News e Comunicazioni

Mooladè è un film del 2004 diretto dal regista senegalese Ousmane Sembene e riguarda il tema della mutilazione genitale femminile (MGF), rituale molto comune ed importante presso numerose comunità del continente africano. In un villaggio del Burkina Faso, Collè Ardo è l’unica a non aver sottoposto l’ultima figlia alla pratica della MGF, dopo aver visto morire a causa di quella pratica le due figlie precedenti. Quattro bambine, un giorno, si recano a casa della donna e le chiedono Moolaadè (protezione-). Non vogliono subire l’escissione. Collè Ardo tende una corda all’entrata della propria capanna: nessuno potrà entrare. Il villaggio è in subbuglio: uomini, donne anziane, il capo della comunità: tutti sono contro Collè Ardo, ma lei – con coraggio e determinazione – cerca di resistere e di far valere le proprie ragioni e quelle delle bambine che, con amore e consapevolezza, ha deciso di proteggere.

Il film è il secondo di una trilogia sull’eroismo quotidiano in Africa, tema caro all’autore che da sempre si interessa ai problemi sociali del proprio continente, facendo critiche e riflessioni attente e precise sul rapporto tra Tradizione e Modernità e che in questo film parla della tragedia delle mutilazioni fisiche, ma soprattutto, psicologiche, frutto di una mentalità retrograda e di gesti criminali.

Il ritmo è lento, le tinte sono pastello per il villaggio assolato, il commento musicale è da fiaba ancestrale: questi elementi vengono utilizzati per far discutere sull’ignoranza e sulle pratiche superstiziose ancora in vigore in molti stati del Sud del mondo, ma anche sulla condizione femminile in società chiuse e maschiliste.

New York Times 

[content-builder]{“id”:1,”version”:”1.0.4″,”nextId”:3,”block”:”root”,”layout”:”12″,”childs”:[{“id”:”2″,”block”:”rte”,”content”:”

Moolad\u00e8<\/b> \u00e8 un film del 2004 diretto dal regista senegalese Ousmane Sembene<\/b> e riguarda il tema della mutilazione genitale femminile (MGF<\/b>), rituale molto comune ed importante presso numerose comunit\u00e0 del continente africano. <\/span>In un villaggio del Burkina Faso<\/b>, Coll\u00e8 Ardo \u00e8 l’unica a non aver sottoposto l\u2019ultima figlia alla pratica della MGF<\/b>, dopo aver visto morire a causa di quella pratica le due figlie precedenti. Quattro bambine, un giorno, si recano a casa della donna e le chiedono Moolaad\u00e8<\/i> (protezione-). Non vogliono subire l’escissione. Coll\u00e8 Ardo tende una corda all’entrata della propria capanna: nessuno potr\u00e0 entrare. Il villaggio \u00e8 in subbuglio: uomini, donne anziane, il capo della comunit\u00e0: tutti sono contro Coll\u00e8 Ardo, ma lei – con coraggio e determinazione – cerca di resistere e di far valere le proprie ragioni e quelle delle bambine che, con amore e consapevolezza, ha deciso di proteggere.<\/span><\/p>

Il film \u00e8 il secondo di una trilogia sull’eroismo quotidiano in Africa<\/b>, tema caro all’autore che da sempre si interessa ai problemi sociali del proprio continente, facendo critiche e riflessioni attente e precise sul rapporto tra Tradizione e Modernit\u00e0 e che in questo film parla della tragedia delle mutilazioni fisiche, ma soprattutto, psicologiche, frutto di una mentalit\u00e0 retrograda e di gesti criminali.<\/p>

Il ritmo \u00e8 lento, le tinte sono pastello per il villaggio assolato, il commento musicale \u00e8 da fiaba ancestrale: questi elementi vengono utilizzati per far discutere sull’ignoranza e sulle pratiche superstiziose ancora in vigore in molti stati del Sud del mondo, ma anche sulla condizione femminile in societ\u00e0 chiuse e maschiliste.<\/p>

New York Times<\/a> 
<\/p>\n”,”class”:””}]}[/content-builder]

Potrebbe anche interessarti

24 settembre 2020

Diamo i Numeri... Grazie a Voi!

SEMBRAVA IMPOSSIBILE, MA GRAZIE A VOI CI STIAMO RIUSCENDO! Da qualche mese abbiamo lanciato il nuovo progetto per aiutare le famiglie che vivono negli slum, ridotte alla fame dalle conseguenze … Continua

15 settembre 2020

News dal Kenya

Le scuole chiuse cancellano i diritti dei bambini

Secondo un recente studio delle Nazioni Unite, nei prossimi dieci anni il numero delle spose bambine nel mondo crescerà di 13 milioni. Questa è solo una delle conseguenze della chiusura … Continua

10 settembre 2020

Il Tuo 5x1000 Può Fare la Differenza

Il 2020 è un anno particolare, anche per la donazione del 5×1000: a causa della pandemia e del lockdown, le scadenze per la presentazione del 730 o del Modello Redditi … Continua

× Come possiamo aiutarti?