News e Comunicazioni

A 11 giorni dalle elezioni in Zimbabwe e 7 dai risultati che hanno dato la vittoria Robert Mugabe con il 61% rispetto al 34% di Morgan Tsvangirai. La situazione nel paese è tesa.

È emerso che più di 750,000 elettori nelle aree urbane – dove generalmente Tsvangirai aveva una salda maggioranza su Mugabe – sono stati rimandati a casa. Le ragioni per la loro impossibilità a votare sono risultate essere l’inesistenza dei loro dati sui registri elettorali, registrazioni con nomi diversi da quelli reali o la presunta mancanza di tutti i necessari documenti di identità.

Inoltre, si sospettano numerosi casi dove persone sospettate di essere a favore di Tsvangirai sono stati obbligati a dichiararsi analfabeti per ottenere l’assistenza degli ufficiali che avrebbero poi truccato il voto. Per ora se ne contano almeno 206,000, ma dato che lo Zimbabwe è uno dei paesi africani con il più alto tasso di alfabetizzazione del continente, queste cifre hanno fatto aumentare i dubbi sulla validità dei voti.

E l’opposizione sostiene con forza che la vittoria di Mugabe non riflette il volere del popolo e che “non legittimerà l’illegittimo” richiedendo un’investigazione forense del processo elettorale.

Nel frattempo migliaia di cittadini dello Zimbabwe che speravano in un nuovo inizio, sono sotto shock  per la notizia che l’89enne Mugabe guiderà ancora il loro paese.

Fonti: Aljazeera1 , Aljazeera2

Giulia

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

A 11 giorni dalle elezioni in Zimbabwe<\/b> e 7 dai risultati che hanno dato la vittoria Robert Mugabe<\/b> con il 61% rispetto al 34% di Morgan Tsvangirai<\/b>. La situazione nel paese \u00e8 tesa.<\/p>

\u00c8 emerso che pi\u00f9 di 750,000 elettori nelle aree urbane – dove generalmente Tsvangirai aveva una salda maggioranza su Mugabe – sono stati rimandati a casa. Le ragioni per la loro impossibilit\u00e0 a votare sono risultate essere l\u2019inesistenza dei loro dati sui registri elettorali, registrazioni con nomi diversi da quelli reali o la presunta mancanza di tutti i necessari documenti di identit\u00e0.<\/p>

Inoltre, si sospettano numerosi casi dove persone sospettate di essere a favore di Tsvangirai sono stati obbligati a dichiararsi analfabeti per ottenere l\u2019assistenza degli ufficiali che avrebbero poi truccato il voto. Per ora se ne contano almeno 206,000, ma dato che lo Zimbabwe \u00e8 uno dei paesi africani con il pi\u00f9 alto tasso di alfabetizzazione del continente, queste cifre hanno fatto aumentare i dubbi sulla validit\u00e0 dei voti.<\/p>

E l\u2019opposizione sostiene con forza che la vittoria di Mugabe non riflette il volere del popolo e che \u201cnon legittimer\u00e0 l\u2019illegittimo<\/i>\u201d richiedendo un\u2019investigazione forense del processo elettorale.<\/p>

Nel frattempo migliaia di cittadini dello Zimbabwe che speravano in un nuovo inizio, sono sotto shock<\/b>  per la notizia che l\u201989enne Mugabe guider\u00e0 ancora il loro paese.<\/p>

Fonti: Aljazeera1<\/a> , Aljazeera2<\/a><\/p>

Giulia<\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

19 agosto 2019

News dal Kenya

Giornata Mondiale dell'Aiuto Umanitario

Dopo avervi raccontato della Giornata Mondiale dei Popoli Indigeni, oggi vi parliamo di un’altra Giornata importante e che sentiamo molto vicina al nostro lavoro: la Giornata Mondiale dell’Aiuto Umanitario (World … Continua

13 agosto 2019

La Classe 2019 di AIFA

Il racconto sulla nuova avventura ad Alice Italian Food Academy prosegue questa settimana con la presentazione della nuova classe di aspiranti chef kenioti! Le lezioni di cucina italiana sono iniziate … Continua

9 agosto 2019

News dal Kenya

Giornata Mondiale dei Popoli Indigeni 2019

La Giornata Mondiale dei Popoli Indigeni ricorre ogni anno il giorno 9 agosto. È stata istituita dalle Nazioni Unite nel 1994 per celebrare le diversità caratteristiche di ciascun popolo indigeno … Continua