News e Comunicazioni

HIV/AIDS è diventata la principale causa di morte tra gli adolescenti nel continente africano e la seconda causa principale di morte degli adolescenti in tutto il mondo. Circa 120mila giovani di età compresa tra 10 e 19 anni sono deceduti per motivi associate all’AIDS solo nel 2013. Per questo motivo, otto agenzie internazionali hanno lanciato “All In”, una campagna globale in Kenya il cui obiettivo è ridurre le infezioni tra gli adolescenti del 75% e i decessi per AIDS del 65% entro il 2020 tramite centri di counselling e programmi di educazione sessuale specifici per gli adolescenti.

Glia adolescenti della regione sub-sahariana in Africa sono i più colpiti: ad esempio in Sudafrica, ogni settimana nel 2013, circa 860 ragazze sono state infettate rispetto ai 170 casi della controparte maschile. La maggior parte dei 2.1 milioni di adolescenti infettati di HIV nel 2013, probabilmente erano già infettati da almeno dieci anni o nati da madri già positive al virus.

Dr. Lilian Otiso, Direttore dei Servizi presso LVCT Health, una NGO che si occupa di HIV/AIDS e prevenzione in Kenya, sostiene che le ragazze cominciano ad avere rapporti sessuali molto prima rispetto ai ragazzi, poiché spesso obbligate a provvedere a sé stesse, o a frequentare uomini più grandi e che possono mantenerle o purtroppo rimangono vittime di abuso e sfruttamento. Inoltre, gli adolescenti molto spesso non si sottopongono ai test necessari e di conseguenza non accedono ai trattamenti che possono aiutarli a stare meglio.

Detroit Free Press 

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

HIV\/AIDS<\/b> \u00e8 diventata la principale causa di morte<\/b> tra gli adolescenti<\/b> nel continente africano e la seconda causa principale di morte degli adolescenti in tutto il mondo. <\/span>Circa 120mila giovani di et\u00e0 compresa tra 10 e 19 anni sono deceduti per motivi associate all\u2019AIDS solo nel 2013. Per questo motivo, otto agenzie internazionali hanno lanciato \u201cAll In<\/i><\/b>\u201d, una campagna globale in Kenya<\/b> il cui obiettivo \u00e8 ridurre le infezioni tra gli adolescenti del 75% e i decessi per AIDS del 65% entro il 2020 tramite centri di counselling e programmi di educazione sessuale specifici per gli adolescenti.<\/span><\/p>

Glia adolescenti della regione sub-sahariana in Africa<\/b> sono i pi\u00f9 colpiti: ad esempio in Sudafrica, ogni settimana nel 2013, circa 860 ragazze sono state infettate rispetto ai 170 casi della controparte maschile. La maggior parte dei 2.1 milioni di adolescenti infettati di HIV nel 2013, probabilmente erano gi\u00e0 infettati da almeno dieci anni o nati da madri gi\u00e0 positive al virus.<\/p>

Dr. Lilian Otiso, Direttore dei Servizi presso LVCT Health, una NGO che si occupa di HIV\/AIDS<\/b> e prevenzione<\/b> in Kenya, sostiene che le ragazze<\/b> cominciano ad avere rapporti sessuali molto prima rispetto ai ragazzi, poich\u00e9 spesso obbligate a provvedere a s\u00e9 stesse, o a frequentare uomini pi\u00f9 grandi e che possono mantenerle o purtroppo rimangono vittime di abuso e sfruttamento. Inoltre, gli adolescenti molto spesso non si sottopongono ai test necessari e di conseguenza non accedono ai trattamenti che possono aiutarli a stare meglio.<\/p>

Detroit Free Press<\/a> 
<\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

24 settembre 2020

Diamo i Numeri... Grazie a Voi!

SEMBRAVA IMPOSSIBILE, MA GRAZIE A VOI CI STIAMO RIUSCENDO! Da qualche mese abbiamo lanciato il nuovo progetto per aiutare le famiglie che vivono negli slum, ridotte alla fame dalle conseguenze … Continua

15 settembre 2020

News dal Kenya

Le scuole chiuse cancellano i diritti dei bambini

Secondo un recente studio delle Nazioni Unite, nei prossimi dieci anni il numero delle spose bambine nel mondo crescerà di 13 milioni. Questa è solo una delle conseguenze della chiusura … Continua

10 settembre 2020

Il Tuo 5x1000 Può Fare la Differenza

Il 2020 è un anno particolare, anche per la donazione del 5×1000: a causa della pandemia e del lockdown, le scadenze per la presentazione del 730 o del Modello Redditi … Continua

× Come possiamo aiutarti?