News e Comunicazioni

I gruppi di conservazionisti stimano che la popolazione dei leoni Africani sia circa tra i 20000 e i 50000 esemplari: un declino sbalorditivo se si considera che circa 50 anni fa erano stimati essere attorno ai 400000. Non a caso, l’ International Union for Conservation of Nature, un network globale di organizzazioni ambientali, ha classificato i leoni come una specie a rischio con un futuro grigio davanti a sè.

The Last Lions”, documentario del National Geographic diretto dai filmmaker Dereck e Beverly Joubert, racconta il viaggio epico di sopravvivenza di una leonessa del Botswana, Mau di Tau (Madre dei leoni –) che cerca di portare in salvo i suoi cuccioli durante un incendio devastante, respingendo anche la feroce Silver Eye, matriarca di un branco rivale e attraversando un corso d’acqua popolato da coccodrilli nel tentativo di raggiungere Duba Island.

The Last Lions non è l’ennesimo documentario che rappresenta le diversi specie come essere docili e non violenti, ma è un racconto piuttosto drammatizzato – attraverso montaggio, editing, colonna sonora – dei pericoli della natura selvaggia che fa provare un ampio spettro di emozioni. In alcuni passaggi però gli animali vengono ‘umanizzati’ (es: flashback) e questo potrebbe sembrare un modo per negare la loro vera natura animale, ma comunque aiuta a creare una forte tensione narrativa.

National GeographicNY Times

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

I gruppi di conservazionisti stimano che la popolazione dei leoni Africani<\/b> sia circa tra i 20000 e i 50000 esemplari: un declino sbalorditivo se si considera che circa 50 anni fa erano stimati essere attorno ai 400000. Non a caso, l\u2019 International Union for Conservation of Nature<\/b>, un network globale di organizzazioni ambientali, ha classificato i leoni come una specie a rischio con un futuro grigio davanti a s\u00e8.<\/span>
<\/p>

\u201cThe Last Lions<\/b>\u201d, documentario del National Geographic<\/b> diretto dai filmmaker Dereck<\/b> e Beverly Joubert<\/b>, racconta il viaggio epico di sopravvivenza di una leonessa del Botswana, Mau di Tau (Madre dei leoni \u2013) che cerca di portare in salvo i suoi cuccioli durante un incendio devastante, respingendo anche la feroce Silver Eye, matriarca di un branco rivale e attraversando un corso d\u2019acqua popolato da coccodrilli nel tentativo di raggiungere Duba Island.<\/p>

The Last Lions non \u00e8 l\u2019ennesimo documentario<\/b> che rappresenta le diversi specie come essere docili e non violenti, ma \u00e8 un racconto piuttosto drammatizzato \u2013 attraverso montaggio, editing, colonna sonora \u2013 dei pericoli della natura selvaggia che fa provare un ampio spettro di emozioni. In alcuni passaggi per\u00f2 gli animali vengono \u2018umanizzati\u2019 (es: flashback) e questo potrebbe sembrare un modo per negare la loro vera natura animale, ma comunque aiuta a creare una forte tensione narrativa.<\/p>

National Geographic<\/a>, NY Times<\/a><\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

28 maggio 2020

28 maggio: Menstrual Hygiene Day

Cos’è il Menstrual Hygiene Day? Si tratta di una giornata internazionale pensata e istituita nel 2013 da un’organizzazione non-profit tedesca. L’obiettivo è quello di porre i riflettori sul diritto di … Continua

22 maggio 2020

Coronavirus

In Kenya la Crisi Economica diventa Crisi Alimentare

“La pandemia minaccia il progresso africano. Aggraverà le disuguaglianze di antica data e aumenterà la fame, la malnutrizione e la vulnerabilità alle malattie”. Così qualche giorno fa il segretario generale … Continua

18 maggio 2020

Coronavirus

A Nairobi è "Emergenza Acqua Pulita"

Non bastava il lockdown a rendere la vita negli slum ancora più infernale: le piogge torrenziali che hanno colpito il Kenya la scorsa settimana hanno distrutto una parte dell’acquedotto. Adesso … Continua

× Come possiamo aiutarti?