News e Comunicazioni

Alla scadenza dei Millennium Development Goals manca meno di un anno: l’obbiettivo 8 sulla Partnership Globale per uno sviluppo sostenibile è stato raggiunto in tutto il mondo? Quanto manca al raggiungimento?

Dal punto di vista della presenza sul mercato globale, le Nazioni Unite sostengono che nel 2012 c’è stato un aumento del 44.4% delle quote dei paesi in via di sviluppo grazie alla continua diminuzione delle tariffe doganali imposte dai paesi industrializzati, ad una migliore gestione del debito pubblico da parte dei governi del Sud, che a sua volta ha ridotto la pressione economica sulla popolazione e ha facilitato un’espansione del mercato.

La crisi economica dell’Euro-zona continua ad avere ripercussioni serie sugli aiuti economici internazionali. Nel 2012, la quota totale degli aiuti era pari a $126 miliardi, già 4% minore rispetto a quella del 2011 che a sua volta era già diminuita del 2% rispetto al 2010. Inoltre, negli ultimi anni gli aiuti internazionali sono stati concentrati sempre più su un gruppo ristretto di paesi: nel 2011, 20 paesi (su un totale di 158) ottennero una quota totale pari al 55% degli aiuti economici stanziati a livello internazionali. Ciò consiste in un aumento del 38% rispetto all’anno precedente.

A proposito di comunicazione globale, la fine del 2013 ha segnato la quasi saturazione del mercato della telefonia cellulare grazie alle crescenti sottoscrizioni giornaliere. Inoltre, nel 2013 si è stimato che il numero di utenti di internet nei paesi del Sud del mondo aumenta ad una velocità del 12% annuo rispetto al 5% dei paesi industrializzati. Tale sviluppo è dovuto ad una maggior disponibilità nei paesi del Sud del mondo di connessione internet a costi minori, anche se ci sono ancora molte zone del mondo dove internet ancora non arriva.

Solo in alcuni dei paesi a medio-basso reddito i medicinali essenziali sono disponibili, ma solo nel 57% degli enti pubblici e nel 65% degli enti privati, con costi 3.3 volte più alti nel settore pubblico e 5.7 volte più alti nel settore privato rispetto al resto del mondo

Sono questi dati sufficienti per essere ottimisti a proposito del raggiungimento di questo obbiettivo?

Fonte: United Nations

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

Alla scadenza dei Millennium Development Goals<\/b> manca meno di un anno: l\u2019obbiettivo 8<\/b> sulla Partnership Globale per uno sviluppo sostenibile \u00e8 stato raggiunto in tutto il mondo? Quanto manca al raggiungimento?<\/p>

Dal punto di vista della presenza sul mercato globale<\/b>, le Nazioni Unite sostengono che nel 2012 c\u2019\u00e8 stato un aumento del 44.4% delle quote dei paesi in via di sviluppo grazie alla continua diminuzione delle tariffe doganali imposte dai paesi industrializzati, ad una migliore gestione del debito pubblico da parte dei governi del Sud, che a sua volta ha ridotto la pressione economica sulla popolazione e ha facilitato un\u2019espansione del mercato.<\/p>

La crisi economica dell\u2019Euro-zona continua ad avere ripercussioni serie sugli aiuti economici internazionali<\/b>. Nel 2012, la quota totale degli aiuti era pari a $126 miliardi, gi\u00e0 4% minore rispetto a quella del 2011 che a sua volta era gi\u00e0 diminuita del 2% rispetto al 2010. Inoltre, negli ultimi anni gli aiuti internazionali sono stati concentrati sempre pi\u00f9 su un gruppo ristretto di paesi: nel 2011, 20 paesi (su un totale di 158) ottennero una quota totale pari al 55% degli aiuti economici stanziati a livello internazionali. Ci\u00f2 consiste in un aumento del 38% rispetto all\u2019anno precedente.<\/p>

A proposito di comunicazione globale<\/b>, la fine del 2013 ha segnato la quasi saturazione del mercato della telefonia cellulare grazie alle crescenti sottoscrizioni giornaliere. Inoltre, nel 2013 si \u00e8 stimato che il numero di utenti di internet nei paesi del Sud del mondo aumenta ad una velocit\u00e0 del 12% annuo rispetto al 5% dei paesi industrializzati. Tale sviluppo \u00e8 dovuto ad una maggior disponibilit\u00e0 nei paesi del Sud del mondo di connessione internet a costi minori, anche se ci sono ancora molte zone del mondo dove internet ancora non arriva.<\/p>

Solo in alcuni dei paesi a medio-basso reddito i medicinali essenziali<\/b> sono disponibili, ma solo nel 57% degli enti pubblici e nel 65% degli enti privati, con costi 3.3 volte pi\u00f9 alti nel settore pubblico e 5.7 volte pi\u00f9 alti nel settore privato rispetto al resto del mondo<\/p>

Sono questi dati sufficienti per essere ottimisti a proposito del raggiungimento di questo obbiettivo?<\/p>

Fonte: United Nations<\/a><\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

28 maggio 2020

28 maggio: Menstrual Hygiene Day

Cos’è il Menstrual Hygiene Day? Si tratta di una giornata internazionale pensata e istituita nel 2013 da un’organizzazione non-profit tedesca. L’obiettivo è quello di porre i riflettori sul diritto di … Continua

22 maggio 2020

Coronavirus

In Kenya la Crisi Economica diventa Crisi Alimentare

“La pandemia minaccia il progresso africano. Aggraverà le disuguaglianze di antica data e aumenterà la fame, la malnutrizione e la vulnerabilità alle malattie”. Così qualche giorno fa il segretario generale … Continua

18 maggio 2020

Coronavirus

A Nairobi è "Emergenza Acqua Pulita"

Non bastava il lockdown a rendere la vita negli slum ancora più infernale: le piogge torrenziali che hanno colpito il Kenya la scorsa settimana hanno distrutto una parte dell’acquedotto. Adesso … Continua

× Come possiamo aiutarti?