News e Comunicazioni

Solange Lusiku Nsimire ha 40 anni e 6 figli e, nella Repubblica Democratica del Congo combatte ogni giorno per la libertà di Stampa. Nata e cresciuta nella città di Bukavu, dirige il magazine ‘Le Souverain’(il sovrano, inteso nel senso di sovranità popolare). Il suo impegno le è valso molti riconoscimenti trai i quali il premio “Femme de Courage” assegnato dall’ambasciata USA a Kinshasa.

Dopo l’università ha iniziato a lavorare come giornalista per alcune radio locali, mettendosi con il tempo in mostra per la sua passione e carattere indomito. Nel 2007, il vecchio direttore della rivista Le Souverain le ha proposto di prenderne le redini e lei ha accettato. Nella capitale Kinshasa ha cominciato stampando le prime 250 copie poi ha dovuto spostare la stampa in Uganda e Burundi, facendo attenzione a non viaggiare sullo stesso bus delle riviste al momento del rientro nel paese in modo da non avere guai con la polizia alla frontiera.

Il mensile si occupa di tutto: dallo sporto ai temi sociali, alla politica. Quest’ultimo un tema particolarmente spinoso. Infatti gli articoli sono spesso critici nei confronti della classe politica al governo e ha pubblicato numerose inchieste sulla corruzione, ricevendo in cambio molte minacce di morte. Negli ultimi 4 anni a Bukavu sono stati uccisi quattro giornalisti “vogliono zittirmi, ma non ci riusciranno”.

Fonte: Africa missione e Cultura, No. 4 luglio-agosto 2013, p.57

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

Solange Lusiku Nsimire<\/b> ha 40 anni e 6 figli e, nella Repubblica Democratica del Congo<\/b> combatte ogni giorno per la libert\u00e0 di Stampa<\/b>. Nata e cresciuta nella citt\u00e0 di Bukavu, dirige il magazine \u2018Le Souverain<\/b><\/i>\u2019(il sovrano, inteso nel senso di sovranit\u00e0 popolare). Il suo impegno le \u00e8 valso molti riconoscimenti trai i quali il premio \u201cFemme de Courage<\/i>\u201d assegnato dall\u2019ambasciata USA a Kinshasa.<\/p>

Dopo l\u2019universit\u00e0 ha iniziato a lavorare come giornalista per alcune radio locali, mettendosi con il tempo in mostra per la sua passione e carattere indomito. Nel 2007, il vecchio direttore della rivista Le Souverain le ha proposto di prenderne le redini e lei ha accettato. Nella capitale Kinshasa ha cominciato stampando le prime 250 copie poi ha dovuto spostare la stampa in Uganda e Burundi, facendo attenzione a non viaggiare sullo stesso bus delle riviste al momento del rientro nel paese in modo da non avere guai con la polizia alla frontiera.<\/p>

Il mensile si occupa di tutto: dallo sporto ai temi sociali, alla politica<\/b>. Quest\u2019ultimo un tema particolarmente spinoso. Infatti gli articoli sono spesso critici nei confronti della classe politica al governo e ha pubblicato numerose inchieste sulla corruzione, ricevendo in cambio molte minacce di morte<\/b>. Negli ultimi 4 anni a Bukavu sono stati uccisi quattro giornalisti \u201cvogliono zittirmi, ma non ci riusciranno<\/i>\u201d.<\/p>

Fonte: Africa missione e Cultura, No. 4 luglio-agosto 2013, p.57<\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Condividi su

Potrebbe anche interessarti

19 agosto 2019

News dal Kenya

Giornata Mondiale dell'Aiuto Umanitario

Dopo avervi raccontato della Giornata Mondiale dei Popoli Indigeni, oggi vi parliamo di un’altra Giornata importante e che sentiamo molto vicina al nostro lavoro: la Giornata Mondiale dell’Aiuto Umanitario (World … Continua

13 agosto 2019

La Classe 2019 di AIFA

Il racconto sulla nuova avventura ad Alice Italian Food Academy prosegue questa settimana con la presentazione della nuova classe di aspiranti chef kenioti! Le lezioni di cucina italiana sono iniziate … Continua

9 agosto 2019

News dal Kenya

Giornata Mondiale dei Popoli Indigeni 2019

La Giornata Mondiale dei Popoli Indigeni ricorre ogni anno il giorno 9 agosto. È stata istituita dalle Nazioni Unite nel 1994 per celebrare le diversità caratteristiche di ciascun popolo indigeno … Continua