News e Comunicazioni

Mentre il Kenya mostra difficoltà a raggiungere gli Obiettivi del Millennio (MDG), si stima che ogni giorno in media 15 neomamme e 290 bambini perdano la vita a causa di complicazioni relative al parto, e la maggior parte di questi casi avvengono nelle zone rurali del paese.

Per ridurre il tasso di mortalità materna e dei bambini sotto i 5 anni, l’ospedale St. John ha introdotto l’utilizzo di moto-ambulanze, ambulanze su due ruote in grado percorrere anche i terreni più accidentati per raggiungere i pazienti e trasportarli d’urgenza al pronto soccorso. Per ora si tratta di un progetto pilota condotto nella Tana River County selezionata per il tasso più alto di mortalità materna.

Sono state scelte le moto perchè sui terreni accidentati delle zone rurali sono più facili da spingere in caso di panne, la manutenzione e il carburante sono meno dispendiosi rispetto alle ambulanze a quattro ruote tradizionali. Inoltre, si è rilevato che con le moto-ambulanze i tempi di risposta alle emergenze si sono dimezzati, permettendo alle mamme di raggiungere l’ospedale in tempo per partorire in sicurezza.

L’iniziativa non è nuova però, già paesi come Malawi, Sudan, Zambia e più di recente Uganda, hanno introdotto da tempo le moto-ambulanze, rinominate ‘e-rangers’, per trasportare le donne in travaglio più velocemente alle strutture ospedaliere.

Standard Media 

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

Mentre il Kenya<\/b> mostra difficolt\u00e0 a raggiungere gli Obiettivi del Millennio<\/b> (MDG), si stima che ogni giorno in media 15 neomamme e 290 bambini perdano la vita a causa di complicazioni relative al parto, e la maggior parte di questi casi avvengono nelle zone rurali del paese.<\/span><\/p>

Per ridurre il tasso di mortalit\u00e0 materna<\/b> e dei bambini sotto i 5 anni, l\u2019ospedale St. John<\/b> ha introdotto l\u2019utilizzo di moto-ambulanze<\/b>, ambulanze su due ruote in grado percorrere anche i terreni pi\u00f9 accidentati per raggiungere i pazienti e trasportarli d\u2019urgenza al pronto soccorso. Per ora si tratta di un progetto pilota condotto nella Tana River County<\/b> selezionata per il tasso pi\u00f9 alto di mortalit\u00e0 materna.<\/span>
<\/p>

Sono state scelte le moto perch\u00e8 sui terreni accidentati delle zone rurali <\/b>sono pi\u00f9 facili da spingere in caso di panne, la manutenzione e il carburante sono meno dispendiosi rispetto alle ambulanze a quattro ruote tradizionali. Inoltre, si \u00e8 rilevato che con le moto-ambulanze i tempi di risposta alle emergenze si sono dimezzati, permettendo alle mamme di raggiungere l\u2019ospedale in tempo per partorire in sicurezza.<\/p>

L\u2019iniziativa non \u00e8 nuova per\u00f2, gi\u00e0 paesi come Malawi<\/b>, Sudan<\/b>, Zambia<\/b> e pi\u00f9 di recente Uganda<\/b>, hanno introdotto da tempo le moto-ambulanze, rinominate \u2018e-rangers<\/i>\u2019, per trasportare le donne in travaglio pi\u00f9 velocemente alle strutture ospedaliere.<\/p>

Standard Media<\/a> 
<\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

24 gennaio 2021

24 Gennaio: Giornata Internazionale dell'Educazione

L’Art. 28 della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza protegge il diritto all’istruzione per tutti i bambini del mondo.   Rende obbligatoria l’istruzione primaria. Obbligo non solo per gli alunni … Continua

20 gennaio 2021

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Un viaggio nella baraccopoli di Korogocho

La baraccopoli di Korogocho è una tra le più grandi e popolose di Nairobi. È qui che siamo approdati più di dieci anni fa nel nostro primo viaggio alla scoperta … Continua

15 gennaio 2021

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Ai Piedi della Discarica: il Racconto di Arianna

Dandora è uno dei più di 100 slum di Nairobi. Un agglomerato di baracche e strade strette, dove vivono e si muovono migliaia di persone. A soli 7 chilometri dal … Continua

× Come possiamo aiutarti?