News e Comunicazioni

La nostra mamy Triza e la sua bimba Verena

Fame, sete, guerre e Aids non sono gli unici flagelli che mettono a dura prova la popolazione africana. Un’altra criticità, spesso trascurata, riguarda la mortalità da parto.

I numeri parlano chiaro: il 56% del totale globale della mortalità della madri si concentra solo nell’Africa sub sahariana.

Lì ogni anno cinque donne su mille perdono la vita nel momento in cui danno alla luce il loro bambino, per un totale di 162mila decessi all’anno.

Il problema non riguarda solo le condizioni igieniche in cui avviene il parto, ma soprattutto la mancanza di personale specializzato che aiuti le gestanti prima e dopo il parto.

Anche dopo aver avuto il bambino, infatti, una grande percentuale di donne si ammala sviluppando patologie a lungo termine.

I parti avvengono per lo più in casa e questo a causa dell’assenza di mezzi di trasporto che possano portare le madri nei centri medici specializzati in tempo utile da quando comincia il travaglio.

Fonte: la Repubblica

Condividi su

Potrebbe anche interessarti

20 gennaio 2020

Sostegno a Distanza: la storia di Bashir

Quest’anno abbiamo raggiunto un obiettivo importante per la nostra associazione. 156 nuovi bambini sono entrati nel programma di sostegno a distanza!   Questo significa che: potranno allontanarsi dal lavoro in … Continua

23 dicembre 2019

News dal Kenya

Il Viaggio di Novembre

Lo scorso novembre è stato un mese pieno di grandi avvenimenti per la nostra associazione. Molti di questi si sono svolti durante il viaggio degli ospiti, genitori a distanza e … Continua

19 dicembre 2019

L'Anemia Falciforme e i Nostri Piccoli Eroi

Si sente parlare spesso di malattie legate al continente africano, come HIV, malaria e tubercolosi. Ma esiste un’altra malattia di cui nessuno parla e che causa problemi gravi a moltissimi … Continua