News e Comunicazioni

Dopo che negli ultimi due anni una dozzina di atleti kenyoti è finita nella rete dell’antidoping, tra cui la stella della maratona Rita Jeptoo (positiva all’epo), due volte regina a Chicago e tre a Boston, la federatletica di Nairobi (Athletics Kenya, AK) ha varato una decisa stretta in materia. Tutti gli allenatori, manager e sub-agenti degli atleti kenyoti dovranno essere registrati presso la AK e qualsiasi manager che abbia più di due atleti dopati sarà immediatamente bandito. Verrà anche messo in piedi un programma di test antidoping a sorpresa e nessuna gara che non preveda i controlli otterrà il nulla-osta della federazione. “Gli atleti saranno pagati solo dopo che sia stata accertata la loro pulizia” ha anticipato il presidente federale, Isaiah Kiplagat.

Di pari passo Kipchoge Keino, presidente del Comitato Olimpico Kenyota, incontrerà il ministro dello sport Hassan Wario per discutere una nuova legislazione antidoping che preveda il carcere per manager e allenatori che incoraggino pratiche dopanti.

Intanto il caso Jeptoo è stato discusso il 15 gennaio davanti dalla commissione medica e antidoping, dove sono stati chiamati a comparire anche il suo manager, il bresciano Federico Rosa, il coach Claudio Berardelli e l’ex marito Noah Busienei, che aveva dichiarato alla stampa come Rita si dopasse già da tre anni.

Corriere dello Sport 

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

Dopo che negli ultimi due anni una dozzina di atleti kenyoti \u00e8 finita nella rete dell\u2019antidoping<\/b>, tra cui la stella della maratona Rita Jeptoo<\/b> (positiva all\u2019epo), due volte regina a Chicago e tre a Boston, la federatletica di Nairobi (Athletics Kenya<\/b>, AK) ha varato una decisa stretta in materia. Tutti gli allenatori, manager e sub-agenti degli atleti kenyoti dovranno essere registrati presso la AK e qualsiasi manager che abbia pi\u00f9 di due atleti dopati sar\u00e0 immediatamente bandito. Verr\u00e0 anche messo in piedi un programma di test antidoping a sorpresa e nessuna gara che non preveda i controlli otterr\u00e0 il nulla-osta della federazione. \u201cGli atleti saranno pagati solo dopo che sia stata accertata la loro pulizia<\/i>\u201d ha anticipato il presidente federale, Isaiah Kiplagat<\/b>.<\/span>
<\/p>

Di pari passo Kipchoge Keino, presidente del Comitato Olimpico Kenyota, incontrer\u00e0 il ministro dello sport Hassan Wario per discutere una nuova legislazione antidoping che preveda il carcere per manager e allenatori che incoraggino pratiche dopanti.<\/p>

Intanto il caso Jeptoo \u00e8 stato discusso il 15 gennaio davanti dalla commissione medica e antidoping, dove sono stati chiamati a comparire anche il suo manager, il bresciano Federico Rosa, il coach Claudio Berardelli e l\u2019ex marito Noah Busienei, che aveva dichiarato alla stampa come Rita si dopasse gi\u00e0 da tre anni.<\/p>

Corriere dello Sport<\/a> 
<\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

28 maggio 2020

28 maggio: Menstrual Hygiene Day

Cos’è il Menstrual Hygiene Day? Si tratta di una giornata internazionale pensata e istituita nel 2013 da un’organizzazione non-profit tedesca. L’obiettivo è quello di porre i riflettori sul diritto di … Continua

22 maggio 2020

Coronavirus

In Kenya la Crisi Economica diventa Crisi Alimentare

“La pandemia minaccia il progresso africano. Aggraverà le disuguaglianze di antica data e aumenterà la fame, la malnutrizione e la vulnerabilità alle malattie”. Così qualche giorno fa il segretario generale … Continua

18 maggio 2020

Coronavirus

A Nairobi è "Emergenza Acqua Pulita"

Non bastava il lockdown a rendere la vita negli slum ancora più infernale: le piogge torrenziali che hanno colpito il Kenya la scorsa settimana hanno distrutto una parte dell’acquedotto. Adesso … Continua

× Come possiamo aiutarti?