News e Comunicazioni

Facili e veloci da fare,con ingredienti semplici e facilmente reperibili. Buonissimi da accompagnare a qualsiasi pietanza, sostitutivi del pane e simili alle nostre piadine. I chapati sono tipici di molti Paesi africani e orientali.

Tempo di realizzazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Ingredienti

1 ½ kg di farina di frumento integrale, 2 tazze di farina bianca, 1 cucchiaio di sale, 10 g di burro, acqua calda.

Preparazione “Chapati”

Setacciate insieme le farine e il sale facendoli cadere in una grande terrina, unitevi il burro e incorporatelo lavorando con le mani. Aggiungete acqua fredda, quanta ne occorre per ottenere un impasto di giusta consistenza e lavoratelo per parecchi minuti. Coprite e lasciate riposare 1 ora. Tornate a lavorare l’impasto, se necessario aggiungendo un poco di acqua fredda. Dividetelo in palline grosse come noci, e appiattite ciascuna di queste dandole la forma di una minuscola frittata. Cuocete su una piastra calda, leggermente unta, finché i tondini di pasta sono leggermente dorati ma non induriti; girateli e cuoceteli dall’altra parte, poi girateli di nuovo e premete gli orli, così si gonfierenno.  Serviteli caldi, con o senza burro. Con la stessa ricetta, solo sciogliendo nell’acqua da aggiungere alla pasta 6 cucchiai di zucchero bruno, si possono fare chapati dolci.

Condividi su

Potrebbe anche interessarti

20 gennaio 2021

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Un viaggio nella baraccopoli di Korogocho

La baraccopoli di Korogocho è una tra le più grandi e popolose di Nairobi. È qui che siamo approdati più di dieci anni fa nel nostro primo viaggio alla scoperta … Continua

15 gennaio 2021

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Ai Piedi della Discarica: il Racconto di Arianna

Dandora è uno dei più di 100 slum di Nairobi. Un agglomerato di baracche e strade strette, dove vivono e si muovono migliaia di persone. A soli 7 chilometri dal … Continua

10 gennaio 2021

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Alla Scoperta di Rombo con Alessandra

“Tanti di loro erano scalzi, la divisa era ormai logorata dal tempo, ma i loro sorrisi e gli occhi illuminati da una luce che solo la savana e le distese … Continua

× Come possiamo aiutarti?