News e Comunicazioni

I molti problemi che affliggono il Kenia sono spesso connessi tra di loro, in una rete difficile da districare. La piaga che maggiormente colpisce lo stato africano è certamente la scarsità d’acqua. Stando a quanto riportato sul “Kenya Water Report” delle Nazioni Unite, la disponibilità d’acqua pro capite nel 2005 è di soli 647 metri cubi.Dalle riserve idriche presenti sul territorio all’incirca 193 milioni di metri cubi all’anno sono effettivamente utilizzabili (contro i 150 miliardi di metri cubi d’acqua dolce presenti sul suolo italiano). La maggiore risorsa d’acqua rinnovabile proviene dalle piogge annue, le quali però hanno un volume di 322.77 miliardi di metri cubi al quale vanno sottratti 20 miliardi di metri cubi che fluiscono via senza possibilità di recupero soprattutto a causa della deforestazione, poiché in assenza di barriere naturali che facciano da contenzione, l’acqua fluisce inesorabilmente. Fortunatamente l’opera di sensibilizzazione svolta sia dall’UNEP che dal Ministro dell’ambiente Noah Wekesa ha reso possibile una presa di coscienza dell’importanza della tutela dell’ecosistema della Foresta Mau e dei costi che derivano dalla perdita di risorse fondamentali come gli alberi e l’acqua, ma la strada è ancora lunga e tortuosa. La costante crescita della popolazione comporta la necessità di creare ulteriori aree coltivabili e di richiedere maggiori quantità di legno poiché utilizzato come combustibile di uso comune per la popolazione. L’impoverimento dell’ecosistema del paese è un’ulteriore evidente conseguenza del disboscamento. Si cerca di incentivare la popolazione alla sostenibilità ambientale, ma i duri costi della crescita economica invitano spesso a rigettare la definizione dello sviluppo sostenibile come quello sviluppo “che soddisfa i bisogni del presente senza compromettere la possibilità delle generazioni future di soddisfare i propri bisogni”.

Giulia Buffa

Fonti:

Millennium Development Goals 2010 delle Nazioni Unite;

Kenya National Water Development Report 2005 dell’UNESCO;

“Kenya: UNEP highlights cost of deforestation on Kenya’s economy”, www.afriquejet.com;

Wikipedia.org

Condividi su

Potrebbe anche interessarti

20 gennaio 2021

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Un viaggio nella baraccopoli di Korogocho

La baraccopoli di Korogocho è una tra le più grandi e popolose di Nairobi. È qui che siamo approdati più di dieci anni fa nel nostro primo viaggio alla scoperta … Continua

15 gennaio 2021

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Ai Piedi della Discarica: il Racconto di Arianna

Dandora è uno dei più di 100 slum di Nairobi. Un agglomerato di baracche e strade strette, dove vivono e si muovono migliaia di persone. A soli 7 chilometri dal … Continua

10 gennaio 2021

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Alla Scoperta di Rombo con Alessandra

“Tanti di loro erano scalzi, la divisa era ormai logorata dal tempo, ma i loro sorrisi e gli occhi illuminati da una luce che solo la savana e le distese … Continua

× Come possiamo aiutarti?