News e Comunicazioni

Anche quest’anno torna l’Earth Hour, la grande mobilitazione globale del WWF che, partendo dal gesto simbolico di spegnere le luci per un’ora, coinvolge cittadini, istituzioni e imprese in azioni concrete per dare al mondo un futuro sostenibile e vincere la sfida del cambiamento climatico. Dalla prima edizione del 2007, che ha coinvolto la sola città di Sidney, la grande ola di buio si è rapidamente propagata in ogni angolo del Pianeta, lasciando al buio piazze, strade e monumenti simbolo come il Colosseo, Piazza Navona, il Cristo Redentore di Rio, la Torre Eiffel, Il Ponte sul Bosforo e tanti altri luoghi d’interesse, per manifestare insieme contro i cambiamenti climatici.

In Italia, alle 20:30 a Roma si spegnerà la facciata e la Cupola di San Pietro, a Milano l’appuntamento è alle 20:15 davanti al Castello Sforzesco con una candela per aspettare l’off delle luci. Gli edifici a ‘spegnersi’ saranno numerosi: il Grattacielo Pirelli, il palazzo di Lombardia, palazzo Marino, il castello Sforzesco e le Torri Unicredit. A Napoli si spegneranno le luci in Piazza del Plebiscito e quelle del Maschio Angioino. Il comune di Firenze invece organizzerà una serata di osservazione degli astri nel cielo, mentre a Bologna spegnerà Piazza Maggiore.

Il cambiamento climatico evolve molto rapidamente e gli impatti sono sempre più seri e preoccupanti. Nel frattempo le azioni dei Governi a livello nazionale e globale sono troppo lente e poco incisive, non al passo con un rischio che mette a repentaglio la Natura e la civiltà umana. Dobbiamo mobilitarci tutti, fare la nostra parte e pretendere che i Governi assumano la questione climatica come priorità. Le giovani e le future generazioni hanno diritto a ricevere in eredità un mondo pieno di vita e che non sia condannato a cambiamenti climatici catastrofici.

Fonti: WWFMelty

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

Anche quest\u2019anno torna l\u2019Earth Hour<\/b>, la grande mobilitazione globale del WWF<\/b> che, partendo dal gesto simbolico di spegnere le luci per un\u2019ora<\/b>, coinvolge cittadini, istituzioni e imprese in azioni concrete per dare al mondo un futuro sostenibile e vincere la sfida del cambiamento climatico. Dalla prima edizione del 2007<\/b>, che ha coinvolto la sola citt\u00e0 di Sidney, la grande ola di buio si \u00e8 rapidamente propagata in ogni angolo del Pianeta, lasciando al buio piazze, strade e monumenti simbolo come il Colosseo, Piazza Navona, il Cristo Redentore di Rio, la Torre Eiffel, Il Ponte sul Bosforo e tanti altri luoghi d\u2019interesse, per manifestare insieme contro i cambiamenti climatici.<\/span>
<\/p>

In Italia, alle 20:30<\/b> a Roma si spegner\u00e0 la facciata e la Cupola di San Pietro, a Milano l\u2019appuntamento \u00e8 alle 20:15 davanti al Castello Sforzesco con una candela per aspettare l\u2019off delle luci. Gli edifici a \u2018spegnersi\u2019 saranno numerosi: il Grattacielo Pirelli, il palazzo di Lombardia, palazzo Marino, il castello Sforzesco e le Torri Unicredit. A Napoli si spegneranno le luci in Piazza del Plebiscito e quelle del Maschio Angioino. Il comune di Firenze invece organizzer\u00e0 una serata di osservazione degli astri nel cielo, mentre a Bologna spegner\u00e0 Piazza Maggiore.<\/p>

Il cambiamento climatico<\/b> evolve molto rapidamente e gli impatti sono sempre pi\u00f9 seri e preoccupanti. Nel frattempo le azioni dei Governi a livello nazionale e globale sono troppo lente e poco incisive, non al passo con un rischio che mette a repentaglio la Natura e la civilt\u00e0 umana. Dobbiamo mobilitarci tutti, fare la nostra parte e pretendere che i Governi assumano la questione climatica come priorit\u00e0. Le giovani e le future generazioni<\/b> hanno diritto a ricevere in eredit\u00e0 un mondo pieno di vita e che non sia condannato a cambiamenti climatici catastrofici.<\/p>

Fonti: WWF<\/a>, Melty<\/a><\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

15 settembre 2020

News dal Kenya

Le scuole chiuse cancellano i diritti dei bambini

Secondo un recente studio delle Nazioni Unite, nei prossimi dieci anni il numero delle spose bambine nel mondo crescerà di 13 milioni. Questa è solo una delle conseguenze della chiusura … Continua

10 settembre 2020

Il Tuo 5x1000 Può Fare la Differenza

Il 2020 è un anno particolare, anche per la donazione del 5×1000: a causa della pandemia e del lockdown, le scadenze per la presentazione del 730 o del Modello Redditi … Continua

9 settembre 2020

News dal Kenya

Supporto Sanitario a Nairobi: a Che Punto Siamo

Dallo scorso marzo ci siamo attivati per affrontare l’emergenza legata al COVID-19 anche da un punto di vista sanitario e medico. Nonostante i casi di Coronavirus e le morti causate … Continua

× Come possiamo aiutarti?