News e Comunicazioni

Il pane kenyota per fare la scarpetta.

Morbido e gustoso, il chapati (o chapatti) è il tipico pane diffuso in diversi paesi dell’Africa orientale tra cui il Kenya e la Tanzania. Le origini sono indiane, ma l’uso è lo stesso in tutti i paesi in cui si è diffuso: fare la scarpetta per pulire bene il piatto.

Il chapati, che in genere si accompagna alle salse o ai piatti locali, è un alimento molto semplice da preparare ed economico. Gli ingredienti sono tre: farina integrale, acqua e sale. La forma è rotonda, simile a quella della pizza, e le dimensioni sono ridotte: il diametro è di circa 12 centimetri. La cottura avviene su una piastra asciutta e molto calda.

Talvolta, l’impasto già cotto viene poi esposto per qualche istante sulla fiamma viva facendolo così gonfiare di vapore. In questo modo assume una forma particolare che si definisce “Gujrathi phulka”.

Tante sono le varianti che si possono realizzare usando ingredienti diversi come la farina di miglio, quella di mais o quella di lenticchie.

 

Ecco la ricetta del chapati:

Ingredienti

  • 260 g di farina
  • 180 ml di acqua
  • 1/2 cucchiaino di sale

Preparazione
Fate sciogliere il sale nell’acqua e versate il liquido, a poco a poco, nella ciotola dove avrete precedentemente messo la farina.
Con un cucchiaio, o usando le dita, impastate la farina con l’acqua fino a ottenere un composto morbido, ma compatto.

A quel punto mettete l’impasto su un’asse di legno e lavoratelo per almeno una decina di minuti. Quando avrete ottenuto una pasta soda e liscia formate una palla, mettetela in una ciotola, copritela con un panno umido e lasciatela riposare per 20 minuti.

Successivamente riprendete la pasta e dividetela in diverse palline. Con il matterello stendetele in dischi sottili di circa 10-15 centimetri di diametro.
Scaldate poi la padella per le crepe o, nel caso non l’aveste, una padella antiaderente. Quando sarà ben calda fate cuocere, uno alla volta i vostri dischi di pasta.

Nel momento in cui vedrete che cominciano a formarsi delle bolle, girate il disco dall’altro lato.

Curiosità
Se volete ottenere la consistenza del “Gujrathi phulka” potete scaldare il chapati in un forno a microonde per 5-10 secondi dopo averlo cotto. 

Condividi su

Potrebbe anche interessarti

2 luglio 2020

Volontariato a Distanza

Fin dall’inizio della nostra esperienza di cooperazione e sviluppo in Kenya, abbiamo promosso un programma di volontariato internazionale per tutti coloro che vogliono dare una mano e fare un’esperienza davvero … Continua

25 giugno 2020

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Gianluca e la sua esperienza come volontario

Ci sarebbe piaciuto rivederlo di persona, ma è stato comunque piacevole parlare via Skype con Gianluca, un ragazzo toscano di 40 anni partito con noi la scorsa estate per Nairobi. … Continua

16 giugno 2020

16 giugno 1976: gli Scontri di Soweto

Nel 1975, il Sud Africa stava vivendo gli anni della segregazione razziale, meglio nota come Apartheid. Nelson Mandela era in carcere da quasi dieci anni e da tempo ogni tentativo … Continua

× Come possiamo aiutarti?