News e Comunicazioni

L’associazione umanitaria Human Rights Watch lancia l’allarme: il governo etiope sta trasferendo decine di migliaia di persone dai propri villaggi, spinto dall’intenzione di destinare sempre più terreni all’agricoltura industriale. Oltre a denunciare la attività governative, l’ong spiega come le persone dei villaggi vengano trasferite senza preventivi accordi, né adeguate compensazioni per la terra persa, prevedendo anche arresti nei confronti di chi non si pieghi all’iniziativa giunta dall’alto.
Human Rights Watch ha condotto almeno 100 interviste in Etiopia da maggio a giugno nel corso del 2011, arrivando alla stesura del report di denucia “Waiting Here for Death”, un lavoro lucido quando allarmante, che descrive le condizioni alle quali interi villaggi sono stati ri-locati contro la volontà dei loro abitanti. Secondo l’associazione il governo etiope starebbe movimentando ingenti quantità di persone senza assicurare alle stesse mezzi di sostentamento adeguati, iniziando dalla sicurezza alimentare negata. Proprio per questo Jan Egeland, direttore europeo dell’organizzazione, chiede al governo di interrompere i trasferimenti, per lo meno fino a quando non avrà accertato le possibilità di garantire infrastrutture di base per la sopravvivenza delle persone trasferite e che alle stesse vengano fornite adeguate compensazioni per la perdita della propria terra.

Per continuare a leggere e maggiori info: http://gogreen.virgilio.it/news/ambiente-energia/agricoltura-commerciale-terreni-etiopia-caccia-indigeni_5431.html

Condividi su

Potrebbe anche interessarti

2 dicembre 2020

Caterina e il Diritto allo Studio dei Nostri Bambini

“Il mio è un desiderio: sarebbe bellissimo che questi bimbi vivessero davvero protetti, che vivessero come bambini, nella leggerezza dell’infanzia”. Quando per la prima volta nel 2007 abbiamo visitato la … Continua

30 novembre 2020

L'HIV non è Ancora Sconfitto

1,7 milioni di nuovi infetti, 690 mila morti e 38 milioni di persone che convivono con il virus. Non stiamo parlando di Covid-19 o di una nuova pandemia mondiale, ma … Continua

30 novembre 2020

Il 25 Novembre nello Slum

Il 2020 è stato un anno pieno di difficoltà, anche per la nostra associazione. Tuttavia, non solo non ci siamo fermati davanti ai mille ostacoli che abbiamo incontrato, ma abbiamo … Continua

× Come possiamo aiutarti?