News e Comunicazioni

Crescita e incertezza sono i due principali dati emersi dal Rapporto African Economic Outlook 2014 (AEO), il rapporto annuale sullo sviluppo economico del continente, pubblicato dalla Banca africana per lo sviluppo insieme all’Oecd Development Centre e al Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite.

L’economia africana è sicuramente in continua crescita: i dati parlano del +5% nel 2014 e del +6% nel 2015. Anche l’indice dello sviluppo umano è positivo, pari a +1,5%. La percentuale di persone che vive in estrema povertà è calata nelle regioni dell’Africa centrale, orientale, meridionale e occidentale anche se con molta lentezza poiché si parla di un 56,5% nel 1990 e di un 48,5% nel 2010. Inoltre nonostante la tendenza sia positiva, il numero effettivo di persone che vivono in condizioni di estrema povertà in queste quattro regioni è aumentato da 289,7 a 413,8 milioni negli stessi due decenni perché il tasso di natalità resta molto alto. Infine, gli indici della sanità e dell’istruzione sono cresciuti del 1,4 % tra il 2005 e il 2012.

economia-africa-aliceforchildren

Purtroppo il rapporto AEO 2014 parla anche di diseguaglianze sociali e debolezze politiche, fattori che generano una profonda incertezza nel futuro del continente nero. Dopotutto, l’esclusione e la disparità di accesso alle opportunità economiche e sociali, continuano a riguardare buona parte della popolazione africana.

Dunque l’Africa sta affrontando una crescita diseguale e molti paesi sono tuttora a rischio di un’inversione di tendenza, sia per l’instabilità politica che per la variabilità del clima che influenza in modo massiccio l’economia basata sull’agricoltura di sussistenza.

A fronte di tale incertezza, è necessario concentrarsi in attività volte all’inclusione sociale, l’uguaglianza e la sostenibilità ambientale. Alice for Children lavora in Kenya anche a tal proposito, ad esempio portando avanti progetti come Alice for Woman, programma volto a sostenere l’attività commerciale artigianale delle donne (e mamme) africane di Korogocho.

(Fonte: Nigrizia.it)

Condividi su

Potrebbe anche interessarti

29 gennaio 2020

Vittorio racconta - seconda parte

Continuiamo a raccontarvi quello che ci ha detto Vittorio. In questa ultima parte, ci ha raccontato in modo più approfondito la sua esperienza come nostro sostenitore e cuore pulsante della … Continua

24 gennaio 2020

Interviste: Vittorio De Caprio (sostenitore e genitore a distanza)

Abbiamo fatto una chiacchierata con il nostro sostenitore e genitore a distanza Vittorio De Caprio per saperne di più sul progetto di raccolta fondi che ha portato avanti insieme alla … Continua

20 gennaio 2020

Sostegno a Distanza: la storia di Bashir

Quest’anno abbiamo raggiunto un obiettivo importante per la nostra associazione. 156 nuovi bambini sono entrati nel programma di sostegno a distanza!   Questo significa che: potranno allontanarsi dal lavoro in … Continua