News e Comunicazioni

‘Africa United’, film del 2010 diretto dall’allora esordiente Deborah Gardner-Paterson, inizia in Rwanda dove Fabrice, una promessa del calcio appartenente alla classe media, viene notato da un talent scout  n cerca di giovani calciatori per rappresentare l’Africa alla cerimonia inaugurale dei mondiali a Johannesburg. Il giovane è amico di Dudu e della sua sorellina Beatrice, con i quali decide di partire alla volta del Sudafrica e del sogno della World Cup. A causa di un autobus sbagliato, inizia la loro avventura attraverso l’Africa che li porterà ad ampliare il loro team Africa United con l’aggiunta di altri due membri, Celeste, una giovane prostituta, e George, un ex bambino soldato scappato dalla Repubblica Democratica del Congo.

Africa United non è soltanto un ‘road movie’, ma è una storia nella storia dove elementi fiabeschi si mescolano all’estremo realismo di alcune situazioni che la regista ha scelto di mettere in scena con una tecnica d’animazione che aiutasse lo spettatore ad identificarsi con lo sguardo di Dudu sul mondo. Ciacuno dei protagonisti rappresenta un archetipo di un aspetto o di un problema che caratterizza un continente in continua evoluzione: Dudu e la piccola Beatrice incarnano il dramma dell’HIV, Celeste rappresenta la piaga della prostituzione minorile, George è l’esempio della realtà violenta dei bambini soldato e infine c’è Fabrice che sogna di diventare calciatore e che viene da una famiglia agiata.

Dudu, Fabrice, Beatrice, George e Celeste attraversano sette paesi africani e compiono un viaggio quasi impossibile durante il quale superano diversi ostacoli, si scontrano con il mondo corrotto degli adulti, si dividono, imparano a conoscersi e uniscono le loro speranze allo scopo di realizzare un sogno. Africa United è una fiaba nella quale gli orchi e i draghi sono rappresentati dal mondo degli adulti mentre i bambini rappresentano la speranza per un futuro migliore.

Cinemafrica

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

\u2018Africa United\u2019, film del 2010 diretto dall\u2019allora esordiente Deborah Gardner-Paterson, inizia in Rwanda<\/b> dove Fabrice, una promessa del calcio appartenente alla classe media, viene notato da un talent scout  n cerca di giovani calciatori per rappresentare l\u2019Africa alla cerimonia inaugurale dei mondiali a Johannesburg<\/b>. Il giovane \u00e8 amico di Dudu e della sua sorellina Beatrice, con i quali decide di partire alla volta del Sudafrica e del sogno della World Cup<\/b>. A causa di un autobus sbagliato, inizia la loro avventura attraverso l\u2019Africa che li porter\u00e0 ad ampliare il loro team Africa United<\/i> con l\u2019aggiunta di altri due membri, Celeste, una giovane prostituta, e George, un ex bambino soldato scappato dalla Repubblica Democratica del Congo.<\/p>

Africa United non \u00e8 soltanto un \u2018road movie<\/i><\/b>\u2019, ma \u00e8 una storia nella storia dove elementi fiabeschi si mescolano all’estremo realismo di alcune situazioni che la regista ha scelto di mettere in scena con una tecnica d\u2019animazione che aiutasse lo spettatore ad identificarsi con lo sguardo di Dudu sul mondo. Ciacuno dei protagonisti rappresenta un archetipo di un aspetto o di un problema che caratterizza un continente in continua evoluzione: Dudu e la piccola Beatrice incarnano il dramma dell\u2019HIV, Celeste rappresenta la piaga della prostituzione minorile, George \u00e8 l\u2019esempio della realt\u00e0 violenta dei bambini soldato e infine c\u2019\u00e8 Fabrice che sogna di diventare calciatore e che viene da una famiglia agiata.<\/p>

Dudu, Fabrice, Beatrice, George e Celeste attraversano sette paesi africani e compiono un viaggio quasi impossibile durante il quale superano diversi ostacoli, si scontrano con il mondo corrotto degli adulti, si dividono, imparano a conoscersi e uniscono le loro speranze allo scopo di realizzare un sogno. Africa United \u00e8 una fiaba nella quale gli orchi e i draghi sono rappresentati dal mondo degli adulti mentre i bambini rappresentano la speranza per un futuro migliore<\/b>.<\/p>

Cinemafrica<\/a>
<\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

2 dicembre 2020

Caterina e il Diritto allo Studio dei Nostri Bambini

“Il mio è un desiderio: sarebbe bellissimo che questi bimbi vivessero davvero protetti, che vivessero come bambini, nella leggerezza dell’infanzia”. Quando per la prima volta nel 2007 abbiamo visitato la … Continua

30 novembre 2020

L'HIV non è Ancora Sconfitto

1,7 milioni di nuovi infetti, 690 mila morti e 38 milioni di persone che convivono con il virus. Non stiamo parlando di Covid-19 o di una nuova pandemia mondiale, ma … Continua

30 novembre 2020

Il 25 Novembre nello Slum

Il 2020 è stato un anno pieno di difficoltà, anche per la nostra associazione. Tuttavia, non solo non ci siamo fermati davanti ai mille ostacoli che abbiamo incontrato, ma abbiamo … Continua

× Come possiamo aiutarti?