News e Comunicazioni

Alcuni nostri Genitori a Distanza hanno detto che hanno iniziato quest’esperienza per contribuire a dare una speranza per il futuro a chi non ne aveva, dividendo con loro la loro fortuna. La considerano un’esperienza umanamente arricchente per tutti.

Il bambino sostenuto si rende conto che qualcuno, nonostante la distanza, è interessato al suo benessere e alla sua crescita proprio come un vero papà o mamma facendolo sentire meno ‘solo’. Per le mamme papà a distanza rappresenta un modo diretto per capire quali sono i valori che contano nella vita e come si può vivere anche con poco e soprattutto che dividere con gli altri non è un gesto di debolezza bensì di grande forza e generosità. Per i fratellini a distanza è un modo per creare delle amicizie senza tempo e crescere con una visione del mondo diversa da quella dei coetanei, senza stereotipi assimilati involontariamente a casa, a scuola e nella società che li circonda, e con la convinzione che quest’esperienza non è solo un ‘gesto speciale’ ma qualcosa di normale.

Non solo, diventando genitori a distanza, si apre una finestra su un mondo culturalmente e geograficamente diverso e lontano dal proprio tramite lo scambio di foto, lettere e le chiamate skype che permettono di rendere questo rapporto reale parlando guardandosi negli occhi.

L’emozione che però lega tutte queste fantastiche famiglie a distanza è la gioia di essere presenti gli uni nella vita degli altri, fino alla sorpresa e a quell’emozione indescrivibile di essere chiamate ‘mamma’, ‘papà’ o ‘nonni’ per la prima volta dal bambino che sostengono con affetto.

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

Alcuni nostri Genitori a Distanza<\/b><\/a> hanno detto che hanno iniziato quest\u2019esperienza per contribuire a dare una speranza per il futuro a chi non ne aveva, dividendo con loro la loro fortuna. La considerano un\u2019esperienza<\/b> umanamente arricchente per tutti.<\/p>

Il bambino<\/b> sostenuto si rende conto che qualcuno, nonostante la distanza, \u00e8 interessato al suo benessere e alla sua crescita proprio come un vero pap\u00e0 o mamma facendolo sentire meno \u2018solo\u2019. Per le mamme <\/b>e pap\u00e0 a distanza<\/b> rappresenta un modo diretto per capire quali sono i valori che contano nella vita e come si pu\u00f2 vivere anche con poco e soprattutto che dividere con gli altri non \u00e8 un gesto di debolezza bens\u00ec di grande forza e generosit\u00e0. Per i fratellini a distanza<\/b> \u00e8 un modo per creare delle amicizie senza tempo e crescere con una visione del mondo diversa da quella dei coetanei, senza stereotipi assimilati involontariamente a casa, a scuola e nella societ\u00e0 che li circonda, e con la convinzione che quest\u2019esperienza non \u00e8 solo un \u2018gesto speciale\u2019 ma qualcosa di normale.<\/p>

Non solo, diventando genitori a distanza, si apre una finestra su un mondo<\/b> culturalmente e geograficamente diverso e lontano dal proprio tramite lo scambio di foto, lettere e le chiamate skype che permettono di rendere questo rapporto reale parlando guardandosi negli occhi.<\/p>

L\u2019emozione che per\u00f2 lega tutte queste fantastiche famiglie a distanza \u00e8 la gioia<\/b> di essere presenti gli uni nella vita degli altri, fino alla sorpresa e a quell’emozione indescrivibile di essere chiamate \u2018mamma\u2019, \u2018pap\u00e0\u2019 o \u2018nonni\u2019 per la prima volta dal bambino che sostengono con affetto.<\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

4 agosto 2020

News dal Kenya

Le Conseguenze del Lockdown per le Donne

La pandemia e il lockdown stanno colpendo duramente tutta la popolazione mondiale in termini economici, sanitari e sociali. In tutto il mondo ma soprattutto nei paesi più vulnerabili, donne e … Continua

29 luglio 2020

Coronavirus, News dal Kenya

Lettera dagli Slum: l'Appello di Davide

Condividiamo con voi l’appello del nostro coordinatore delle attività a Nairobi, Davide, che sta lavorando sul campo per contrastare l’emergenza alimentare e sociale che affligge la popolazione degli slum di … Continua

22 luglio 2020

News dal Kenya

Scuole chiuse fino a gennaio: il Kenya dimentica i bambini degli slum

“Tenere le scuole chiuse comporta molti più rischi che benefici”. The Economist (dal titolo di un articolo di qualche giorno fa)   Due settimane fa il ministero dell’istruzione keniano ha … Continua

× Come possiamo aiutarti?