News e Comunicazioni

Secondo l’ultimo World Malaria Report (2014), tra il 2000 e il 2013, il tasso di mortalità a causa della malaria è calato del 43% a livello globale e del 54% nella regione africana dove avvengono il 90% dei decessi. Analisi svolte in Africa Subsahariana rivelano che nonostante la popolazione sia aumentata del 43%, il numero di persone infette o che mostrano sintomi della malattia continua a calare: da 173 milioni nel 2000 a 128 milioni nel 2013. “Possiamo vincere questa guerra contro la malaria” dice il Direttore Generale della World Health Organization, Dr. Margaret Chan, “abbiamo gli strumenti giusti e i nostri sistemi di difesa funzionano, ma dobbiamo ancora fare in modo che questi strumenti arrivino ad un numero maggiore di persone se vogliamo dare un senso a questi risultati”.

Nonostante nel mondo continui ad aumentare il numero di paesi che ha eliminato totalmente il rischio di infezione malarica, continuano a persistere delle sfide all’obiettivo dell’eliminazione completa della malattia e i prossimi anni saranno critici in questo senso. Nonostante ciò, Dr. Pedro L. Alonso,  Direttore del WHO’s Global Malaria Programme crede che i fondi sufficienti  e maggior impegno si potranno fare grandi passi avanti nell’affrontare le sfide tecniche e biologiche legate a questa lotta.

Nel frattempo il Kenya ha ricevuto in donazione circa 200mila trattamenti antamalarici che verranno distribuiti ai bambini nelle zone più colpite del paese. Infatti, il Ministero della Salute kenyota ha stimato che ogni anno siano circa 30mila i bambini sotto i 5 anni a venire colpiti fatalmente dalla malattia.

WHO, All Africa

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

Secondo l’ultimo World Malaria Report (2014)<\/b>, tra il 2000 e il 2013, il tasso di mortalit\u00e0 a causa della malaria \u00e8 calato del 43% a livello globale e del 54% nella regione africana dove avvengono il 90% dei decessi. Analisi svolte in Africa Subsahariana<\/b> rivelano che nonostante la popolazione sia aumentata del 43%, il numero di persone infette o che mostrano sintomi della malattia continua a calare: da 173 milioni nel 2000 a 128 milioni nel 2013. \u201cPossiamo vincere questa guerra contro la malaria<\/i>\u201d dice il Direttore Generale della World Health Organization, Dr. Margaret Chan<\/b>, \u201cabbiamo gli strumenti giusti e i nostri sistemi di difesa funzionano, ma dobbiamo ancora fare in modo che questi strumenti arrivino ad un numero maggiore di persone se vogliamo dare un senso a questi risultati<\/i>\u201d.<\/span>
<\/p>

Nonostante nel mondo continui ad aumentare il numero di paesi che ha eliminato totalmente il rischio di infezione malarica, continuano a persistere delle sfide all’obiettivo dell’eliminazione completa della malattia e i prossimi anni saranno critici in questo senso. Nonostante ci\u00f2, Dr. Pedro L. Alonso,  Direttore del WHO\u2019s Global Malaria Programme<\/b> crede che i fondi sufficienti  e maggior impegno si potranno fare grandi passi avanti nell’affrontare le sfide tecniche e biologiche legate a questa lotta.<\/p>

Nel frattempo il Kenya<\/b> ha ricevuto in donazione circa 200mila trattamenti antamalarici<\/b> che verranno distribuiti ai bambini nelle zone pi\u00f9 colpite del paese. Infatti, il Ministero della Salute kenyota ha stimato che ogni anno siano circa 30mila i bambini sotto i 5 anni a venire colpiti fatalmente dalla malattia.<\/p>

WHO<\/a>, All Africa<\/a><\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

22 maggio 2020

Coronavirus

In Kenya la Crisi Economica diventa Crisi Alimentare

“La pandemia minaccia il progresso africano. Aggraverà le disuguaglianze di antica data e aumenterà la fame, la malnutrizione e la vulnerabilità alle malattie”. Così qualche giorno fa il segretario generale … Continua

18 maggio 2020

Coronavirus

A Nairobi è "Emergenza Acqua Pulita"

Non bastava il lockdown a rendere la vita negli slum ancora più infernale: le piogge torrenziali che hanno colpito il Kenya la scorsa settimana hanno distrutto una parte dell’acquedotto. Adesso … Continua

15 maggio 2020

Coronavirus

Le demolizioni nelle baraccopoli durante il lockdown

“C’erano una volta in quel luogo delle persone che non erano umane”. Inizia così un articolo di un quotidiano keniota online che parla di ciò che è successo nella baraccopoli … Continua

× Come possiamo aiutarti?