News e Comunicazioni

Il 26 febbraio, la Cina ha ufficialmente annunciato il bando della durata di un anno sulle importazioni di avorio dal continente africano. Questa decisione permetterà un balzo in avanti nella protezione degli animali contro i bracconieri. Julius Cheptei, del Kenya Wildlife Service, commenta: “la recente decisione strategica da parte del governo cinese fornirà nuova energia alla lotta al bracconaggio nella regione”.

La cooperazione sino-kenyota in tema di protezione animale è finalmente sbocciata portando ad accordi tra i leader di entrambe le parti e concretizzandosi in un avanzato supporto tecnico cinese che permetterà il miglioramento della lotta: le strumentazioni donate dall’ambasciata cinese hanno finora contribuito a ridurre le attività di bracconaggio del 50% 

Stiamo assistendo ad un grande impegno politico da parte della Cina per eliminare questa pratica. Anche altri partner bilaterali dovrebbero seguire l’esempio e porre la parola fine a questa minaccia ambientale”, sottolinea Cheptei.

Global Times

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

Il 26 febbraio, la Cina<\/b> ha ufficialmente annunciato il bando della durata di un anno sulle importazioni di avorio dal continente africano. Questa decisione permetter\u00e0 un balzo in avanti nella protezione degli animali contro i bracconieri. Julius Cheptei<\/b>, del Kenya Wildlife Service, commenta: \u201cla recente decisione strategica da parte del governo cinese fornir\u00e0 nuova energia alla lotta al bracconaggio nella regione<\/i>\u201d.<\/span>
<\/p>

La cooperazione sino-kenyota<\/b> in tema di protezione animale \u00e8 finalmente sbocciata portando ad accordi tra i leader di entrambe le parti e concretizzandosi in un avanzato supporto tecnico cinese che permetter\u00e0 il miglioramento della lotta: le strumentazioni donate dall’ambasciata cinese hanno finora contribuito a ridurre le attivit\u00e0 di bracconaggio del 50% <\/p>

\u201cStiamo assistendo ad un grande impegno politico da parte della Cina per eliminare questa pratica. Anche altri partner bilaterali dovrebbero seguire l\u2019esempio e porre la parola fine a questa minaccia ambientale<\/i>\u201d, sottolinea Cheptei.<\/p>

Global Times<\/a>
<\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

22 maggio 2020

Coronavirus

In Kenya la Crisi Economica diventa Crisi Alimentare

“La pandemia minaccia il progresso africano. Aggraverà le disuguaglianze di antica data e aumenterà la fame, la malnutrizione e la vulnerabilità alle malattie”. Così qualche giorno fa il segretario generale … Continua

18 maggio 2020

Coronavirus

A Nairobi è "Emergenza Acqua Pulita"

Non bastava il lockdown a rendere la vita negli slum ancora più infernale: le piogge torrenziali che hanno colpito il Kenya la scorsa settimana hanno distrutto una parte dell’acquedotto. Adesso … Continua

15 maggio 2020

Coronavirus

Le demolizioni nelle baraccopoli durante il lockdown

“C’erano una volta in quel luogo delle persone che non erano umane”. Inizia così un articolo di un quotidiano keniota online che parla di ciò che è successo nella baraccopoli … Continua

× Come possiamo aiutarti?