News e Comunicazioni

Mancano poco più di 400 giorni alla deadline degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (MDG), e molto è stato fatto da quando durante un Summit delle UN è stata creata questa Roadmap quindicennale per combattere la povertà, la fame, le malattie, proteggere l’ambiente, espandere l’educazione, la salute minima e rafforzare la posizione delle donne nel mondo. Ma molto dev’essere ancora fatto per raggiungere a pieno tutti gli obiettivi stabiliti entro la fine del 2015.

In un suo recente discorso al MDG Advocacy Group, il SG delle UN Ban Ki-Moon ha sottolineato l’importanza degli Obiettivi del Millennio e l’effetto benefico che hanno avuto sulla vita di milioni di persone. Tutti i risultati positivi sono stati descritti anche nell’ultimo report del MDG Advocacy Group ‘Accelerating Action: Global Leaders on Challenges and Opportunities for MDG Achievement’. Secondo il report infatti, gli ultimi 20 anni hanno testimoniato la riduzione del tasso di mortalità infantile, il dimezzamento della mortalità materna, l’aumento del tasso di sopravvivenza ad HIV/AIDS grazie alle terapie antiretrovirali e la diffusione di terapie per la prevenzione e trattamenti per malattie come malaria e tubercolosi, salvando in totale almeno 22 milioni di persone.

Il report è ottimista sul raggiungimento degli obiettivi entro il 2015, ma il Segretario Generale delle Nazioni Unite avvisa che c’è ancora molto da fare per “finire il lavoro”. “Dobbiamo fare di più per eliminare la fame e la malnutrizione cronica infantile. È necessario progredire in maniera più veloce”. I governi devono focalizzarsi su due fronti critici: accelerare il progresso verso gli obiettivi, preparare i meccanismi del framework post-2015 in modo che siano solidi ed efficienti.

UN 

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:”1″,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

Mancano poco pi\u00f9 di 400 giorni alla deadline degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio<\/b> (MDG), e molto \u00e8 stato fatto da quando durante un Summit delle UN \u00e8 stata creata questa Roadmap quindicennale per combattere la povert\u00e0, la fame, le malattie, proteggere l\u2019ambiente, espandere l\u2019educazione, la salute minima e rafforzare la posizione delle donne nel mondo. Ma molto dev’essere ancora fatto per raggiungere a pieno tutti gli obiettivi stabiliti entro la fine del 2015.<\/span>
<\/p>

In un suo recente discorso al MDG Advocacy Group<\/b>, il SG delle UN Ban Ki-Moon<\/b> ha sottolineato l\u2019importanza degli Obiettivi del Millennio e l\u2019effetto benefico che hanno avuto sulla vita di milioni di persone. Tutti i risultati positivi sono stati descritti anche nell\u2019ultimo report del MDG Advocacy Group \u2018Accelerating Action: Global Leaders on Challenges and Opportunities for MDG Achievement<\/b><\/a>\u2019. Secondo il report infatti, gli ultimi 20 anni hanno testimoniato la riduzione del tasso di mortalit\u00e0 infantile, il dimezzamento della mortalit\u00e0 materna, l\u2019aumento del tasso di sopravvivenza ad HIV\/AIDS grazie alle terapie antiretrovirali e la diffusione di terapie per la prevenzione e trattamenti per malattie come malaria e tubercolosi, salvando in totale almeno 22 milioni di persone.<\/span><\/p>

Il report \u00e8 ottimista sul raggiungimento degli obiettivi entro il 2015, ma il Segretario Generale delle Nazioni Unite avvisa che c\u2019\u00e8 ancora molto da fare per \u201cfinire il lavoro<\/i>\u201d. \u201cDobbiamo fare di pi\u00f9 per eliminare la fame e la malnutrizione cronica infantile. \u00c8 necessario progredire in maniera pi\u00f9 veloce<\/i>\u201d. I governi devono focalizzarsi su due fronti critici: accelerare<\/b> il progresso verso gli obiettivi, preparare<\/b> i meccanismi del framework post-2015 in modo che siano solidi ed efficienti.<\/p>

UN<\/a> 
<\/p>\r\n”}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

4 agosto 2020

News dal Kenya

Le Conseguenze del Lockdown per le Donne

La pandemia e il lockdown stanno colpendo duramente tutta la popolazione mondiale in termini economici, sanitari e sociali. In tutto il mondo ma soprattutto nei paesi più vulnerabili, donne e … Continua

29 luglio 2020

Coronavirus, News dal Kenya

Lettera dagli Slum: l'Appello di Davide

Condividiamo con voi l’appello del nostro coordinatore delle attività a Nairobi, Davide, che sta lavorando sul campo per contrastare l’emergenza alimentare e sociale che affligge la popolazione degli slum di … Continua

22 luglio 2020

News dal Kenya

Scuole chiuse fino a gennaio: il Kenya dimentica i bambini degli slum

“Tenere le scuole chiuse comporta molti più rischi che benefici”. The Economist (dal titolo di un articolo di qualche giorno fa)   Due settimane fa il ministero dell’istruzione keniano ha … Continua

× Come possiamo aiutarti?