News e Comunicazioni

Credits: Jan Grarup, NOOR, National Geographic

C’è chi sostiene che il cambiamento climatico non sia reale e chi ancora crede che non abbia effetti concreti sul Pianeta.

I numeri, però, parlano di una situazione decisamente diversa: sono più di 32 milioni, infatti, le persone che lo scorso anno sono state costrette ad abbandonare le loro case a causa di calamità naturali.

Sono quelli che vengono definiti “rifugiati climatici”. E l’Africa ha i dati peggiori: nel 2012 gli sfollati sono stati 8,2 milioni, quattro volte di più rispetto al 2011.

Sono questi i risultati che emergono da un rapporto pubblicato lo scorso 13 maggio dall’Internal Displacement Monitoring Centre (Idmc), dal quale emerge che gli spostamenti degli individui legati alle condizioni climatiche rappresentano il 98% del movimento globale delle persone. India e Nigeria contano, da sole, il 41% del totale degli spostamenti.«Attualmente le informazioni disponibili sono parziali e riguardano le persone ‘più in vista’, che si rifugiano nei campi – ha spiegato al Corriere della Sera Chiara Spurrell, portavoce di Idmc – Abbiamo invece bisogno di sapere di più su chi cerca rifugio con le proprie famiglie e gli amici a seguito di calamità più piccole, che non fanno notizia, anche perché si prevede che il cambiamento climatico avrà un impatto sempre più forte a livello globale».

Fonte: Corriere della Sera

Condividi su

Potrebbe anche interessarti

14 ottobre 2019

AIFA, Dicono di noi

La storia di Sharon per la Giornata delle bambine

In occasione della Giornata Internazionale delle Bambine, celebrata lo scorso 11 ottobre, la nostra sostenitrice e giornalista Chiara Cortese ha scritto un bellissimo articolo sul magazine Ohga  in cui parla … Continua

30 settembre 2019

AIFA

#StorieVere da AIFA: Brian

Vi abbiamo già presentato la classe di quest’anno di Alice Italian Food Academy: sono 13 i ragazzi che hanno scelto di mettersi in gioco e apprendere di più sulla nostra … Continua

18 settembre 2019

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Nel 2019 il Volontariato è Social

“Negli occhi di questi bimbi, mentre gli corri dietro, o provi a farli ridere, all’improvviso, rischi di trovarci un pezzo di te che ti era sfuggito, forse uno dei pezzi … Continua