News e Comunicazioni

Yvonne Adhiambo Owuor è una brillante scrittrice kenyota, nominata “Donna dell’Anno” nel 2004 per il suo contributo artistico e letterario al paese. Nel 2014, pubblica Dust (Polvere–), un romanzo accolto positivamente dalla critica internazionale per la sua narrativa poetica e cruda allo stesso tempo.

La storia si muove tra il lutto di una famiglia e la corruzione della classe politica nazionale, volteggiando attorno alla morte nelle trafficate strade di Nairobi di Odidi, un ragazzo sul cui talento i genitori hanno investito tutte le loro speranze per il futuro.

Lo stile è incantatore e propulsivo: un momento intrappola il lettore all’interno delle mura insanguinate di una cella per le torture, quello dopo, la voce poetica dell’autrice si libra sopra le pianure bruciate dal sole. Un po’ dikensiano e un po’ romantico, questo romanzo, però prende vita attraverso “profondi silenzi”, perché come dice l’autrice stessa, le lingue ufficiali del paese sono “Inglese, Kiswahili e silenzio”.

Nonostante l’intensità emotiva della storia, il background politico nazionale potrebbe essere un po’ ostico da comprendere e Yvonne Adhiambo Owuor non fa concessioni all’ignoranza del lettore sui principali fatti storici che hanno travolto il suo paese dalle ribellioni negli anni Cinquanta alle violenze post-elettorali del 2007. Per chi è interessato però le informazioni non sono difficili da reperire, in più l’autrice gradatamente mette a fuoco tutti i passaggi allusivi e frammentati disseminati lungo tutta la storia.

Washington Post

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

Yvonne Adhiambo Owuor<\/b> \u00e8 una brillante scrittrice kenyota, nominata \u201cDonna dell\u2019Anno\u201d nel 2004 per il suo contributo artistico e letterario al paese. Nel 2014, pubblica Dust<\/i><\/b> (Polvere\u2013), un romanzo accolto positivamente dalla critica internazionale per la sua narrativa poetica e cruda allo stesso tempo.<\/span><\/p>

La storia si muove tra il lutto<\/b> di una famiglia e la corruzione<\/b> della classe politica nazionale, volteggiando attorno alla morte nelle trafficate strade di Nairobi di Odidi, un ragazzo sul cui talento i genitori hanno investito tutte le loro speranze per il futuro.
<\/span><\/p>

Lo stile<\/b> \u00e8 incantatore e propulsivo: un momento intrappola il lettore all\u2019interno delle mura insanguinate di una cella per le torture, quello dopo, la voce poetica dell\u2019autrice si libra sopra le pianure bruciate dal sole. Un po\u2019 dikensiano e un po\u2019 romantico, questo romanzo, per\u00f2 prende vita attraverso \u201cprofondi silenzi<\/i>\u201d, perch\u00e9 come dice l\u2019autrice stessa, le lingue ufficiali del paese sono \u201cInglese, Kiswahili e silenzio<\/i>\u201d.<\/span><\/p>

Nonostante l\u2019intensit\u00e0 emotiva della storia, il background politico nazionale<\/b> potrebbe essere un po\u2019 ostico da comprendere e Yvonne Adhiambo Owuor non fa concessioni all’ignoranza del lettore sui principali fatti storici che hanno travolto il suo paese dalle ribellioni negli anni Cinquanta alle violenze post-elettorali del 2007. Per chi \u00e8 interessato per\u00f2 le informazioni non sono difficili da reperire, in pi\u00f9 l\u2019autrice gradatamente mette a fuoco tutti i passaggi allusivi e frammentati disseminati lungo tutta la storia.<\/p>

Washington Post<\/a>
<\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

29 luglio 2020

Coronavirus, News dal Kenya

Lettera dagli Slum: l'Appello di Davide

Condividiamo con voi l’appello del nostro coordinatore delle attività a Nairobi, Davide, che sta lavorando sul campo per contrastare l’emergenza alimentare e sociale che affligge la popolazione degli slum di … Continua

22 luglio 2020

News dal Kenya

Scuole chiuse fino a gennaio: il Kenya dimentica i bambini degli slum

“Tenere le scuole chiuse comporta molti più rischi che benefici”. The Economist (dal titolo di un articolo di qualche giorno fa)   Due settimane fa il ministero dell’istruzione keniano ha … Continua

14 luglio 2020

Sostegno alla Comunità: #FAMIGLIA

Ognuno di noi ha la sua idea di cosa la parola “famiglia” voglia dire e nessuna di queste idee può essere considerata sbagliata o inesatta. Sappiamo che di paese in … Continua

× Come possiamo aiutarti?