News e Comunicazioni

Michael Gatari, professore di Scienze Ambientali presso la University of Nairobi, durante un forum sullo stato della qualità dell’aria respirata, ha affermato che nella zona metropolitana di Nairobi la situazione è peggiore rispetto ad altre grandi città nel mondo. “La qualità dell’aria di Nairobi è peggiore rispetto al Cairo o a Città del Messico”, ha sottolineato Gatari.

È stato rilevato che le principali cause di inquinamento consistono nelle esalazioni provenienti dai veicoli che trafficano tutte le arterie stradali della città, e nell’utilizzo di kerosene e combustibili fossili per usi domestici negli slums. “Abbiamo così tanti Matatu (grandi taxi collettivi molto comuni per muoversi in Kenya–) che usano carburanti adulterati con Kerosene che rallentano la combustione, ma che rendono l’aria sempre più irrespirabile. Questo genere di esalazioni costituiscono l’80% dei fumi tossici in città, seguiti solo dai rifiuti organici.

Per mitigare l’impatto disastroso sulla salute delle persone, Gatari suggerisce una gestione più efficiente dei mezzi pubblici che invogli i cittadini a lasciare a casa i loro mezzi privati, riducendo così il numero di macchine in movimento per la città e, quindi, anche le emissioni dannose alla salute.

All Africa 

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

Michael Gatar<\/b>i, professore di Scienze Ambientali presso la University of Nairobi, durante un forum sullo stato della qualit\u00e0 dell\u2019aria<\/b> respirata, ha affermato che nella zona metropolitana di Nairobi la situazione \u00e8 peggiore rispetto ad altre grandi citt\u00e0 nel mondo. \u201cLa qualit\u00e0 dell\u2019aria di Nairobi \u00e8 peggiore rispetto al Cairo o a Citt\u00e0 del Messico<\/i>\u201d, ha sottolineato Gatari.<\/span>
<\/p>

\u00c8 stato rilevato che le principali cause di inquinamento consistono nelle esalazioni provenienti dai veicoli che trafficano tutte le arterie stradali della citt\u00e0, e nell’utilizzo di kerosene e combustibili fossili per usi domestici negli slums. \u201cAbbiamo cos\u00ec tanti Matatu<\/i> (grandi taxi collettivi molto comuni per muoversi in Kenya\u2013) che usano carburanti adulterati con Kerosene che rallentano la combustione, ma che rendono l\u2019aria sempre pi\u00f9 irrespirabile. Questo genere di esalazioni costituiscono l\u201980% dei fumi tossici in citt\u00e0, seguiti solo dai rifiuti organici.<\/i>\u201d<\/p>

Per mitigare l\u2019impatto disastroso sulla salute delle persone, Gatari suggerisce una gestione pi\u00f9 efficiente dei mezzi pubblici<\/b> che invogli i cittadini a lasciare a casa i loro mezzi privati, riducendo cos\u00ec il numero di macchine in movimento per la citt\u00e0 e, quindi, anche le emissioni dannose alla salute.<\/p>

All Africa<\/a> 
<\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

14 ottobre 2019

AIFA, Dicono di noi

La storia di Sharon per la Giornata delle bambine

In occasione della Giornata Internazionale delle Bambine, celebrata lo scorso 11 ottobre, la nostra sostenitrice e giornalista Chiara Cortese ha scritto un bellissimo articolo sul magazine Ohga  in cui parla … Continua

30 settembre 2019

AIFA

#StorieVere da AIFA: Brian

Vi abbiamo già presentato la classe di quest’anno di Alice Italian Food Academy: sono 13 i ragazzi che hanno scelto di mettersi in gioco e apprendere di più sulla nostra … Continua

18 settembre 2019

Diari dei volontari, Diari di viaggio

Nel 2019 il Volontariato è Social

“Negli occhi di questi bimbi, mentre gli corri dietro, o provi a farli ridere, all’improvviso, rischi di trovarci un pezzo di te che ti era sfuggito, forse uno dei pezzi … Continua