News e Comunicazioni

50 anni fa, sotto la guida di Jomo Kenyatta, il Kenya otteneva la sua indipendenza dall’impero coloniale britannico. Il 12 dicembre è giornata di festa nazionale: scuole, uffici pubblici e banche sono chiusi. I festeggiamenti del giubileo d’oro sono iniziati mercoledì a mezzanotte, con l’alzabandiera agli Uhuru Gardens di Nairobi.

Alle celebrazioni del 50esimoJamhuri Day”, hanno preso parte anche numerosi capi di stato africani (Nigeria, Malawi, Uganda, Eritrea, Burundi, Botswana, Sud Sudan e Tanzania). Ciò che ha colpito invece è stata la cospicua assenza di rappresentanza ufficiale occidentale e i pochi che hanno preso parte, sono stati annunciati dal Vice Presidente William Ruto solo con il nome del loro Paese di appartenenza.

Durante gli sgargianti festeggiamenti al Safaricom Stadium di Kasarani, il Presidente Kenyatta nel suo discorso ufficiale, ha ripreso la retorica anticoloniale di eroismo ricordando i combattenti Mau Mau, il movimento Kikuyu che negli anni Cinquanta fu soppresso brutalmente dall’amministrazione coloniale. Ha inoltre annunciato che il governo Kenyota cercherà maggior integrazione con i Paesi africani i quali si sono recentemente dimostrati solidali con il suo governo in seguito alle accuse della Corte Penale Internazionale.

La festa è stata però macchiata dallo scampato attentato di due turisti inglesi a Likoni, non lontano da Mombasa; mentre erano in macchina, sono stati colpiti da una granata che fortunatamente non è scoppiata.

Fonti: Rainews.itDaily Nation

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

50 anni fa, sotto la guida di Jomo Kenyatta<\/b>, il Kenya otteneva la sua indipendenza<\/b> dall’impero coloniale britannico. Il 12 dicembre \u00e8 giornata di festa nazionale: scuole, uffici pubblici e banche sono chiusi. I festeggiamenti del giubileo d\u2019oro sono iniziati mercoled\u00ec a mezzanotte, con l’alzabandiera agli Uhuru Gardens di Nairobi.<\/p>

Alle celebrazioni del 50esimo<\/b> \u201cJamhuri Day<\/b>\u201d, hanno preso parte anche numerosi capi di stato africani (Nigeria, Malawi, Uganda, Eritrea, Burundi, Botswana, Sud Sudan e Tanzania). Ci\u00f2 che ha colpito invece \u00e8 stata la cospicua assenza di rappresentanza ufficiale occidentale e i pochi che hanno preso parte, sono stati annunciati dal Vice Presidente William Ruto<\/b> solo con il nome del loro Paese di appartenenza.<\/p>

Durante gli sgargianti festeggiamenti al Safaricom Stadium<\/b> di Kasarani, il Presidente Kenyatta<\/b> nel suo discorso ufficiale, ha ripreso la retorica anticoloniale di eroismo ricordando i combattenti Mau Mau, il movimento Kikuyu che negli anni Cinquanta fu soppresso brutalmente dall’amministrazione coloniale. Ha inoltre annunciato che il governo Kenyota cercher\u00e0 maggior integrazione con i Paesi africani i quali si sono recentemente dimostrati solidali con il suo governo in seguito alle accuse della Corte Penale Internazionale.<\/p>

La festa \u00e8 stata per\u00f2 macchiata dallo scampato attentato<\/b> di due turisti inglesi a Likoni, non lontano da Mombasa; mentre erano in macchina, sono stati colpiti da una granata che fortunatamente non \u00e8 scoppiata.<\/p>

Fonti: Rainews.it<\/a>, Daily Nation<\/a><\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

4 agosto 2020

News dal Kenya

Le Conseguenze del Lockdown per le Donne

La pandemia e il lockdown stanno colpendo duramente tutta la popolazione mondiale in termini economici, sanitari e sociali. In tutto il mondo ma soprattutto nei paesi più vulnerabili, donne e … Continua

29 luglio 2020

Coronavirus, News dal Kenya

Lettera dagli Slum: l'Appello di Davide

Condividiamo con voi l’appello del nostro coordinatore delle attività a Nairobi, Davide, che sta lavorando sul campo per contrastare l’emergenza alimentare e sociale che affligge la popolazione degli slum di … Continua

22 luglio 2020

News dal Kenya

Scuole chiuse fino a gennaio: il Kenya dimentica i bambini degli slum

“Tenere le scuole chiuse comporta molti più rischi che benefici”. The Economist (dal titolo di un articolo di qualche giorno fa)   Due settimane fa il ministero dell’istruzione keniano ha … Continua

× Come possiamo aiutarti?