News e Comunicazioni

Faith Adhiambo Ochieng, 10 anni, una nostra bambina di Alice for School, è nata con la palatoschisi, una malformazione del palato che si presenta come una fenditura più o meno estesa della parte anteriore del palato duro. È una condizione che di solito viene corretta entro i primi 18 mesi di del bambino, ma nel caso di Faith ciò non è avvenuto perché ai genitori non era bene chiaro quale fosse il problema e dato che la vita della piccola non era a rischio, non hanno chiesto altri pareri medici. Quando ha iniziato ad andare a scuola, nemmeno gli insegnati riuscivano a capire come mai non riuscisse ad articolare correttamente le parole e quindi si decise che soffrisse di complicazioni alle corde vocali. Nei primi anni di scuola, nonostante fosse una brava alunna, è rimasta isolata perché non appena cercava di dire qualcosa, i suoi compagni di classe le facevano il verso, un comportamento che l’ha rattristata molto.

Nell’aprile di quest’anno la nostra social worker recandosi al Metropolitan Hospital, ha fatto inserire la piccola sulla lista d’attesa per ricevere l’operazione e che sarebbe stata pro bono.

Il 17 giugno 2014, supportata da madre, padre e zia, la piccola Faith ha coraggiosamente affrontato l’operazione con successo. Due giorni dopo è stata dimessa dall’ospedale con l’impegno di tornare dopo un mese per un controllo. Inoltre, il chirurgo che l’ha operata ha suggerito che Faith veda un logopedista una volta che la ferita sarà guarita.

Il 22 giugno è andata a trovare i suoi compagni di classe a scuola, stava bene e noi siamo molto felici che presto potrà parlare senza problemi ed essere più serena perché la potranno capire senza problemi!

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

Faith Adhiambo Ochieng<\/b>, 10 anni, una nostra bambina di <\/span>Alice for School<\/b><\/a>, \u00e8 nata con la palatoschisi<\/b>, una malformazione del palato che si presenta come una fenditura pi\u00f9 o meno estesa della parte anteriore del palato duro. \u00c8 una condizione che di solito viene corretta entro i primi 18 mesi di del bambino, ma nel caso di Faith ci\u00f2 non \u00e8 avvenuto perch\u00e9 ai genitori non era bene chiaro quale fosse il problema e dato che la vita della piccola non era a rischio, non hanno chiesto altri pareri medici. Quando ha iniziato ad andare a scuola, nemmeno gli insegnati riuscivano a capire come mai non riuscisse ad articolare correttamente le parole e quindi si decise che soffrisse di complicazioni alle corde vocali. Nei primi anni di scuola, nonostante fosse una brava alunna, \u00e8 rimasta isolata perch\u00e9 non appena cercava di dire qualcosa, i suoi compagni di classe le facevano il verso, un comportamento che l\u2019ha rattristata molto.<\/span>
<\/p>

Nell\u2019aprile di quest\u2019anno la nostra social worker<\/b> recandosi al Metropolitan Hospital<\/b>, ha fatto inserire la piccola sulla lista d\u2019attesa per ricevere l\u2019operazione e che sarebbe stata pro bono<\/i>.<\/p>

Il 17 giugno 2014, supportata da madre, padre e zia<\/b>, la piccola Faith ha coraggiosamente affrontato l\u2019operazione con successo<\/b>. Due giorni dopo \u00e8 stata dimessa dall\u2019ospedale con l\u2019impegno di tornare dopo un mese per un controllo. Inoltre, il chirurgo che l\u2019ha operata ha suggerito che Faith veda un logopedista<\/b> una volta che la ferita sar\u00e0 guarita.<\/p>

Il 22 giugno \u00e8 andata a trovare i suoi compagni di classe a scuola, stava bene e noi siamo molto felici che presto potr\u00e0 parlare senza problemi ed essere pi\u00f9 serena perch\u00e9 la potranno capire senza problemi!<\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

29 luglio 2020

Coronavirus, News dal Kenya

Lettera dagli Slum: l'Appello di Davide

Condividiamo con voi l’appello del nostro coordinatore delle attività a Nairobi, Davide, che sta lavorando sul campo per contrastare l’emergenza alimentare e sociale che affligge la popolazione degli slum di … Continua

22 luglio 2020

News dal Kenya

Scuole chiuse fino a gennaio: il Kenya dimentica i bambini degli slum

“Tenere le scuole chiuse comporta molti più rischi che benefici”. The Economist (dal titolo di un articolo di qualche giorno fa)   Due settimane fa il ministero dell’istruzione keniano ha … Continua

14 luglio 2020

Sostegno alla Comunità: #FAMIGLIA

Ognuno di noi ha la sua idea di cosa la parola “famiglia” voglia dire e nessuna di queste idee può essere considerata sbagliata o inesatta. Sappiamo che di paese in … Continua

× Come possiamo aiutarti?