News e Comunicazioni

50 anni fa, sotto la guida di Jomo Kenyatta, il Kenya otteneva la sua indipendenza dall’impero coloniale britannico. Il 12 dicembre è giornata di festa nazionale: scuole, uffici pubblici e banche sono chiusi. I festeggiamenti del giubileo d’oro sono iniziati mercoledì a mezzanotte, con l’alzabandiera agli Uhuru Gardens di Nairobi.

Alle celebrazioni del 50esimoJamhuri Day”, hanno preso parte anche numerosi capi di stato africani (Nigeria, Malawi, Uganda, Eritrea, Burundi, Botswana, Sud Sudan e Tanzania). Ciò che ha colpito invece è stata la cospicua assenza di rappresentanza ufficiale occidentale e i pochi che hanno preso parte, sono stati annunciati dal Vice Presidente William Ruto solo con il nome del loro Paese di appartenenza.

Durante gli sgargianti festeggiamenti al Safaricom Stadium di Kasarani, il Presidente Kenyatta nel suo discorso ufficiale, ha ripreso la retorica anticoloniale di eroismo ricordando i combattenti Mau Mau, il movimento Kikuyu che negli anni Cinquanta fu soppresso brutalmente dall’amministrazione coloniale. Ha inoltre annunciato che il governo Kenyota cercherà maggior integrazione con i Paesi africani i quali si sono recentemente dimostrati solidali con il suo governo in seguito alle accuse della Corte Penale Internazionale.

La festa è stata però macchiata dallo scampato attentato di due turisti inglesi a Likoni, non lontano da Mombasa; mentre erano in macchina, sono stati colpiti da una granata che fortunatamente non è scoppiata.

Fonti: Rainews.itDaily Nation

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

50 anni fa, sotto la guida di Jomo Kenyatta<\/b>, il Kenya otteneva la sua indipendenza<\/b> dall’impero coloniale britannico. Il 12 dicembre \u00e8 giornata di festa nazionale: scuole, uffici pubblici e banche sono chiusi. I festeggiamenti del giubileo d\u2019oro sono iniziati mercoled\u00ec a mezzanotte, con l’alzabandiera agli Uhuru Gardens di Nairobi.<\/p>

Alle celebrazioni del 50esimo<\/b> \u201cJamhuri Day<\/b>\u201d, hanno preso parte anche numerosi capi di stato africani (Nigeria, Malawi, Uganda, Eritrea, Burundi, Botswana, Sud Sudan e Tanzania). Ci\u00f2 che ha colpito invece \u00e8 stata la cospicua assenza di rappresentanza ufficiale occidentale e i pochi che hanno preso parte, sono stati annunciati dal Vice Presidente William Ruto<\/b> solo con il nome del loro Paese di appartenenza.<\/p>

Durante gli sgargianti festeggiamenti al Safaricom Stadium<\/b> di Kasarani, il Presidente Kenyatta<\/b> nel suo discorso ufficiale, ha ripreso la retorica anticoloniale di eroismo ricordando i combattenti Mau Mau, il movimento Kikuyu che negli anni Cinquanta fu soppresso brutalmente dall’amministrazione coloniale. Ha inoltre annunciato che il governo Kenyota cercher\u00e0 maggior integrazione con i Paesi africani i quali si sono recentemente dimostrati solidali con il suo governo in seguito alle accuse della Corte Penale Internazionale.<\/p>

La festa \u00e8 stata per\u00f2 macchiata dallo scampato attentato<\/b> di due turisti inglesi a Likoni, non lontano da Mombasa; mentre erano in macchina, sono stati colpiti da una granata che fortunatamente non \u00e8 scoppiata.<\/p>

Fonti: Rainews.it<\/a>, Daily Nation<\/a><\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

20 gennaio 2020

Sostegno a Distanza: la storia di Bashir

Quest’anno abbiamo raggiunto un obiettivo importante per la nostra associazione. 156 nuovi bambini sono entrati nel programma di sostegno a distanza!   Questo significa che: potranno allontanarsi dal lavoro in … Continua

23 dicembre 2019

News dal Kenya

Il Viaggio di Novembre

Lo scorso novembre è stato un mese pieno di grandi avvenimenti per la nostra associazione. Molti di questi si sono svolti durante il viaggio degli ospiti, genitori a distanza e … Continua

19 dicembre 2019

L'Anemia Falciforme e i Nostri Piccoli Eroi

Si sente parlare spesso di malattie legate al continente africano, come HIV, malaria e tubercolosi. Ma esiste un’altra malattia di cui nessuno parla e che causa problemi gravi a moltissimi … Continua