News e Comunicazioni

Al-Bashir non verrà arrestato. Questa è una notizia che per alcuni potrà suonare scontata. Nonostante la sentenza della ICC che condanna il presidente del Sudan per crimini di guerra in Darfur, al-Bashir sarà libero di volare in Kenya per l’investitura presidenziale di Kenyatta, il neoeletto presidente, in profumo di sanzione dalla stessa corte per crimini nel periodo post-elettorale del 2007.

Ma si sa, al-Bashir ormai ci ha abituato a viaggi “sicuri” tra Europa e Africa nonostante la Corte di Giustizia Internazionale.

A complicare il quadro c’è una decisione dei Tribunali kenioti che impongono l’arresto del dittatore sudanese una volta toccato il suolo patrio. Ma anche questa decisione è stata sospesa, il Kenya è in festa, con buona pace dei tribunali e del diritto. Al-Bashir è libero di volare nel Paese, forse facendo un viaggio un po’ più lungo per evitare di toccare Paesi un po’ più zelanti, e, così come dichiarato da Kenyatta, sarà oggi e domani il benvenuto in Kenya.

Themis

Fonti:

Daily Nation

http://www.nation.co.ke/News/politics/-/1064/1741810/-/b196u6/-/index.html

Condividi su

Potrebbe anche interessarti

29 gennaio 2020

Vittorio racconta - seconda parte

Continuiamo a raccontarvi quello che ci ha detto Vittorio. In questa ultima parte, ci ha raccontato in modo più approfondito la sua esperienza come nostro sostenitore e cuore pulsante della … Continua

24 gennaio 2020

Interviste: Vittorio De Caprio (sostenitore e genitore a distanza)

Abbiamo fatto una chiacchierata con il nostro sostenitore e genitore a distanza Vittorio De Caprio per saperne di più sul progetto di raccolta fondi che ha portato avanti insieme alla … Continua

20 gennaio 2020

Sostegno a Distanza: la storia di Bashir

Quest’anno abbiamo raggiunto un obiettivo importante per la nostra associazione. 156 nuovi bambini sono entrati nel programma di sostegno a distanza!   Questo significa che: potranno allontanarsi dal lavoro in … Continua