News e Comunicazioni

il governo del Sud Sudan ha emanato un ordine destinato alle NGO, alle società private di licenziare i lavoratori stranieri entro metà ottobre. L’intento del Ministro del Lavoro è quello di far rimpiazzare gli stranieri con lavoratori nazionali ad ogni livello. Ovviamente quest’ordine avrà un effetto particolare in particolare sui programmi di aiuto internazionale.

Secondo Denis Okari inviato BBC in Kenya, questa mossa arriva ad un momento molto critico per il paese più giovane al mondo. Il Paese si trova sul filo del rasoio e nel 2015 potrebbe trovarsi in uno stato di carestia estrema, per questo motivo anche il direttore di Oxfam nel paese sostiene che bisognerebbe espandere i programmi e non restringerli.

Il governo del Sud Sudan e la comunità internazionale dovrebbero lavorare insieme per assicurate alla popolazione bisognosa aiuti essenziali per sopravvivere. La circolare ministeriale elenca nove ruoli – direttori esecutivi, manager del personale, segretari, addetti alle relazioni umane, addetti alle relazioni pubbliche, addetti agli approvvigionamenti, addetti al protocollo, addetti del front-desk, receptionist – devono essere ricoperti almeno all’80% da personale competente sud sudanese. Il problema è che spesso le organizzazioni internazionali in particolari hanno cittadini stranieri nelle posizioni chiave.

BBC 

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

il governo del Sud Sudan<\/b> ha emanato un ordine destinato alle NGO<\/b>, alle societ\u00e0 private di licenziare i lavoratori stranieri entro met\u00e0 ottobre. L\u2019intento del Ministro del Lavoro<\/b> \u00e8 quello di far rimpiazzare gli stranieri con lavoratori nazionali ad ogni livello. Ovviamente quest\u2019ordine avr\u00e0 un effetto particolare in particolare sui programmi di aiuto internazionale.<\/span>
<\/p>

Secondo Denis Okari<\/b> inviato BBC in Kenya, questa mossa arriva ad un momento molto critico per il paese pi\u00f9 giovane al mondo. Il Paese si trova sul filo del rasoio e nel 2015 potrebbe trovarsi in uno stato di carestia estrema, per questo motivo anche il direttore di Oxfam<\/b> nel paese sostiene che bisognerebbe espandere i programmi e non restringerli.<\/p>

Il governo del Sud Sudan e la comunit\u00e0 internazionale dovrebbero lavorare insieme per assicurate alla popolazione bisognosa aiuti essenziali per sopravvivere. La circolare ministeriale elenca nove ruoli \u2013 direttori esecutivi, manager del personale, segretari, addetti alle relazioni umane, addetti alle relazioni pubbliche, addetti agli approvvigionamenti, addetti al protocollo, addetti del front-desk, receptionist \u2013 devono essere ricoperti almeno all\u201980% da personale competente sud sudanese<\/b>. Il problema \u00e8 che spesso le organizzazioni internazionali in particolari hanno cittadini stranieri nelle posizioni chiave.<\/p>

BBC<\/a> 
<\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

12 dicembre 2019

Il Giving Tuesday e il #RegaloPiùBello

Se ci seguite sui social e se ricevete le nostre comunicazioni, vi sarete imbattuti ultimamente in alcune nostre iniziative di raccolta fondi legate al Giving Tuesday. Ma perché questo martedì … Continua

27 novembre 2019

AIFA

22 Novembre 2019: una Giornata Davvero Speciale!

Nella giornata di venerdì 22 novembre, gli studenti della nostra Alice Italian Food Academy hanno gareggiato per aggiudicarsi il Premio Ricette di Bontà 2019 del Cucchiaio d’Argento e hanno ricevuto … Continua

4 novembre 2019

AIFA

#StorieVere da AIFA: Irene

Le scorse settimane vi abbiamo parlato di due nostri studenti di Alice Italian Food Academy, Brian e Rodgers. Oggi vi presentiamo una ragazza davvero in gamba, che sta stupendo tutti … Continua