News e Comunicazioni

I nostri ragazzi di Alice Campus sono tornati ad Alice Village ad agosto per il loro periodo di training annuale, alcuni di loro hanno prodotto degli articoli-commento su delle questioni di interesse sociale nazionale. Di seguito trovate un saggio del pensiero di Carlos Lennox sullo stato della sicurezza in Kenya.

“Uno dei maggiori fallimenti del nostro governo riguarda la sicurezza. Diversi innocenti hanno perso la vita durante attentati che sarebbero potuti essere evitati anche solo assicurando un po’ più di controlli. Questo lo si può notare specialmente nelle zone più remote del Kenya e lungo i confini con la Somalia.

Anche la sicurezza interna è molto carente. Rapine a mano armata, violenze familiari ed omicidi, solo per menzionarne alcuni, sono all’ordine del giorno. La corruzione lungo le strade è diventato un fatto comune. Taxisti privi di licenza si aggirano liberamente per le strade portando le persone in giro per le città. Ogni giorno continuano a morire persone senza che nessuno si prenda le proprie responsabilità, scaricando spesso le colpe sugli altri.

Anche i cittadini hanno responsabilità nei confronti della propria sicurezza. Essi dovrebbero tenere il governo costantemente informato nel caso in cui sospettino di qualcuno o di qualcosa. Nonostante il governo sia stato duramente criticato ha fatto dei passi in avanti per migliorare la situazione della sicurezza nel nostro paese. Alcuni dicono che potrebbe fare di più ma questo sarebbe inutile se non decidiamo, tutti insieme, di combattere questo problema che è diffuso in quasi tutto il Kenya.

Vorrei consigliare al Governo e ai cittadini che è giunto il momento di smettere di infangarci a vicenda, dobbiamo iniziare a lavorare insieme per migliore la nostra sicurezza.”

https://www.aliceforchildren.it/wp-content/uploads/2014/09/security-in-kenya-carlos-.jpg

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:5,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

I nostri ragazzi di <\/span>Alice Campus<\/b><\/a> sono tornati ad <\/span>Alice Village<\/b><\/a> ad agosto per il loro periodo di training annuale, alcuni di loro hanno prodotto degli articoli-commento su delle questioni di interesse sociale nazionale. Di seguito trovate un saggio del pensiero di Carlos Lennox<\/b> sullo stato della sicurezz<\/b>a in Kenya.<\/span><\/p>

\”Uno dei maggiori fallimenti del nostro governo<\/b> riguarda la sicurezza. Diversi innocenti hanno perso la vita durante attentati che sarebbero potuti essere evitati anche solo assicurando un po\u2019 pi\u00f9 di controlli. Questo lo si pu\u00f2 notare specialmente nelle zone pi\u00f9 remote del Kenya<\/b> e lungo i confini con la Somalia.<\/span>
<\/i><\/p>

Anche la sicurezza interna<\/b> \u00e8 molto carente. Rapine a mano armata, violenze familiari ed omicidi, solo per menzionarne alcuni, sono all\u2019ordine del giorno. La corruzione lungo le strade \u00e8 diventato un fatto comune. Taxisti privi di licenza si aggirano liberamente per le strade portando le persone in giro per le citt\u00e0. Ogni giorno continuano a morire persone senza che nessuno si prenda le proprie responsabilit\u00e0, scaricando spesso le colpe sugli altri.<\/i><\/p>

Anche i cittadini<\/b> hanno responsabilit\u00e0 nei confronti della propria sicurezza. Essi dovrebbero tenere il governo costantemente informato nel caso in cui sospettino di qualcuno o di qualcosa. Nonostante il governo sia stato duramente criticato ha fatto dei passi in avanti per migliorare la situazione della sicurezza nel nostro paese. Alcuni dicono che potrebbe fare di pi\u00f9 ma questo sarebbe inutile se non decidiamo, tutti insieme, di combattere questo problema che \u00e8 diffuso in quasi tutto il Kenya.<\/i><\/p>

Vorrei consigliare al Governo e ai cittadini che \u00e8 giunto il momento di smettere di infangarci a vicenda, dobbiamo iniziare a lavorare insieme<\/b> per migliore la nostra sicurezza.\”<\/i><\/p>\n”,”class”:””},{“id”:”4″,”block”:”image”,”source”:”~wp-uploads\/2014\/09\/security-in-kenya-carlos-.jpg”,”alt”:”security in kenya – carlos”,”link”:”~wp-uploads\/2014\/09\/security-in-kenya-carlos-.jpg”,”class”:””,”scale”:”50%”,”position”:”center”,”size”:{“width”:300,”height”:400},”store”:{“source”:”~upload\/4-af709fb6b828812f9a72d2ea7ca8d7bf.jpg”,”width”:300,”height”:400,”mime”:”image\/jpeg”,”size”:105233}}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

2 dicembre 2020

Caterina e il Diritto allo Studio dei Nostri Bambini

“Il mio è un desiderio: sarebbe bellissimo che questi bimbi vivessero davvero protetti, che vivessero come bambini, nella leggerezza dell’infanzia”. Quando per la prima volta nel 2007 abbiamo visitato la … Continua

30 novembre 2020

L'HIV non è Ancora Sconfitto

1,7 milioni di nuovi infetti, 690 mila morti e 38 milioni di persone che convivono con il virus. Non stiamo parlando di Covid-19 o di una nuova pandemia mondiale, ma … Continua

30 novembre 2020

Il 25 Novembre nello Slum

Il 2020 è stato un anno pieno di difficoltà, anche per la nostra associazione. Tuttavia, non solo non ci siamo fermati davanti ai mille ostacoli che abbiamo incontrato, ma abbiamo … Continua

× Come possiamo aiutarti?