News e Comunicazioni

Per valorizzare l’amore per la lettura e l’importanza dei libri nell’infanzia, oggi 2 aprile, nel giorno di nascita di Hans Christian Andersen, si festeggia la Giornata Internazionale del Libro per Bambini e Ragazzi, sponsorizzata dall’International Board on Books For Young People (IBBY), il cui scopo è promuovere i libri e la lettura tra i più giovani. Di sicuro conoscerete la saga di Harry Potter o la storia di Alice nel Paese delle Meraviglie, ma c’è un mondo di storie per bambini e adolescenti che stanno aspettando di essere scoperte. E allora scoprite questa favola africana intitolata “Perché il Sole e la Luna vivono in Cielo”.

— Molti anni fa il sole e l’acqua erano grandi amici, e tutt’e due vivevano insieme sulla terra. Il sole andava a trovare l’acqua molto spesso, ma l’acqua non gli ricambiava mai la visita. Alla fine il sole domandò all’acqua come mai non andava mai a trovarlo a casa sua. L’acqua rispose che la casa del sole non era abbastanza grande, e se lei ci andava con i suoi familiari, avrebbe cacciato fuori il sole. Poi l’acqua disse: “Se vuoi che venga a trovarti, devi costruirti una fattoria molto grande; ma bada che dovrà essere un posto immenso, perché la mia famiglia è molto numerosa e occupa un sacco di spazio”. Il sole promise di costruirsi una fattoria molto grande, e subito dopo tornò a casa dalla moglie, la luna, che lo accolse con un largo sorriso quando lui aprì la porta. Il sole disse alla luna ciò che aveva promesso all’acqua, e il giorno dopo cominciò a costruirsi una fattoria immensa nella quale ospitate la sua amica. Quando essa fu pronta, chiese all’acqua di venire a fargli visita il giorno dopo. Quando l’acqua arrivò, chiamò fuori il sole e gli domandò se poteva entrare senza pericolo, e il sole rispose: “Sì, entra pure, amica mia”. Allora l’acqua cominciò ad affluire, accompagnata dai pesci e da tutti gli animali acquatici. Poco dopo l’acqua arrivava al ginocchio, e allora domandò al sole se poteva ancora entrare senza pericolo, e daccapo il sole disse: “”, cosi l’acqua seguitò a riversarsi dentro. Quando l’acqua era al livello della testa di un uomo, l’acqua disse al sole: “Vuoi che la mia gente continui ad entrare?” Il sole e la luna risposero: “” tutt’e due, perché non sapevano che altro fare, cosi l’acqua seguitò ad affluire, finché il sole e la luna dovettero accovacciarsi in cima al tetto. Daccapo l’acqua si rivolse al sole, ma siccome ricevette la stessa risposta, e la sua gente seguitava a riversarsi dentro, l’acqua in breve sommerse il tetto, e il sole e la luna furono costretti a salire in cielo, dove da allora sono rimasti.

Fonti: Favole Africane , National Awareness Day

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

Per valorizzare l\u2019amore per la lettura e l\u2019importanza dei libri nell’infanzia, oggi 2 aprile, nel giorno di nascita di Hans Christian Andersen<\/b>, si festeggia la Giornata Internazionale del Libro per Bambini e Ragazzi<\/b>, sponsorizzata dall’International Board on Books For Young People (IBBY)<\/b>, il cui scopo \u00e8 promuovere i libri e la lettura tra i pi\u00f9 giovani. Di sicuro conoscerete la saga di Harry Potter o la storia di Alice nel Paese delle Meraviglie, ma c\u2019\u00e8 un mondo di storie per bambini e adolescenti che stanno aspettando di essere scoperte. E allora scoprite questa favola africana intitolata \u201c<\/span>Perch\u00e9 il Sole e la Luna vivono in Cielo<\/b>\u201d.<\/span><\/p>

— Molti anni fa il sole e l’acqua erano grandi amici, e tutt’e due vivevano insieme sulla terra. Il sole andava a trovare l’acqua molto spesso, ma l’acqua non gli ricambiava mai la visita. Alla fine il sole domand\u00f2 all’acqua come mai non andava mai a trovarlo a casa sua. L’acqua rispose che la casa del sole non era abbastanza grande, e se lei ci andava con i suoi familiari, avrebbe cacciato fuori il sole. Poi l’acqua disse: \u201cSe vuoi che venga a trovarti, devi costruirti una fattoria molto grande; ma bada che dovr\u00e0 essere un posto immenso, perch\u00e9 la mia famiglia \u00e8 molto numerosa e occupa un sacco di spazio<\/i>\u201d. Il sole promise di costruirsi una fattoria molto grande, e subito dopo torn\u00f2 a casa dalla moglie, la luna, che lo accolse con un largo sorriso quando lui apr\u00ec la porta. Il sole disse alla luna ci\u00f2 che aveva promesso all’acqua, e il giorno dopo cominci\u00f2 a costruirsi una fattoria immensa nella quale ospitate la sua amica. Quando essa fu pronta, chiese all’acqua di venire a fargli visita il giorno dopo. <\/span>Quando l’acqua arriv\u00f2, chiam\u00f2 fuori il sole e gli domand\u00f2 se poteva entrare senza pericolo, e il sole rispose: \u201c<\/span>S\u00ec, entra pure, amica mia<\/i>\u201d. Allora l’acqua cominci\u00f2 ad affluire, accompagnata dai pesci e da tutti gli animali acquatici. Poco dopo l’acqua arrivava al ginocchio, e allora domand\u00f2 al sole se poteva ancora entrare senza pericolo, e daccapo il sole disse: \u201c<\/span>S\u00ec<\/i>\u201d, cosi l’acqua seguit\u00f2 a riversarsi dentro. Quando l’acqua era al livello della testa di un uomo, l’acqua disse al sole: \u201c<\/span>Vuoi che la mia gente continui ad entrare?<\/i>\u201d Il sole e la luna risposero: \u201c<\/span>S\u00ec<\/i>\u201d tutt’e due, perch\u00e9 non sapevano che altro fare, cosi l’acqua seguit\u00f2 ad affluire, finch\u00e9 il sole e la luna dovettero accovacciarsi in cima al tetto. Daccapo l’acqua si rivolse al sole, ma siccome ricevette la stessa risposta, e la sua gente seguitava a riversarsi dentro, l’acqua in breve sommerse il tetto, e il sole e la luna furono costretti a salire in cielo, dove da allora sono rimasti.<\/span><\/p>

Fonti: Favole Africane<\/a> , National Awareness Day<\/a><\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

18 ottobre 2020

Brosway per le donne e le bambine degli slum

Dall’inizio della pandemia, la nostra associazione ha attraversato momenti di grande difficoltà. Anche oggi, con le scuole chiuse a Nairobi e le famiglie delle baraccopoli ridotte alla fame, non sapremmo … Continua

15 ottobre 2020

Il Diritto al Cibo e il Rinnovato Impegno della Chiesa Valdese

Il cibo come bisogno primario. Come primo mattone per costruire una comunità. Come primo intervento alla base di cure mediche e assistenza al lavoro. Il 16 ottobre si celebra la … Continua

11 ottobre 2020

11 Ottobre: Giornata Internazionale delle Bambine

Dal 2011, l’11 ottobre si celebra la Giornata Internazionale delle Bambine, istituita dall’assemblea generale dell’ONU. Era il 1995 quando per la prima volta nella storia delle Nazioni Unite si parlò di … Continua

× Come possiamo aiutarti?