News e Comunicazioni

il governo del Sud Sudan ha emanato un ordine destinato alle NGO, alle società private di licenziare i lavoratori stranieri entro metà ottobre. L’intento del Ministro del Lavoro è quello di far rimpiazzare gli stranieri con lavoratori nazionali ad ogni livello. Ovviamente quest’ordine avrà un effetto particolare in particolare sui programmi di aiuto internazionale.

Secondo Denis Okari inviato BBC in Kenya, questa mossa arriva ad un momento molto critico per il paese più giovane al mondo. Il Paese si trova sul filo del rasoio e nel 2015 potrebbe trovarsi in uno stato di carestia estrema, per questo motivo anche il direttore di Oxfam nel paese sostiene che bisognerebbe espandere i programmi e non restringerli.

Il governo del Sud Sudan e la comunità internazionale dovrebbero lavorare insieme per assicurate alla popolazione bisognosa aiuti essenziali per sopravvivere. La circolare ministeriale elenca nove ruoli – direttori esecutivi, manager del personale, segretari, addetti alle relazioni umane, addetti alle relazioni pubbliche, addetti agli approvvigionamenti, addetti al protocollo, addetti del front-desk, receptionist – devono essere ricoperti almeno all’80% da personale competente sud sudanese. Il problema è che spesso le organizzazioni internazionali in particolari hanno cittadini stranieri nelle posizioni chiave.

BBC 

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

il governo del Sud Sudan<\/b> ha emanato un ordine destinato alle NGO<\/b>, alle societ\u00e0 private di licenziare i lavoratori stranieri entro met\u00e0 ottobre. L\u2019intento del Ministro del Lavoro<\/b> \u00e8 quello di far rimpiazzare gli stranieri con lavoratori nazionali ad ogni livello. Ovviamente quest\u2019ordine avr\u00e0 un effetto particolare in particolare sui programmi di aiuto internazionale.<\/span>
<\/p>

Secondo Denis Okari<\/b> inviato BBC in Kenya, questa mossa arriva ad un momento molto critico per il paese pi\u00f9 giovane al mondo. Il Paese si trova sul filo del rasoio e nel 2015 potrebbe trovarsi in uno stato di carestia estrema, per questo motivo anche il direttore di Oxfam<\/b> nel paese sostiene che bisognerebbe espandere i programmi e non restringerli.<\/p>

Il governo del Sud Sudan e la comunit\u00e0 internazionale dovrebbero lavorare insieme per assicurate alla popolazione bisognosa aiuti essenziali per sopravvivere. La circolare ministeriale elenca nove ruoli \u2013 direttori esecutivi, manager del personale, segretari, addetti alle relazioni umane, addetti alle relazioni pubbliche, addetti agli approvvigionamenti, addetti al protocollo, addetti del front-desk, receptionist \u2013 devono essere ricoperti almeno all\u201980% da personale competente sud sudanese<\/b>. Il problema \u00e8 che spesso le organizzazioni internazionali in particolari hanno cittadini stranieri nelle posizioni chiave.<\/p>

BBC<\/a> 
<\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

20 gennaio 2021

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Un viaggio nella baraccopoli di Korogocho

La baraccopoli di Korogocho è una tra le più grandi e popolose di Nairobi. È qui che siamo approdati più di dieci anni fa nel nostro primo viaggio alla scoperta … Continua

15 gennaio 2021

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Ai Piedi della Discarica: il Racconto di Arianna

Dandora è uno dei più di 100 slum di Nairobi. Un agglomerato di baracche e strade strette, dove vivono e si muovono migliaia di persone. A soli 7 chilometri dal … Continua

10 gennaio 2021

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Alla Scoperta di Rombo con Alessandra

“Tanti di loro erano scalzi, la divisa era ormai logorata dal tempo, ma i loro sorrisi e gli occhi illuminati da una luce che solo la savana e le distese … Continua

× Come possiamo aiutarti?