News e Comunicazioni

Credits: Jan Grarup, NOOR, National Geographic

C’è chi sostiene che il cambiamento climatico non sia reale e chi ancora crede che non abbia effetti concreti sul Pianeta.

I numeri, però, parlano di una situazione decisamente diversa: sono più di 32 milioni, infatti, le persone che lo scorso anno sono state costrette ad abbandonare le loro case a causa di calamità naturali.

Sono quelli che vengono definiti “rifugiati climatici”. E l’Africa ha i dati peggiori: nel 2012 gli sfollati sono stati 8,2 milioni, quattro volte di più rispetto al 2011.

Sono questi i risultati che emergono da un rapporto pubblicato lo scorso 13 maggio dall’Internal Displacement Monitoring Centre (Idmc), dal quale emerge che gli spostamenti degli individui legati alle condizioni climatiche rappresentano il 98% del movimento globale delle persone. India e Nigeria contano, da sole, il 41% del totale degli spostamenti.«Attualmente le informazioni disponibili sono parziali e riguardano le persone ‘più in vista’, che si rifugiano nei campi – ha spiegato al Corriere della Sera Chiara Spurrell, portavoce di Idmc – Abbiamo invece bisogno di sapere di più su chi cerca rifugio con le proprie famiglie e gli amici a seguito di calamità più piccole, che non fanno notizia, anche perché si prevede che il cambiamento climatico avrà un impatto sempre più forte a livello globale».

Fonte: Corriere della Sera

Condividi su

Potrebbe anche interessarti

24 settembre 2020

Diamo i Numeri... Grazie a Voi!

SEMBRAVA IMPOSSIBILE, MA GRAZIE A VOI CI STIAMO RIUSCENDO! Da qualche mese abbiamo lanciato il nuovo progetto per aiutare le famiglie che vivono negli slum, ridotte alla fame dalle conseguenze … Continua

15 settembre 2020

News dal Kenya

Le scuole chiuse cancellano i diritti dei bambini

Secondo un recente studio delle Nazioni Unite, nei prossimi dieci anni il numero delle spose bambine nel mondo crescerà di 13 milioni. Questa è solo una delle conseguenze della chiusura … Continua

10 settembre 2020

Il Tuo 5x1000 Può Fare la Differenza

Il 2020 è un anno particolare, anche per la donazione del 5×1000: a causa della pandemia e del lockdown, le scadenze per la presentazione del 730 o del Modello Redditi … Continua

× Come possiamo aiutarti?