News e Comunicazioni

Dal 1995, ogni anno il 17 giugno si celebra la Giornata Mondiale per la Lotta Contro la Desertificazione per sensibilizzare l´opinione pubblica in materia di siccità e i suoi effetti. Le cause più significative della carenza d’acqua sono rappresentate dalle attività umane: le coltivazioni intensive che esauriscono il suolo; la gestione scorretta delle risorse idriche; il sovrapascolamento del bestiame che elimina la vegetazione; l’abbattimento degli alberi, che trattengono il manto superficiale del terreno.

Le conseguenze della degradazione del suolo si riflettono sia sull’ecosistema che direttamente sulle condizioni di vita umana, per esempio accrescendo l’incidenza di povertà, carestie, esodi migratori, tensioni politiche, economiche e sociali. La desertificazione è una minaccia per le terre aride e semi-aride delle aree più povere del pianeta, che sono anche le più vulnerabili ai cambiamenti climatici; ma sono più di 110 i paesi potenzialmente a rischio di desertificazione. Il Kenya, paese che subisce l’incessante erosione di questo fenomeno, marcherà la giornata nella Mwea Kirinyaga County, un ecosistema semi-arido che dipende dalla fornitura d’acqua proveniente dal Monte Kenya. Qui si sono compiuti notevoli sforzi per rendere la produzione di riso della regione ‘a prova di clima’.

Con lo slogan di quest’anno “La terra appartiene al futuro – Rendiamola a prova di clima!” si vuole sottolineare la relazione stretta tra la gestione del suolo e l’adattamento al cambiamento climatico. Il tema della campagna 2014 è l’adattamento basato sull’equilibrio degli ecosistemi e sul rafforzamento dei sistemi naturali per attenuare gli impatti del cambiamento climatico. La gestione sostenibile del suolo aumenta la resilienza degli ecosistemi e delle comunità, migliorando le condizioni della popolazione in particolare nelle zone aride.

ARPAUNCCD 1UNCCD 2

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

Dal 1995, ogni anno il 17 giugno si celebra la Giornata Mondiale per la Lotta Contro la Desertificazione<\/b> per sensibilizzare l\u00b4opinione pubblica in materia di siccit\u00e0 e i suoi effetti. Le cause pi\u00f9 significative della carenza d’acqua<\/b> sono rappresentate dalle attivit\u00e0 umane: le coltivazioni intensive che esauriscono il suolo; la gestione scorretta delle risorse idriche; il sovrapascolamento del bestiame che elimina la vegetazione; l\u2019abbattimento degli alberi, che trattengono il manto superficiale del terreno.<\/span>
<\/p>

Le conseguenze della degradazione del suolo si riflettono sia sull’ecosistema<\/b> che direttamente sulle condizioni di vita umana, per esempio accrescendo l\u2019incidenza di povert\u00e0, carestie, esodi migratori, tensioni politiche, economiche e sociali. La desertificazione \u00e8 una minaccia per le terre aride e semi-aride delle aree pi\u00f9 povere del pianeta, che sono anche le pi\u00f9 vulnerabili ai cambiamenti climatici; ma sono pi\u00f9 di 110 i paesi potenzialmente a rischio di desertificazione. Il Kenya<\/b>, paese che subisce l’incessante erosione di questo fenomeno, marcher\u00e0 la giornata nella Mwea Kirinyaga County<\/b>, un ecosistema semi-arido che dipende dalla fornitura d\u2019acqua proveniente dal Monte Kenya. Qui si sono compiuti notevoli sforzi per rendere la produzione di riso della regione \u2018a prova di clima\u2019.<\/p>

Con lo slogan di quest\u2019anno \u201cLa terra appartiene al futuro – Rendiamola a prova di clima!<\/i>\u201d si vuole sottolineare la relazione stretta tra la gestione del suolo e l\u2019adattamento al cambiamento climatico. Il tema della campagna 2014 \u00e8 l\u2019adattamento<\/b> basato sull’equilibrio<\/b> degli ecosistemi e sul rafforzamento dei sistemi naturali per attenuare gli impatti del cambiamento climatico. La gestione sostenibile del suolo aumenta la resilienza degli ecosistemi e delle comunit\u00e0, migliorando le condizioni della popolazione in particolare nelle zone aride.<\/p>

ARPA<\/a>, UNCCD 1<\/a>, UNCCD 2<\/a><\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

30 novembre 2020

L'HIV non è Ancora Sconfitto

1,7 milioni di nuovi infetti, 690 mila morti e 38 milioni di persone che convivono con il virus. Non stiamo parlando di Covid-19 o di una nuova pandemia mondiale, ma … Continua

30 novembre 2020

Il 25 Novembre nello Slum

Il 2020 è stato un anno pieno di difficoltà, anche per la nostra associazione. Tuttavia, non solo non ci siamo fermati davanti ai mille ostacoli che abbiamo incontrato, ma abbiamo … Continua

27 novembre 2020

Natale con Alice: la Video Intervista a Remo

“Il messaggio è uno solo: aiutate Alice for Children ad aiutare i bambini del Kenya” La nostra campagna di Natale non sarebbe stata possibile senza la preziosa collaborazione di due … Continua

× Come possiamo aiutarti?