino, si ha piacere nell’inviare dei regali. Tuttavia, per nostra esperienza diretta, possiamo confermarti che mandare dei doni ai bambini adottati a distanza può essere estremamente dannoso e diseducativo: possono crearsi delle disuguaglianze all’interno delle classi o del nostro orfanotrofio e si rischia di rendere il bambino bersaglio di gelosie, se non di veri e propri furti. Potrai, se vorrai, acquistare dei regali per l’intera classe o per i bambini che in quel mese compiono gli anni all’interno del nostro orfanotrofio. Se desideri farlo, contattaci sempre per sapere come procedere: genitoriadistanza@aliceforchildren.it 

 

10. Che differenza c’è tra la vostra adozione a distanza e un’adozione internazionale?

Coloro che decidono di adottare un bambino straniero attraverso un’adozione internazionale diventano a tutti gli effetti i genitori del bambino, che ha la possibilità di raggiungere l’Italia e vivere con la sua nuova famiglia. Lo scopo del sostegno a distanza (o adozione a distanza), invece, è proprio quello di sostenere il bambino all’interno della sua comunità di origine e di aiutarlo a essere reintegrato nella propria famiglia. I bambini sostenuti a distanza non possono essere portati in Italia, proprio perché i sostenitori (o genitori a distanza) non diventano legalmente genitori dei bambini. I tutori legali dei bambini rimangono sempre i loro genitori, le loro famiglie allargate o la nostra associazione (nel caso in cui il bambino sia affidato al nostro orfanotrofio).