News e Comunicazioni

È di queste ore la notizia di un nuovo assalto alle ville di turisti stranieri a Malindi. Nello specifico si tratta di alcuni turisti italiani residenti tra Malindi e Watamu, a Mayungu.

Nottetempo dei malviventi locali hanno fatto il loro ingresso in una villa della zona, sparando colpi di arma da fuoco ed accoltellando gli abitanti della casa. In particolare Alessandro Aiani, italiano originario di Genzano, in provincia di Roma, presente durante l’assalto, parla di un situazione assurda. Malviventi in casa ed uno degli inquilini colpito alla pancia e sanguinante è riuscito a raggiungere l’ospedale solo dopo l’intervento di alcuni uomini della sicurezza della zona.

La refurtiva è stata un po’ di denaro e delle macchine fotografiche.

Il console a Malindi, Roberto Macrì, ha seguito la vicenda. L’assalto in villa, purtroppo, non è un evento isolato, appena due settimane fa, tra il 2 ed il 3 di febbraio, un altro caso simile, sempre nella stessa zona, ha coinvolto una donna italiana, violentemente aggredita da rapinatori, dopo una degenza di 48 ore in ospedale è riuscita a rientrare in discrete condizioni in Italia.

Themis

Fonti:

http://www.corriere.it/esteri/13_febbraio_20/malindi-turisti-attacco_9381cbf0-7b38-11e2-ba69-3fd719869bcf.shtml

http://www.ilgiornale.it/news/esteri/kenya-attacco-turisti-italiani-888008.html

 

Condividi su

Potrebbe anche interessarti

15 gennaio 2021

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Ai Piedi della Discarica: il Racconto di Arianna

Dandora è uno dei più di 100 slum di Nairobi. Un agglomerato di baracche e strade strette, dove vivono e si muovono migliaia di persone. A soli 7 chilometri dal … Continua

10 gennaio 2021

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Alla Scoperta di Rombo con Alessandra

“Tanti di loro erano scalzi, la divisa era ormai logorata dal tempo, ma i loro sorrisi e gli occhi illuminati da una luce che solo la savana e le distese … Continua

3 gennaio 2021

Le Novità del 2021

Il 2020 ha stravolto le vite di tutti noi, in un modo o nell’altro. Alcuni dei piani che avevamo riguardo i nostri progetti in Kenya e in Italia sono rimasti … Continua

× Come possiamo aiutarti?